fbpx

GameStop: la crisi continua, chiudono altri 100 negozi
Oltre 400 punti vendita GameStop sono stati chiusi nel 2020


Continua il momento difficile per GameStop. La nota catena di negozi di videogiochi, infatti, sta affrontare un periodo di crisi legato alla “digitalizzazione” dei giochi stessi ed al calo delle vendite delle copie fisiche. In queste ultime ore è arrivata la conferma della chiusura di altri 100 store. 

Continua la crisi di GameStop 

Il momento difficile di GameStop continua. La conferma arriva dalla chiusura di altri 100 negozi e, quindi, da un’ulteriore riduzione della presenza della catena sul territorio. La nuova ondata di chiusure riguarda, in particolare, il mercato nordamericano ma la crisi di GameStop è comunque internazionale ed è stata aggravata dalla pandemia.

Nel corso del 2020, infatti, sono stati chiusi circa 400-450 negozi in tutto il mondo. Attualmente, la catena può contare su poco più di 5 mila punti vendita attivi ma per il 2021, subito dopo la stagione di shopping natalizio, sono previste ulteriori chiusure. Al momento, però, non ci sono ancora conferme sui numeri.

Il settore videoludico punta sul digitale

GameStop deve fare i conti con la trasformazione del settore videoludico. Sia Microsoft che Sony stanno puntando forte sulla vendita delle copie digitali e sui servizi di abbonamento. Il gaming su PC è da tempo passato al digitale, con la quasi totale sparizione delle copie fisiche (al netto delle limited edition).

Il mercato dell’usato, vero punto di forza di GameStop, rischia di registrare ulteriori riduzioni legate al passaggio completo al digitale. Il futuro della catena di negozi di videogiochi è, quindi, molto difficile e le sue attività potrebbero ridursi ulteriormente nel corso del prossimo futuro.

Xbox One S 1 TB - All Digital Edition Console +1 Mese Xbox...
  • Xbox One S All Digital Edition - Lettore DVD o Bluray non presente
  • Include Sea of Thieves, Forza Horizon 3, Minecraft + 1M Live Gold

Davide Raia