fbpx
NewsTech

Google Assistant: nuova versione nei video promozionali di Pixel 4

Google Assistant fa mostra di sé in un nuovo video promozionali dei Pixel 4: nuovo look e nuove animazioni

In alcuni video promozionali di Pixel 4, fa mostra di sé il nuovo Google Assistant con un look più accattivante: trasparenze, barre colorate e dimensioni “adattive”.

Un look più trasparente per il nuovo Google Assistant

Altri video precedenti mostravano già il Motion Sense, ma questo ulteriore video, sempre di 9To5Google, è un po’ più lungo dei precedenti e si vede piuttosto chiaramente il nuovo look di Google Assistant.

La grafica generale non è cambiata di molto, ma salta all’occhio un look più trasparente che era già stato notato in video precedenti, ma che ora presenta un’aura più ufficiale essendo apparso in video promozionali di Google.

Nel video vengono mostrate, in particolare, delle domande poste all’assistente, e come reagisce ad esse, come trovare una stazione e attivare la modalità Non Disturbare.

In altri frammenti della clip si mostra una breve conversazione su quando un volo è previsto in arrivo e quindi le successive risposte: in questi frangenti è chiaramente visibile il look più trasparente.

Il nuovo design si adatta a qualsiasi cosa appaia sullo schermo

Questo è, appunto, possibile grazie a questa nuova veste traslucida la quale peraltro si adatta meglio al pannello più corto di questa nuova versione di Assistant.

Infatti, il pannello di Assistant non sarà più a pieno schermo, ma si adatterà al numero di risultati ottenuti dalla ricerca.

Tali risultati, poi, godranno anche delle animazioni della sottile striscia colorata che apparirà sul bordo inferiore dello schermo.

A seguito di una ricerca o di una richiesta, la striscia si divide in due parti e risale per i bordi per poi riunirsi in alto incorniciando i risultati della richiesta.

Nell’esempio specifico del video, l’utente chiede a Google di mostrare le foto dell’ultimo weekend. Google apre l’applicazione Foto, al che l’utente chiede di mostrare le foto raffiguranti un cane.

Google esegue e l’utente copia la foto in un testo che poi sarà inviato.

Tags

Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker