fbpx

Nintendo ha annunciato la chiusura del controverso Creators Program via Twitter, con un breve comunicato che dichiara il termine del programma a fine dicembre. La motivazione è “rendere più facile fare video di contenuti di giochi Nintendo e monetizzare per i content creator”.

Il sistema non accetta più video e canali, non revisionando nemmeno quelli rimasti in coda. Aperto nel 2015, garantiva agli utenti registrati il 60% degli introiti pubblicitari per i video con contenuti Nintendo, in parallelo con un altro accordo siglato con YouTube. I creatori potevano mantenere i loro video live aggiungendo spot di Nintendo ai loro contenuti.

Nintendo Creators Program ha sollevato critiche dai creatori e dalla comunità, a causa delle regole troppo strette circa la monetizzazione. Nel 2017, il rilascio di Super Mario Odyssey e Breath of the Wild avevano riacceso la discussione, con gli YouTuber colpiti da questioni di copyright e altre restrizioni sul livestreaming.

Ci aspettiamo che questa decisione venga ben accettata dagli streamers, soprattutto dopo l’anticipatissima uscita di Super Smash Brothers Ultimate. L’azienda continua a supportare i creatori di contenuti, ringraziandoli per l’aiuto che offrono ogni giorno.

[amazon_link asins=’B01N5OPMJW,B00KWAE216,B073FNFTL2′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7e839fb0-f589-11e8-81d6-5f1744f03657′]

Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Francesca Sirtori

author-publish-post-icon
Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.