fbpx
NewsTech

Facebook deve fare i conti con una nuova class action

Ecco cosa sta succedendo nel Regno Unito

Ancora una class action in arrivo per Facebook che anche dopo il restyling con il cambio di nome in Meta deve fare i conti con disavventure legali. La nuova azione legale è portata avanti da Liza Lovdahl Gormsen, consulente senior della Financial Conduct Authority (FCA), l’equivalente della Consob italiana e specializzata sul tema della concorrenza. La nuova class action contro Facebook è da 2,3 milioni di sterline ed è legata a possibili abusi della sua posizione nello sfruttamento dei dati di 44 milioni di utenti britannici.

Nuova class action contro Facebook

Facebook, o sarebbe meglio dire Meta, nome della società che oggi controlla il social network, avrebbe, secondo la class action, infranto il Competition Act del 1988. Il social avrebbe fissato un “prezzo ingiusto” per gli utenti che sfruttano il servizio. L’azienda, pur permettendo l’accesso al social in modo gratuito, riesce a guadagnare miliardi di euro dalle inserzioni, sfruttando i dati degli utenti. Secondo Gormsen, Meta sfrutterebbe gli utenti ed i loro dati senza risarcirli in modo adeguato e mantenendo un rapporto on loro completamente sproporzionato.

La difesa del social

Facebook ha sottolineato che gli utenti hanno pieno controllo del tipo di informazioni da condividere con le piattaforme di Meta e che, quindi, l’azione legale n non poggerebbe su basi valide. I dati che Facebook utilizza vengono messi a disposizione dagli utenti che possono interromperne la condivisione in qualsiasi momento. Staremo a vedere quale sarà l’evoluzione di questa nuova class action.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button