fbpx
CulturaFeaturedPerché guardarlaRubricheSpettacoli

La Regina degli Scacchi, quando Netflix fa scacco matto – Perché guardarla?

Dopo quattro mesi, la serie detiene ancora un posto nella Top 10 di Netflix

Netflix è il Paese delle Meraviglie e spesso ci offre dei prodotti che lasciano il segno: uno di questi è la miniserie La Regina degli Scacchi che, dopo quattro mesi dalla sua messa in onda, non vuole lasciare la Top 10 della piattaforma streaming. In questo nuovo appuntamento di Perché guardarla? scopriamo insieme per quale motivo non potete assolutamente perdere questa serie TV.

Vi offriamo qualche indizio: pochi episodi, tante emozioni.

La Regina degli Scacchi – Perché guardarla?

La miniserie è stata pubblicata su Netflix il 23 ottobre e fin da subito ha riscosso un grande successo. A noi questo particolare però non è piaciuto molto, non ci convinceva. Di solito quando si parla tanto di una serie TV appena arrivata su una qualsiasi piattaforma streaming, le opzioni sono due: o si tratta di un prodotto incredibilmente ben fatto e fantastico, oppure è così penoso che non possiamo fare a meno di guardarlo solo per “giudicarlo” male.

Almeno secondo noi non ci sono vie di mezzo. Fortunatamente però, a causa di uno strano caso del destino, abbiamo avuto modo di vederla e ne siamo rimasti affascinati. Quindi possiamo dire, fin da subito, che si tratta di un prodotto incredibile, realizzato alla perfezione e in grado di lasciare il segno.

Prima di procedere ed analizzare i motivi per cui non potete assolutamente perderla, approfondiamo un attimo la trama.

La trama

La Regina degli Scacchi è una miniserie televisiva drammatica realizzata da Scott Frank e Allan Scott, distribuita in esclusiva su Netflix. La serie si ispira all’omonimo romanzo del 1983 di Walter Trevis e ci racconta le vicende di Beth Harmon, una bambina prodigio degli scacchi e orfana.

La serie ci permette di conoscere a fondo la protagonista e di accompagnarla, in un certo senso, in questo suo percorso di crescita. Conosciamo infatti Beth all’età di 8 anni, in orfanotrofio, quando inizia a sviluppare la sua passione per gli scacchi e la vediamo crescere, fino all’età di 22 anni, mentre lotta contro la dipendenza da alcool e psicofarmaci nel tentativo di diventare un grande maestro degli scacchi.

La miniserie di Netflix è composta da 8 episodi della durata di 50 minuti e, rispetto a molte altre serie TV, è autoconclusiva. Niente doppi giochi, niente “forse avremo una seconda stagione”, nulla di tutto ciò: La Regina degli Scacchi ha un inizio e una fine.

Una passione innata per gli scacchi

La-regina-degli-scacchi-Netflix-perché-guardarla-tech-princess

Le serie TV hanno un dono speciale, quello di farci appassionare alla storia, ai personaggi e trasportarci all’interno di una trama piena di significato ed emozioni. Il dono di questa serie TV, invece, è un altro: riesce a far appassionare chiunque al gioco degli scacchi.

Non importa che non ci capiate nulla o che siate le persone più ferrate sull’argomento, La Regina degli Scacchi vi offrirà in ogni episodio un motivo in più per adorare questo gioco.

Gli scacchi sono particolarmente tecnici, richiedono attenzione e poi sono caratterizzati da strategie, numeri e molte altre cose. Grazie a questa serie TV però, non ci importa di questi dettagli perché rimaniamo affascinati dal gioco stesso. Pur non capendo nulla, rimaniamo fissi ad osservare i personaggi mentre giocano, come se fossimo dei bambini in un negozio di caramelle.

Se ci pensate attentamente, è un potere immenso quello che possiede la serie TV. Appassionare la persona più improbabile del mondo ad un gioco difficile tecnicamente e particolare.

