fbpx
La batteria quantistica

La batteria quantistica, che non si scarica mai, è quasi realtà!


Un’équipe di scienziati delle università di Alberta e Toronto ha svelato i progetti di una “batteria quantistica” che non perde mai la carica.

La batteria quantistica è (quasi) realtà

Giusto per essere chiari: questa batteria non esiste ancora, ma se dovessero capire come costruirla sarebbe una rivoluzione nel mondo dello stoccaggio di energia.

Gabriel Hanna, chimico dell’Università di Alberta, ha dichiarato: “le batterie con le quali abbiamo più familiarità – come le batterie agli ioni di litio – si basano su principi classici di elettrochimica, mentre le batterie quantistiche si basano unicamente sui principi della meccanica quantistica“.

Lo stato oscuro

No, non siamo in un film distopico: lo stato oscuro (Dark State) è una condizione in cui questa batteria non avrebbe possibilità di scambiare energia con l’ambiente esterno.

Un paper pubblicato sul Journal of Physical Chemistry C descrive questa ricerca e come la batteria funzioni sfruttando il potere dell’energia “eccitonica” che si ha quando un elettrone assorbe sufficienti fotoni carichi.

Rompendo questo stato oscuro, i ricercatori affermano che la batteria sarebbe in grado di scaricarsi e rilasciare energia.

Il problema è che non hanno ancora trovato il modo per avviare questo processo e, soprattutto, scalare la tecnologia alle applicazioni della vita reale.


Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!