fbpx
modem Tiscali AVM Fritzbox 7530

Il modem AVM FRITZ!Box 7530 per i clienti Tiscali: perché dovresti volerlo
Tiscali e AVM hanno stretto un accordo che vi permette di ricevere il super-modem di AVM, ma quali vantaggi offre?


Da qualche settimana Tiscali fornisce, a tutti coloro che sottoscrivono l’offerta Ultrainternet Fibra FTTH, il modem AVM FRITZ!Box 7530. Perché è notizia importante? Cosa cambia? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di spiegare quali sono i vantaggi e le peculiarità del modem-router prodotto dall’azienda tedesca.

Il modem di Tiscali lo fornisce AVM, e quindi?

Il mese scorso Tiscali e AVM hanno annunciato una partnership che permette ai nuovi abbonati di ricevere il modem AVM FRITZ!Box 7530. Si tratta di un accordo che non coinvolge tutti i clienti ma solo coloro che sottoscrivono l’offerta Ultrainternet Fibra FTTH su rete Open Fiber. 

A questo punto avrete già un sacco di domande:

  1. Cosa prevede l’offerta?
  2. Che significa FTTH?
  3. Chi è Open Fiber?

Andiamo con ordine.

Ultrainternet Fibra è l’offerta di telefonia fissa dell’operatore sardo che vi permette di raggiungere la velocità di 1 Gbps (Gigabit per secondo), a patto però che si tratti di una connessione FTTH, ossia Fiber To The Home.

Attualmente infatti molti abbonamenti in fibra prevedono la tecnologia FTTC, Fiber To The Cabinet. Questo significa che il cavo in fibra ottica arriva alla cabina che normalmente vediamo in strada ma poi dalla cabina all’abitazione si usa un cavo in rame. Quest’ultimo, per sua natura, limita la velocità di connessione a 100/200 Mbps (Megabit per secondo).

La connessione FTTH invece prevede solo l’utilizzo di cavi in fibra ottica. Questo significa che i tecnici devono venire all’interno della vostra abitazione e collegare il cavo in fibra ottica che arriverà direttamente a casa vostra e vi permetterà di raggiungere l’agognato Giga.

A svolgere questo lavoro per Tiscali è Open Fiber, società di telecomunicazioni italiana che da anni si occupa di cablare il nostro Paese per permettere a più persone possibili di sfruttare la banda ultra larga in modalità FTTH.

Quindi, ricapitolando: Tiscali è il fornitore del servizio, mentre Open Fiber si occupa dell’infrastruttura e del cablaggio. A quest’ultimi spetta il compito di installare la fibra FTTH a casa vostra, a patto che siate coperti dal servizio.
Una volta completata questa operazione, gli specialisti di Open Fiber si occuperanno anche di consegnarvi e collegare il nuovo modem: il Fritz!Box 7530 di AVM.

Potrebbe sembrarvi una piccolezza ma in realtà la maggior parte degli operatori consegna modem brandizzati, controllabili in remoto e dotati di un software estremamente semplificato. Questo limita le vostre possibilità perché, qualora fosse necessario, non riuscireste effettivamente ad intervenire su parametri e funzionalità. Dovreste accontentarvi di quello che viene offerto di default. O, in alternativa, acquistare un secondo router che vi permetta di personalizzare la vostra rete domestica. 

Il cambiamento quindi è evidente: Tiscali mette la connettività dell’abitazione nelle mani di chi la usa e la paga.

AVM Fritz!Box 7530: cosa offre? 

AVM Frizt!Box 7530Il Fritz!Box 7530 è sbarcato sul mercato nel 2018 ma non è affatto vecchio. La politica di AVM – società tedesca leader nel settore dei dispositivi per la banda larga per DSL, cavo, LTE e fibra – prevede infatti aggiornamenti costanti per qualsiasi prodotto, cosa che vi permette di sfruttare le ultime funzionalità anche su modem meno recenti. 

Prima però di capire cosa offre Fritz!Box 7530, cerchiamo di capire come è fatto.

