NewsVideogiochi

Fallout 76: microtransazioni anche per oggetti non estetici

Il nuovo aggiornamento permetterà di acquistare con denaro reale un nuovo oggetto di gioco

Quando si fa una promessa alla propria community, bisogna mantenerla. Le software house questo lo sanno bene, ma Bethesda potrebbe essersi messa nei guai. A quanto pare, infatti, ha deciso di introdurre un oggetto non puramente estetico ottenibile tramite microtransazioni in Fallout 76, andando in contrasto con quanto dichiarato prima del rilascio del gioco.

Fallout 76: riparare gli oggetti con le microtransazioni

Il 9 aprile sarà rilasciata la Patch 8 per Fallout 76, che aggiungerà una serie di novità, tra cui i kit di riparazione della discordia.

Come spiegato da Bethesda in un post sul sito ufficiale, i Kit di Riparazione sono delle utility che permetteranno ai giocatori di riparare i propri oggetti senza dover andare alla ricerca dei materiali. Saranno disponibili in due formati, quello base, che ripristinerà lo stato degli oggetti al 100%, e quello avanzato, che invece gli darà anche un boost portandoli fino al 150%.

fallout 76 screen

Ad aver provocato i dubbi e lo scontento degli utenti è stata la notizia che i kit di riparazione base potranno essere acquistati nell’Atomic Shop utilizzando la moneta di gioco, gli Atomi, che si può ottenere sia affrontando le sfide sia comprandola con soldi reali. Per quanto riguarda, invece, i kit avanzati, sarà possibile guadagnarli solamente come loot dopo aver portato a termine degli obiettivi, come uccidere la regina delle Bestie Ardenti.

Come detto prima, la possibilità di acquistare i kit con gli Atomi va in contraddizione con le iniziali dichiarazioni di Bethesda, che assicurava l’assenza di scorciatoie nel gameplay ottenibili attraverso denaro reale. Volendo spezzare una lancia a favore dell’azienda, c’è da sottolineare il fatto che sarà comunque possibile sbloccare i kit con gli Atomi guadagnati giocando e quindi non saranno un’esclusiva di chi deciderà di spendere i propri soldi nel gioco. Insomma, questa novità sembra non essere stata ben accolta dalla community, resta comunque da vedere quanto andrà effettivamente a influenzare l’esperienza di gioco.

Via
Multiplayer
Fonte
WccftechBethesda
Tags

Silvia Maddalena

Appassionata di videogiochi, cinema e serie TV, passo il mio tempo tra Temeria, la Zona Contaminata, Rapture e tanti altri bei luoghi lontani armata di mouse e tastiera.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker