fbpx
AttualitàCulturaNews

Facebook e Instagram tra identità di genere e ambiente: ecco le parole più usate nel 2021

Anche pandemia e diritti umani tra gli argomenti più caldi

Chissà cosa diranno i sociolinguisti: verificare le parole più utilizzate sui social è o non è un termometro della società?

Noi rispondiamo: e come può non esserlo, soprattutto se si prendono in esame Facebook e Instagram? Parliamo di due piattaforme del gruppo Meta che, a livello globale, contano rispettivamente quasi 3 miliardi e più di un miliardo di utenti. E quindi del primo e secondo social più utilizzati al mondo.

Se a ciò aggiungiamo che la media anagrafica di chi adopera Facebook è più elevata di quella che va su Instagram, abbiamo uno spaccato piuttosto ampio e omogeneo della popolazione.

Perciò è ancora più interessante verificare quali sono state, in Italia, le parole più utilizzate nel 2021 su Facebook e Instagram. Ci aiuta il gruppo Meta, che per la prima volta ha rilasciato un report sulle parole apparse più di frequente sui suoi due social. Vediamo i risultati.

Facebook e Instagram: le parole più usate in Italia nel 2021

Per la prima volta Meta ci regala dunque un report importante. Suddivise per categorie e presentate in ordine alfabetico, ecco le parole più usate dagli utenti italiani di Facebook e Instagram nel 2021.

Ecco il commento di Meta nel presentare l’elenco: “Mai come negli ultimi due anni i social network hanno dimostrato il loro valore come luogo fondamentale per rimanere in contatto, fare community, condividere i momenti importanti della propria vita e costruire spazi di discussione e confronto.

Ormai la popolazione di Facebook e Instagram è diventata talmente trasversale che analizzare i termini più utilizzati rivela molto del sentire comune”.

identità di genere

Identità di genere, diritti umani, ambiente

Il documento di Meta riporta le parole che hanno registrato, nel 2021, i maggiori picchi di utilizzo all’interno dei post e dei commenti. E che, diciamolo, fotografano una popolazione sorprendentemente attenta a temi sensibili. Identità di genere, diritti umani e risparmio energetico sono tra gli argomenti più dibattuti. Inevitabile, ma meno cospicuo di quanto si pensasse, l’uso di parole che richiamano la pandemia.

Vediamo più nel dettaglio alcune delle parole maggiormente utilizzate in Italia nell’anno che sta per concludersi, suddividendole nelle categorie con cui Meta ce le ha presentate.

Attualità

Per quanto riguarda l’attualità, le parole più gettonate su Facebook e Instagram rispecchiano perfettamente un mondo in evoluzione in diverse direzioni.

C’è naturalmente la tecnologia, con termini come intelligenza artificiale e bitcoin, entrambi ben noti ai nostri lettori. Ma compare anche, forse inaspettatamente, la parola ibernazione.

Usatissime, com’era inevitabile, parole come vaccino e stato di emergenza.

Ma la sorpresa arriva dalla quantità di parole legate alla questione di genere che nel 2021 hanno creato picchi nel nostro Paese. Troviamo dunque, per esempio, eterosessualità, identità di genere, lesbismo, orientamento sessuale, transfobia.

Temi sociali

Qui gli utenti di Facebook e Instagram non hanno avuto timore di dibattere su temi importanti e urgenti. Tra le parole più ricorrenti nel 2021 compaiono infatti disabilità, diritti umani, divorzio, femminicidio e genocidio.

Ambiente

Ricco e variegato il campionario di parole intorno alle tematiche ambientali. In Italia, nel 2021, su Facebook e Instagram alcuni dei termini più utilizzati sono stati auto elettrica, mobilità sostenibile, pannello solare termico, pompa di calore, risparmio energetico. E questo per quanto riguarda la sostenibilità energetica.

Guardando poi all’emergenza climatica, ecco che appaiono termini come Greta Thunberg, Fridays for Future, Cop26 (la conferenza sul clima che si è svolta a Glasgow), biodiversità, clima, delfini, livello del mare, ora della Terra.

Salute e benessere

Probabilmente a causa della pandemia, negli ultimi mesi c’è stato un crescente interesse verso la cura fisica. Sia per quanto riguarda lo sport che l’alimentazione.

Lo dimostra il largo utilizzo, su Facebook e Instagram, di parole come pilates, psicoterapia, pole dance, respirazione, vegetarianismo.

Cultura e intrattenimento

Le prime cinque parole utilizzate in questo ambito sono state Banksy, Eurovision, Frida Kahlo, Mar (il Museo d’Arte della città di Ravenna) e Pagliacci (l’opera lirica di Ruggero Leoncavallo).

Pagliacci In Full Score
  • Ruggero Leoncavallo (Author)

Sport

Con un anno come questo, tra Olimpiadi, Paralimpiadi, calcio e pallavolo, lo sport non avrebbe potuto non essere tra gli argomenti più considerati dagli utenti italiani di Facebook e Instagram.

Curiose, però, alcune delle parole e dei nomi maggiormente digitati. Abbiamo Giochi Olimpici estivi, José Mourinho, Leonardo Bonucci, Paulo Dybala, Uefa Europa League.

Viaggi

Va da sé che, dopo le chiusure dello scorso anno, c’è ancora più voglia di discutere di viaggi.

Tra le mete italiane predilette dagli utenti social spiccano Cesenatico, Costiera Amalfitana, Isole Eolie, Monte Conero, Polignano a Mare. Mentre le destinazioni estere che hanno creato i maggiori picchi su Facebook e Instagram sono state Corfù, Lisbona, Monte Carlo, Parigi e Praga.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button