Il modem di AVM è caratterizzato da un look contemporaneo, con linee morbide, pulite e una candidata scocca, interrotta solo da una striscia rossa. Sulla parte frontale abbia anche 5 LED che segnalano lo stato della rete, mentre su quella posteriore abbiamo tutti gli ingressi di cui avete bisogno: l’alimentazione, una porta DSL/VDSL, una a/b per un telefono analogico o una segreteria e infine 4 Gigabit Ethernet. Sul lato sinistro invece trovate una porta USB che vi anticipa una delle funzionalità più utili di Fritz!Box 7530. Collegando un hard disk o una chiavetta a questo ingresso, potrete accedere al suo contenuto direttamente online. Questo significa che potrete avere un unico posto in cui inserire i vostri contenuti multimediali – foto, video e persino musica – a cui attingere da qualsiasi dispositivo, come una smart TV, e in qualsiasi momento. 

La rete mesh

La possibilità di avere un piccolo Media Center personale è solo una dei vantaggi offerti da Fritz!Box 7530.

Ogni modem, come anticipavamo prima, ha un sistema operativo che permette di controllarne le funzioni. Quello di AVM ha Fritz!OS, un software progettato per essere semplice, intuitivo e completo. Per apprezzarlo non dovrete quindi essere esperti del settore. La modalità Standard, ad esempio, vi consente di avere una panoramica completa della rete domestica. In pochi secondi saprete se tutto funziona al meglio, quali dispositivi sono collegati ad Internet e persino qual è l’attuale consumo di energia del modem.

Fritz!Box 7530 pensa anche a coloro che hanno abitazioni molto grandi o che hanno bisogno di collegare apparecchi che sono a diversi metri di distanza dal router principale. Come? Con la rete mesh.

Vi faccio un esempio pratico.
Immaginate di avere una casa su due piani. Il modem di AVM offre un WiFi potente ma il segnale si disperde comunque e quindi al piano superiore non avrete la stessa velocità.
Oppure ancora, pensate di avere un appartamento molto grande – circa 200 mq – e di dover connettere un PC che è dall’altra parte della casa rispetto al modem.
Questi problemi possono essere risolto con un powerline o un ripetitore.
In questo caso la tecnologia mesh riconoscerà questi dispositivi e permetterà loro di collegarvi – in totale autonomia – al device che, in quel momento, può garantirvi la connessione migliore. In sostanza passerete dalla connessione del modem, a quella del powerline o a quella del ripetitore senza accorgervi di nulla.
In più Fritz!OS vi consentirà di sapere sempre quali oggetti tecnologici sono connessi ai diversi elementi della vostra rete.
Il controllo quindi è totale.

Gli ospiti e la famiglia

Fritz!Box 7530 recensioneLe funzionalità non finiscono qui. Avete la possibilità di creare una o più reti guest, ossia una connessione dedicata agli ospiti, separata dalla vostra. L’utilità? Tenere al sicuro i vostri dati, sia che siate a casa sia che vi troviate in un ufficio.
Potete usare questa funzione anche per separare la rete di PC e smartphone da quella che invece sfruttare per la vostra smart home. Oppure ancora, se siete soliti lavorare a casa, potete creare una rete da usare solo per lavoro.

AVM pensa anche ai più piccoli. Fritz!OS integra il controllo parentale, così potete bloccare i siti per adulti o qualsiasi altro servizio necessario a proteggere i vostri figli. È inoltre possibile limitare il tempo passato online con ciascun dispositivo, concedendo quando volete un prolungamento rispetto a quanto prefissato.

Vi ricordo infine che AVM Fritz!Box 7530 può trasformarsi in un vero e proprio centralino. Una funzione che vi tornerà utile considerando che Ultrainternet Fibra include le chiamate gratis verso i numeri nazionali. Di cosa sto parlando? Il modem vi permette di sfruttare la base DECT per collegare fino a 6 telefoni cordless e di optare per la segreteria telefonica integrata che può salvare i messaggi e poi inviarveli tramite email. 

Il modem di Tiscali e AVM: perché volerlo

Torniamo alla domanda iniziale: perché dovrei volere il modem di AVM? Perché questo partnership è importante?

Due i motivi principali: libertà e versatilità. 

Libertà perché Tiscali mette la connessione nelle vostre mani così potete gestirla al meglio. Versatilità perché il Fritz!Box 7530 è dotato di una marea di funzioni utili: il media center, la rete mesh, il parental control, la base DECT e molto altro ancora. Caratteristiche difficili da trovare sui soliti modem forniti dagli operatori.


Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link