Motori

Goodyear AERO: ecco lo pneumatico per la auto volanti

Un pneumatico futuristico che integra sia un'elica per far volare le auto sia la gomma per quando è a terra

Il futuro del trasporti sarà pieno di veicoli che guidano se stessi e di auto volanti. Almeno questo è quello che ci aspetta se si vogliamo credere a ricercatori, designer concettuali e produttori di automobili. Per non trovarsi impreparata rispetto a quello che potrebbe offrire il mercato della auto tra qualche anno, Goodyear ha svelato un nuovo pneumatico concettuale che mira, appunto alle auto volanti del futuro. Questo pneumatico “concept”, prende il nome di Goodyear AERO e agisce sia come elica per far volare l’auto, sia come normale pneumatico quando è a terra.

goodyear aero concept 4

Lo pneumatico che diventa elica

Lo pneumatico concept AERO, secondo Goodyear, ha molte caratteristiche innovative che sono destinate alle auto del futuro. Sicuramente le più interessante e innovativa riguarda la presenza di un rotore inclinabile multimodale. Il pneumatico potrebbe assorbire le forze da e verso la strada con l’orientamento tradizionale dei pneumatici, e in un altra posizione fornire la propulsione per spiccare il volo.

 

Goodyear AERO deve tutte queste novità al design dei raggi che sostengono la gomma. Questi agiscono come una normale ruota per trasportare il peso della vettura quando si sposta su strada, ma, quando inclinati agiscono come pale di un ventilatore per fornire sollevamento da terra. Lo pneumatico in pratica utilizza la propulsione magnetica per generare una spinta senza attrito.

AI e fibra ottica integrate

Goodyear dichiara che AERO permette di raggiungere velocità di rotazione molto alte, necessarie per guidare il veicolo a terra e, quando i raggi vengono inclinati, per sollevarlo in aria. I sensori a fibra ottica basati sulla luce potrebbero monitorare le condizioni stradali, l’usura degli pneumatici e l’integrità strutturale del pneumatico stesso.

Un processore AI incorporato nel pneumatico combina i dati provenienti dai sensori dei pneumatici con i sistemi di comunicazione “vehicle-to-vehicle” e “vehicle-to-infrastructure”. L’intelligenza artificiale dovrebbe analizzare questi dati e quindi identificare e risolvere potenziali problemi relativi ai pneumatici.

Tags
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker