fbpx
AutoElettricoMotoriNews

Mercedes Citan, la rivoluzione del piccolo van della Stella: eleganza, tecnologia e una grande versatilità

Mercedes Citan 2021, il piccolo van ora è più elegante, spazioso e tech

Alla vigilia del debutto, nel 2012, di Mercedes Citan, erano tanti i dubbi sul successo di un van cittadino con la Stella. Oggi, dopo 9 anni di carriera, Citan ha portato grandi soddisfazioni alla Casa di Stoccarda, da sempre impegnata nel mondo dei veicoli commerciali e da lavoro. E dopo un ottimo successo di vendite è arrivato la nuova, attesa seconda generazione. Mercedes Citan 2021 è un van totalmente nuovo, che riprende stilemi e tecnologie delle auto della Stella unendole alla praticità e alla qualità del suo fratellino francese, Renault Kangoo. Scopriamo tutto quello che c’è di nuovo, pronti?

Mercedes Citan, il primo frutto dell’alleanza Mercedes-Renault

Prima di conoscere il nuovo Mercedes Citan 2021, è bene capire l’importanza della prima generazione nata nel 2012 del piccolo Van della Casa della Stella, non nuova al mondo dei veicoli da lavoro. Seppur per alcuni possa sembrare strano o sorprendente, infatti, Mercedes-Benz ha sempre prodotto furgoni, veicoli commerciali, camion motrici e anche il mitico Unimog, un veicolo a dir poco poliedrico capace di viaggiare su ogni tipo di terreno, anche sui binari del treno.

Concentrandoci per un attimo sui veicoli commerciali leggeri, gli LCV, Mercedes-Benz ha prodotto negli anni modelli iconici e diffusissimi. Dal medio Vito fino al grande Sprinter, passando per i classici T1, T2 e MB100, i furgoni con la Stella si sono sempre distinti per affidabilità, robustezza e finiture. Alla fine degli anni ’90, però, si sono diffusi i van di dimensioni compatte, con ingombri paragonabili a quelli di una compatta media ma con tanta praticità e versatilità. Nonostante la sua esperienza, però, Mercedes non ha attaccato il mercato, o meglio non con convinzione. Nei primi anni 2000 nacque infatti una versione furgonata del monovolume Vaneo, che però non convinse il pubblico. Da quel primo tentativo, Mercedes abbandonò il mercato, concentrandosi solo sui van più grandi.

L’occasione per tornarci è arrivata però nel 2012. Proprio all’inizio degli anni ’10, infatti, Mercedes-Benz e il Gruppo Renault hanno stipulato un accordo per la condivisione di know-how, piattaforme e motori. I risultati più celebri di questa alleanza sono stati appunto l’approdo del motore 1.5 turbodiesel su Mercedes Classe A e Classe B, o la nascita delle “sorelline” Smart ForTwo/ForFour e Renault Twingo. Il primo frutto dell’alleanza Daimler-Renault è stato però proprio il Citan, nato nell’ottobre del 2012. Sotto ogni aspetto infatti il nuovo nato della Casa di Stoccarda era un badge engineering del Renault Kangoo.

Cosa significa? Che Renault ha condiviso il suo progetto della seconda serie di Kangoo con Mercedes, che ha modificato leggermente l’estetica esterna ed interna e ha creato il suo primo van leggero, Citan. E il nome? Una crasi tra City e Titan, per unire la sua vocazione cittadina con lo spazio e la sua robustezza. Le modifiche fatte al progetto originale da Mercedes però sono state davvero poche. Seppur infatti spazioso, economo e robusto e con un’estetica che nonostante i chiari rimandi a Kangoo lo rendeva più personale, Citan è stato visto da qualcuno come una versione Mercedes del Kangoo del 2007. Una condizione per nulla differente dalla realtà, va detto. Per entrare subito sul mercato, infatti, Mercedes ha adattato a sè un seppur validissimo progetto già esistente. E pur con grandi modifiche nel corso degli anni, oggi c’è bisogno di un nettissimo cambio di rotta.

Da fuori, Mercedes Citan 2021 è irriconoscibile: elegante, curato, non sfigura nella line-up della Stella

Ed infatti Mercedes Citan 2021 è una creatura totalmente differente rispetto al suo predecessore. Visti da fuori, il nuovo Citan e il vecchio modello sono distanti anni luce. Merito è anche della base meccanica di partenza, quella del nuovo Kangoo di terza generazione, che già di suo è totalmente differente dal precedente, più curato e molto più maturo. Le differenze tra i due però sono parecchie. Mercedes infatti ci tiene fin dall’inizio a precisare che questo nuovo Citan non è più solo un Kangoo rimarchiato. Con il vecchio Citan ha in comune solo la presenza di due versioni distinte: la Furgone, per il trasporto cose, e la Tourer, la versione multispazio per il trasporto persone.

Questa volta, invece, Renault e Mercedes hanno lavorato insieme fin dall’inizio per poter creare un Van che rispecchiasse sia i desideri della Casa tedesca che quelli della Régie francese. E questa collaborazione si vede immediatamente dal frontale, che perde quell’aspetto tozzo del precedente Citan per ottenere un colpo d’occhio indiscutibilmente Mercedes. La mascherina a tre lamelle doppie e con la grande stella al centro è ripresa dagli altri van della famiglia Mercedes, Vito e Sprinter.

I fari sottili (disponibili anche a LED) e allungati e le griglie delle prese d’aria inferiori rendono il frontale appuntito e dinamico, e rendono meno evidente lo sbalzo anteriore. Lateralmente poi sia il Citan furgonato che quello trasporto passeggeri, il Tourer, regalano un colpo d’occhio tipicamente da van, ma più raffinato. Il tetto è quindi alto e quadrato, per massimizzare lo spazio di carico, ma i passaruota sono bombati, e i finestrini hanno un taglio verso l’alto in corrispondenza del montante C. Per continuità, poi, anche il taglio del van lamierato riprende il disegno dei finestrini. Sulla Tourer, poi, non mancano le utilissime barre sul tetto. È però dietro che Mercedes Citan 2021 tradisce la parentela con Kangoo, sfoggiando una linea parecchio simile al van francese. In questo caso però si tratta di un vero e proprio pregio.

Il van Renault ha infatti portato al debutto tra i van una linea di cintura bombata, molto muscolosa e automobilistica. Questa soluzione rende Citan più dinamico sia in versione Tourer con portellone intero che nelle versioni con doppia porta posteriore. I fari, infine, condividono la linea a mattoncino con Kangoo ma la firma luminosa a LED è differente, con tre fasce luminose verticali ispirate al Classe V. Come da tradizione Mercedes, poi, è possibile avere due Citan dall’estetica totalmente differente a seconda della destinazione d’uso. Di base, Citan esce con cerchi in ferro, paraurti e maniglie in plastica grezza, ma a richiesta può essere interamente in tinta carrozzeria. A proposito, sono 8 le tinte disponibili, 4 metallizzate e 4 standard.

All’interno Mercedes Citan 2021 è tecnologico e piacevole, con dettagli pratici e sfiziosi

Se da fuori Mercedes Citan 2021 è cambiato ed è ora molto più maturo e allineato alle auto della Stella, dentro è arrivata una rivoluzione. Le critiche maggiori rivolte a Citan erano rivolte proprio agli interni, che si differenziavano da quelli di Kangoo solo per il volante con la Stella e per poco altro. Oggi invece Mercedes Citan sfoggia un interno tecnologico, curato e completo, se volete.

In puro stile veicolo commerciale, infatti, la versione base di Citan offre solo l’indispensabile: radio CD-MP3, clima manuale, volante in plastica e tanti vani portaoggetti. Queste versioni sono le più richieste da chi usa il van sul posto di lavoro, ovviamente. Ma come abbiamo visto con il cugino Kangoo e sui rivali VW Caddy, Peugeot Rifter e simili, ormai i multispazio non sono più solo visti come veicoli da lavoro. Oggi è importante anche l’estetica degli interni, la qualità costruttiva, la tecnologia e la dotazione.

