fbpx
FotografiaRecensioni Fotografia

Recensione instax mini 40: la nuova istantanea di Fujifilm

Nuovo look, ma solita qualità per l'ultima Fujifilm instax

Sono passate due settimane dall’annuncio della nuova instax mini 40, l’ultima fotocamera istantanea nata in casa Fujifilm, da oggi disponibile al preordine. Se da un punto di vista di caratteristiche tecniche non ci sono particolari novità, colpisce invece il design completamente rinnovato. Vediamola in questa recensione.

L’intento è quello di approcciarsi ad un nuovo pubblico, allargando la propria utenza grazie ad uno stile chiaramente diverso dalle altre fotocamere della serie mini di prima fascia. Rimane invariato anche l’approccio offerto da instax mini 40 alla fotografia, semplice ed intuitivo. Con la linea instax infatti Fujifilm ha come primo obiettivo quello di portare la fotografia stampata a casa di chiunque. Non è infatti necessario essere dei fotografi provetti per poterne sfruttare le capacità.

Ed è proprio per questo motivo che negli anni il marchio instax ha conquistato il cuore di tantissime persone sia in Italia che nel mondo. Fujifilm è leader del mercato della fotografia istantanea e con questa nuova fotocamera vuole consolidare ulteriormente questo ruolo.

instax mini 40 recensione: design e utilizzo

L’ispirazione è chiaramente di stampo retrò, con finiture e dettagli in argento e rivestimento in similpelle con una texture di alta qualità. Guardando questa fotocamera la mente va immediatamente a instax Mini 90, il prodotto di fascia alta della casa. Il motivo di finiture così curate sottolinea le intenzioni dell’azienda nel voler catturare un pubblico più ampio, magari frenato in passato dal look più giovanile di Mini 11.

La nuova instantanea targata instax è leggerissima e compatta, si può infatti utilizzare con facilità con una sola mano. L’impugnatura è verticale e ben progettata per offrire un comodo grip al fotografo. In particolare c’è un appoggio dedicato al pollice per avere anche una presa salda che ho molto apprezzato.

Sul retro c’è anche un mirino, che potrebbe risultare piccolo per chi è abituato a quelli delle moderne fotocamere digitali, ma bastano pochi scatti e ci si abitua facilmente. Il resto del dorso è occupato dal vano pellicola che integra anche il contascatti per sapere sempre quante fotografie possiamo ancora scattare.

Specifiche tecniche e qualità d’immagine

Superati gli aspetti più puramente estetici di instax mini 40, la recensione va avanti con le caratteristiche più tecniche. L’ottica integrata è un 60mm f/12,7 retrattile, che entra in funzione alla pressione del tasto grigio al suo fianco che attiva anche la fotocamera. Per spegnere la fotocamera basterà spingere indietro l’obiettivo e il gioco è fatto.

La fotocamera è completamente automatica e regola il tempo di scatto in un range compreso tra 1/2 sec e 1/250 sec. Allo stesso modo il fotografo non può intervenire neanche sulla messa a fuoco, che si estende da 30 centimetri all’infinito. Inoltre, il flash è sempre attivo ad ogni scatto.

La qualità d’immagine generale si conferma tra le migliori tra le fotocamere istantanee presenti sul mercato in questa gamma. In particolare le immagini sono sempre bilanciate, anche se in condizioni di molto illuminate l’aggiunta anche del colpo di flash potrebbe risultare superfluo.

La nuova instax mini 40 offre anche una modalità selfie dedicata, proprio come la sorella mini 11. Per attivarla basta estendere ulteriormente l’obiettivo, operazione che richiede un poco di forza ma al tempo stesso delicatezza. Attivando questa modalità la nitidezza sarà leggermente maggiore così come l’esposizione sarà più bilanciata per un ritratto. In pratica si attiva una modalità ottimizzata per le riprese di volti a distanza ravvicinata.

A sinistra uno scatto in modalità normale a destra un in modalità Selfie

Per riuscire sempre a riprendersi in modalità selfie, sull’obiettivo è presente un piccolo specchietto che ci aiuta nella composizione dell’immagine. Come potete vedere Fjona è stata infatti bravissima!

Se vi state chiedendo come viene alimentata instax mini 40 la risposta è semplice: due classiche batterie AA che dovrebbero permetterci di scattare oltre 100 fotografie. Più l’autonomia scarseggerà più il tempo di ricarica del flash tra una fotografia e l’altra sarà lungo.

instax mini 40 recensione: conclusioni

L’ultima nata per la famiglia instax conferma in pieno quanto di buono sia stato fatto sulla fotografia istantanea da Fujifilm. La facilità d’uso e lo stile di fascia alta potranno attirare ancora più pubblico verso questo mondo. Siamo davanti ad un prodotto divertente, con cui condividere momenti insieme ad altre persone a cui magari regalare fisicamente un ricordo, perché si sa, una fotografia stampata vale molto di più.

instax mini 40 è la fotocamera per chi cerca qualcosa di semplice ma al tempo stesso potenzialmente molto creativo, senza le complicazioni di strumenti più evoluti. A volte la semplicità paga e come spesso si dice meno è meglio.

Proprio da oggi è disponibile in questa unica versione al prezzo suggerito al pubblico di €99,99.

Fujifilm Instax Mini 40 Instant Camera
  • Foto istantatnee formato carta di credito
  • Lente e specchio per selfie incorporati
  • Facile da utilizzare grazie all'esposizione automatica

Luca Forti

Fotografo dal 2002 e scrivo di fotografia dal 2004: insomma, amo la fotografia e tutto ciò che le ruota intorno. Da due anni sono stato adottato da Milano e da sempre sono appassionato di tecnologia, di praticamente tutti gli sport, amo viaggiare, mangiare bene e non toglietemi il mio gin tonic!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button