Affascinante è la parola chiave per questa serie TV e la nostra protagonista Beth. La Regina degli Scacchi ci offre, come vi abbiamo accennato poco fa, otto episodi attraverso i quali Netflix ci regala una storia intrigante che non ci fa staccare gli occhi dallo schermo. Ogni partita di scacchi è avvincentesorprendente e ne facciamo parte, anche se solo come spettatori.

Se il giocatore inizia a sudare freddo perché si trova in difficoltà, noi percepiamo la sua ansia. Se il giocatore, invece, sorride perché sa che a breve la sua mossa sarà quella definitiva, noi percepiamo la sua sicurezza. Questa capacità che possiede la miniserie di Netflix è sorprendente quanto incredibile.

La Regina degli Scacchi: un personaggio potente

Beth-Netflix-perché-guardarla-Tech-Princess

Un’altra caratteristica interessante di questa serie TV targata Netflix, è la protagonista Beth. La Regina degli Scacchi ci offre fin da subito un personaggio femminile davvero forte con un obiettivo ben preciso: lei sa di voler vincere e vuole farlo a tutti i costi. Ovviamente non sarà tutto rose e fiori per lei perché dovrà confrontarsi con un avversario altrettanto robusto: sé stessa.

Nel corso della serie vediamo infatti i momenti in cui la nostra campionessa degli scacchi trionfa, ma anche quelli in cui fallisce a causa del suo comportamento e dei suoi abusi d’alcool e psicofarmaci. Beth ha una capacità particolare, ovvero quella di giocare d’anticipo, vedere prima ogni singola e possibile mossa della partita.

Questo elemento sarà il fulcro degli ultimi episodi ma ovviamente non possiamo andare oltre, altrimenti rischieremmo di spoilerarvi qualcosa e non vogliamo.

Possiamo affermare, quindi, che Beth è uno dei personaggi più memorabili del mondo seriale e di certo ha lasciato un segno indelebile. Nonostante le sue debolezze, che tutti noi umani abbiamo, Beth ha anche dimostrato di essere una donna forte e sicura di sé, sicura delle sue abilità. Al termine della serie TV sarà ancora più consapevole delle sue capacità e del fatto che nulla potrà fermarla.

È una donna che si impone in un ambiente dominato dagli uomini e lo fa con grande stile. A questo proposito ci teniamo a sottolineare la dettagliata scelta dei vestiti presenti all’interno della serie TV. La Regina degli Scacchi è infatti ambientata negli anni ’50 e lo stile che sfoggia Beth in ogni episodio, è uno spettacolo per i nostri occhi.

Che sia a casa sua in pigiama o in vestaglia, oppure in Russia con un cappotto caldo e confortevole, questa donna trasuda stile e fascino da tutti i pori.

Quindi, perché guardare La Regina degli Scacchi?

Regina-scacchi-tech-princess

Il 2020 è stato un anno molto strano e che non dimenticheremo tanto facilmente, non solo per l’emergenza sanitaria ma soprattutto per l’arrivo de La Regina degli Scacchi. Netflix è riuscito a proporci uno dei migliori prodotti presenti all’interno della piattaforma, facendo scacco matto all’improvviso.

Dalla storia che è in grado di catturare lo spettatore fin dai primi minuti, all’incredibile caratterizzazione dei personaggi presenti all’interno della storia, fino ad arrivare alle partite di scacchi in grado di emozionarci, è certo che La Regina degli Scacchi è un prodotto eccezionale.

Con la bellezza di otto episodi da 50 minuti l’uno, Netflix è riuscito ad offrirci un prodotto degno di nota ed è per questo motivo che non potete assolutamente perderlo. Per concludere vi ricordiamo che la serie TV è disponibile sulla piattaforma streaming di Netflix.

Altro dalla nostra rubrica settimanale Perché guardarla?

Se state cercando altre serie TV da vedere potete visitare la nostra sezione di Perché guardarla?, la nostra rubrica settimanale in cui vi consigliamo nuovi prodotti e vi riveliamo per quale motivo dovreste assolutamente vederli.

Offerta
La regina degli scacchi
  • Tevis, Walter (Author)

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button