Per questo, la versione 2021 di Mercedes Citan è molto più completa e curata all’interno. Il volante, per iniziare, è lo stesso visto su altre Mercedes, con i comandi al volante (a richiesta) presi direttamente dalle Classe A e B, per citarne alcune. La plancia, poi, unisce stile e praticità e si differenzia anche dal cugino francese. Il quadro strumenti non è al momento digitale, ma è lo stesso visto sulle Mercedes come la precedente Classe A, raffinato e quasi sportivo. In più, la plancia ha un andamento molto morbido e fluido, quasi come fosse scavato dall’aria o dall’acqua. Non ci sono infatti linee tese o audaci: tutto è rilassante ed elegante. Belle poi le bocchette dell’aria a turbina, prese dritte dalla Classe A.

La posizione rialzata della leva del cambio e i comandi del clima fisici, però, tradiscono la parentela con Renault, così come l’utilissimo vano portaoggetti ricavato sopra il quadro strumenti. Oltre che capiente e dotato di due prese USB, infatti, questo vano integra come visto su Kangoo un supporto per lo smartphone orientabile e montabile sia a destra che a sinistra. Questo supporto è molto comodo e ben realizzato, e permette sia a chi è destrorso che mancino di avere sempre a portata della mano preferita il telefono.

La tecnologia di bordo e di sicurezza: Citan rompe con il passato e punta ad essere il van più hi-tech

Le similitudini con Kangoo però spariscono arrivando al sistema di intrattenimento. Tralasciando la già citata radio 1-DIN disponibile per i modelli base, infatti, negli allestimenti più completi sarà possibile optare per l’apprezzatissimo sistema MBUX. Questo sistema, già noto agli appassionati, è uno dei migliori sistemi di bordo in circolazione grazie alla sua velocità, all’intuitività e alla funzionalità completissime.

Su Citan potrà essere disponibile con una diagonale che parte da 7 pollici (e che potrebbe crescere in futuro), ed è posizionato a sbalzo, con una soluzione “flottante” simile a quella della Classe A di precedente generazione. Con quel vecchio sistema, però, questo MBUX non ha nulla a che vedere. Dotato di Android Auto ed Apple CarPlay, il sistema di Mercedes Citan 2021 è touch screen ed è dotato di radio DAB, connettività alla rete e sistema di comunicazione Vehicle To X per comunicare con infrastrutture e altre auto.

Insieme alla tecnologia di bordo, in Mercedes è hanno curato tantissimo la questione sicurezza, per mettere Citan nelle condizioni di ottenere le ambite 5 Stelle EuroNCAP. Come? Sfruttando la tecnologia ADAS delle Mercedes tradizionali. Di serie nella versione furgonata ci sono 6 airbag, mentre sulla Tourere salgono a 7 con un inedito airbag centrale. Questo airbag, una volta aperto, si frappone tra il guidatore e il passeggero anteriore, per evitare che in caso di collisione laterale questi si possano scontrare. In più, ora sono di serie il sistema di aiuto in partenza in salita e l’assistenza in caso di vento laterale. Ma non finisce qui.

Su Citan, finalmente Mercedes ha dotato anche i suoi veicoli commerciali del sistema antisbandamento e l’assistente di corsia dei sistemi che correggono l’auto agendo sullo sterzo e non più sui freni. Questa soluzione migliora enormemente il confort di marcia nei viaggi autostradali. In più, di serie abbiamo il sistema che rileva la stanchezza del conducente e la chiamata d’emergenza. Sulla versione Tourer, invece, venono aggiunti di serie anche la frenata automatica, il sistema antisbandamento, il Blind Spot Assist e il riconoscimento dei segnali stradali. A richiesta, ci sono poi il Cruise Control Adattivo e il mantenitore attivo di corsia, che portano la guida autonoma al Livello 2.

La meccanica del nuovo Mercedes Citan 2021: benzina, diesel e anche l’elettrico eCitan

Dal punto di vista meccanico, com’è intuibile Mercedes Citan 2021 ha parecchie parti in comune con il nuovo Renault Kangoo. A cominciare dalla produzione, affidata agli stabilimenti francesi di Maubeuge, nel nord del Paese transalpino. Anche la piattaforma è la stessa, la CMF-C del Gruppo francese, condivisa anche con le Renault medie come Mégane o Scénic. Come abbiamo potuto vedere nella nostra prova su strada di Kangoo qualche mese fa (e che trovate in fondo alla pagina), la piattaforma CMF-C usata su questo tipo di veicoli è in grado di regalare un piacere di guida simile a quello di un’auto, e anche di restituire ottimi livelli di confort e silenziosità di marcia.

Mercedes-Benz però non ha semplicemente preso la base di Kangoo, ma l’ha modificata parecchio nel comportamento stradale. Un’altra critica fatta alla prima serie di Citan è che non fosse abbastanza Mercedes alla guida, risultando poco affine alle auto della Stella. In Mercedes hanno ascoltato tutte le critiche ricevute, e hanno agito di conseguenza con il nuovo Citan. Mercedes ha infatti passato decine di giornate ad essere collaudato nel centro tecnologico e di collaudo della Casa tedesca di Immendingen, nel cuore della Foresta Nera. L’obiettivo? Trasmettere quella sensazione tipicamente Mercedes di stabilità e piacere di guida che non preguidicano il confort.

Sia a vuoto che a pieno carico, i tecnici tedeschi hanno cercato di dare a Citan un comportamento preciso, neutro e confortevole, anche trasportando carichi elevati. Le sospensioni (McPherson anteriori e a bracci interconnessi posteriori) sono state tarate con le stesse impostazioni usate sulle auto Mercedes. Molle e ammortizzatori sono stati tarati per assicurare il massimo confort, ma insieme alle barre antirollio rinforzate il rollio in curva è limitato. In più, il servosterzo usato su Citan è elettrico ad assistenza variabile. In questo modo, in città è agile e facile da manovrare, mentre fuori città rimane preciso e prevedibile. I motori poi sono gli stessi di Kangoo, tutti turbo, un benzina e un turbodiesel declinati rispettivamente in due e tre livelli di potenza.

Il motore a benzina è il 1.3 TCe, realizzato anch’esso in collaborazione tra Mercedes e Renault. Si tratta di un motore pronto e fluido, e capace di buon consumi. Il 1.3 è disponibile sia su Citan Furgone che Tourer in due declinazioni, da 102 CV e 200 Nm o da 130 CV e 240 Nm, accoppiato o ad un cambio manuale a 6 marce o, a richiesta sulla versione più potente, ad un automatico a doppia frizione a 7 marce. Come i veicoli commerciali più grandi, poi, la denominazione delle diverse motorizzazioni è caratterizzata da un numero. La versione da 102 CV è il Citan 110, mentre il più potente è il 113.

Il motore a gasolio è invece il classico 1.5 CDI 4 cilindri (il dCi Renault, per intenderci), anche qui tarato secondo il gusto dei tecnici Mercedes. Il 1.5 è disponibile sulla versione Tourer in una sola declinazione, la 110 CDI, con potenza di 95 CV e 260 Nm di coppia. Il Citan furgonato, invece, può contare sulla 108 CDI, dotata di 75CV e 230 Nm, la 110 CDI da 95 CV e oppure sulla più potente 112 CDI, con 115 CV e 270 Nm. Il cambio anche in questo caso è manuale a 6 marce di serie e automatico a richiesta per il più potente. Le prestazioni velocistiche, come potrete immaginare, non sono entusiasmanti. La 108 CDI è la Mercedes più lenta in listino, con uno 0-100 km/h coperto in 18,0 secondi. Le versioni più potenti, invece, sono piuttosto vispe con uno 0-100 km/h intorno ai 12 secondi dichiarati.

Non sappiamo ancora se ci saranno altre versioni termiche, magari con più potenza, o powertrain ibridi, ma siamo già sicuri di una grande novità, l’eCitan. Di cosa si tratta? Sarà la versione elettrica del furgone tedesco, che si va ad aggiungere a eVito ed eSprinter. Il Citan elettrico però, disponibile inizialmente solo in versione Furgone, condividerà la stessa meccanica del fratello francese Kangoo E-TECH. Parliamo quindi di un furgone con motore anteriore da 95 CV e batteria da 44 kWh. L’autonomia? Fino a 285 km in ciclo misto.

Il carico e la praticità: Mercedes Citan 2021 offre fino a 2,9 m3 efino a 782 kg di portata

Chiudiamo questa panoramica sul nuovo Mercedes Citan con pragmatismo, parlando di carico e praticità. Partiamo dal più semplice, il Tourer per trasporto passeggeri. Citan Tourer può contare su 5 posti, dotati di divano abbattibile in configurazione 60/40 e su un vano di carico ampio e regolare. Il bagagliaio è poi dotato di ganci e i sedili sono ripiegabili e con schienale regolabile. In più, nella versione Tourer tra abitacolo e vano bagagli sono presenti ben 3 prese 12V, molto utili in caso di viaggi in famiglia. Non manca poi anche la presenza della cappelliera allogiabile dietro gli schienali posteriori, e a richiesta la presenza di tavolini per i passeggeri posteriori e ampie tasche portaoggetti ricavate negli schienali dei sedili anteriori.

La versione furgonata, invece, è ovviamente più pragmatica e votata al carico. Inizialmente, Citan sarà disponibile solo come Furgone e Tourer. In futuro, arriveranno le versioni a passo lungo (con voci riguardanti un Citan a 7 posti) e la versione Mixto ad uso promiscuo cose-persone. Per il momento, però, concentriamoci sulle versioni attualmente presenti. Lo spazio di carico della versione Furgonata è di 2,9 m3, con porte scorrevoli su entrambi i lati a richiesta. È poi possibile avere il lunotto posteriore termico e il portellone integrale al posto delle porte a due battenti. Il carico utile? Molto interessante con i suoi 782 kg. Viste le dimensioni compatte (4,48 m di lunghezza, 1,83 m di altezza e 1,86 m di larghezza), lo spazio è decisamente generoso.

Quando arriverà sul mercato il nuovo Mercedes Citan 2021? E ci sarà un’inedita Classe T?

Abbiamo quindi detto tutto quello che c’è da sapere sul nuovo Mercedes Citan 2021. Elegante, curato e tecnologico, promette una esperienza di guida da vera Mercedes e tanta praticità. Ma quanto costa la nuova generazione dello small van tedesco? I prezzi per il mercato italiano non sono stati ancora dichiarati, mentre Mercedes ci ha dato un’idea del prezzo di partenza per il mercato europeo.

La Casa di Stoccarda ha infatti deciso di aprire gli ordini per il suo nuovo van da metà settembre 2021. Il listino? La versione base con carrozzeria Furgone dovrebbe stare sotto i 20.000 euro, mentre il prezzo di partenza per la versione Tourer è atteso a 23.800 euro. Un prezzo in linea con il vecchio Citan, che in versione 108 CDI partiva da 23.205 euro. Nonostante questo, ci sono ancora alcune domande su Citan. Oltre a quando arriverà la versione elettrica e l’arrivo sul mercato italiano, la curiosità è tanta sulla presunta nuova Classe T.

Negli scorsi mesi era infatti circolata una voce sull’arrivo di una versione lussuosa e accessoriata del nuovo Citan, una sorta di “fratellino” del mitico Viano/Classe V. Per ora, da Mercedes tutto tace. Che ci sia in serbo una sorpresa nei prossimi mesi per noi? Lo scopriremo presto: nel frattempo, però, tocca a voi. Vi piace il nuovo Mercedes Citan? Lo preferite ai suoi rivali? E qual è il vostro van compatto preferito? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti, è il vostro momento.

Non perderti la nostra prova del suo fratellino, Renault Kangoo, e i nostri ultimi articoli sul mondo Mercedes!

Offerta
Mercedes-AMG Petronas Team BB cap Cappellino da Baseball,...
  • Logo del team stampato sui pannelli laterali
  • Visiera flessibile curva
  • Dettaglio scritta sulla visiera a sandwich
Offerta
LEGO Technic Camion Fuoristrada 4x4 Mercedes-Benz Zetros,...
  • Articolo della serie di veicoli motorizzati telecomandati via app, il Camion fuoristrada 4x4 Mercedes-Benz Zetros è un...
  • Questo modellino di camion telecomandato è dotato di un motore dettagliato con ventola del radiatore libera,...
  • Novità serie LEGO Technic: in questo modello è stato inserito un blocco differenziale, controllabile tramite app...

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button