fbpx
MotoriNews

Open-Air Motor Show, nel 2020 la nuova importante manifestazione automobilistica

Tantissimi eventi tra Monza e Milano

Siamo stati a Milano presso l’Auditorium HQ Pirelli, per seguire la presentazione del Milano Monza Open-Air Motor Show, l’attesa manifestazione automobilistica che si svolgerà dal 18 al 21 giugno 2020. Accanto ad Andrea Levy, Presidente e ideatore del Milano Monza Open-Air Motor Show, e ad Angelo Sticchi Damiani, Presidente ACI, erano presenti Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia, Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, e Dario Allevi, Sindaco di Monza, oltre a Marco Tronchetti Provera, CEO di Pirelli Group, che ha dato inizio alla presentazione, moderata da Maurizio Donelliresponsabile delle pagine Motori del Corriere della Sera.

Milano Monza Open-Air Motor Show, le aspettative sono altissime

Open-Air Motor Show

 “Penso che questo ulteriore segnale dato dalla presenza di un evento così importante sia per tutti noi motivo di orgoglio” afferma Marco Tronchetti Provera “questo sarà un ennesimo modo di essere vicini alla gente, vivendo le emozioni del circuito di Monza, delle bellezze di Milano ed altri eventi connessi al mondo dei motori, cercando di unire il tutto con futura sorte della tecnologia e dell’ambiente, perchè questa formula deve diventare per Milano un ulteriore motore”.

L’idea principale degli organizzatori è di rendere Milano Monza Open-Air Motor Show un evento irripetibile, rivoluzionando totalmente il concetto di Motor Show; il tutto inglobando a sè anche varie tipologie di mezzi terrestri, navali e aerei, senza dimenticare la protagonista indiscussa dell’evento:l’automobile in ogni sua forma, focalizzandola sia nel presente che nel futuro.

“L’auto sta vivendo una vera e propria rivoluzione” afferma Angelo Sticchi Damiani “una rivoluzione totale. Rivoluzione del suo ruolo nel sistema-mobilità; rivoluzione nell’alimentazione, avviata, ormai, sulla strada dell’elettrificazione; rivoluzione in materia di sicurezza, con tecnologie che stanno elevando gli standard a livelli, fino a ieri, inimmaginabili; rivoluzione nel rapporto con l’uomo, il quale rimarrà alla guida, anche se non sarà più al volante. È evidente che questa rivoluzione totale impone anche di rivoluzionare il modo di presentare la nuova protagonista della mobilità”.

Un Concept Rivoluzionario

Open-Air Motor Show

“Il cuore pulsante sarà l’Autodromo di Monza” spiega Andrea Levy “che è una sede incredibile, in quanto è un autodromo moderno che consente di fare da punto di incontro per tante attività come i test drive o esposizione di auto classiche. Diciamo che sarà una location da dover immaginare in maniera diversa dal solo utilizzo della pista. Non verrà sottovalutata la pista di formula 1, che naturalmente sfrutteremo per tutti e quattro i giorni con tantissimi eventi, in quanto proprio nel 2020 ricadrà il 70° anniversario della Formula 1 e ci sembra doveroso organizzarle la giusta cerimonia. Il 2020 sarà l’anno di tanti anniversari, di diversi marchi di auto e di persone strettamente collegate al mondo dell’automotive, con i quali organizzeremo grandi eventi all’interno dell’Open-Air Motor Show”.

Infatti saranno circa 40 le case automobilistiche che esporranno le novità e la gamma completa dei loro prodotti. Gli appassionati così non avranno che l’imbarazzo della scelta tra sfilate di Formula 1 e le regine del motorsport, test drive di ogni brand, esposizioni di auto classiche, moto, yacht, mezzi navali e aerei, sia storici che contemporanei, oltre ai paddock allestiti con modelli di supercar, hypercar e prototipi.

A caratterizzare lo spirito innovativo e la modernità dell’evento è anche l’orario prolungato, infatti sarà possibile visitare tutte le aree di manifestazione fino alle 24.

“Una formula nuova, più dinamica, più viva, più veloce, più emozionante, in spazio nuovo” continua Angelo Sticchi Damiani “il più dinamico, vivo, veloce ed emozionante tra gli spazi dedicati all’auto: il ‘Tempio della Velocità’, quel ‘Monza Eni Circuit’ che tutto il mondo ci invidia: il circuito più veloce, più spettacolare e più amato da tifosi e appassionati di tutto il mondo. Il Milano Monza Open-Air Motor Show sarà tutto questo. E l’ACI è orgoglioso di esserne parte”.

Comincia tutto a Milano…

Open-Air Motor Show

Milano sarà naturalmente la coprotagonista in questo evento epocale. Anche se la maggior parte delle esposizioni saranno site a Monza, Milano potrà vantare una serie di eventi importantissimi e unici, come ad esempio la Milano President Parade, preview dell’esposizione che si svolgerà il 17 Giugno, in cui gli stessi presidenti delle case automobilistiche guideranno personalmente le anteprime dei loro marchi in una parata al centro della città, che partirà dal Castello Sforzesco e arriverà al Duomo, dove resteranno esposte per gli appassionati fino a sera, quando si dirigeranno verso l’autodromo.

“Milano è la città perfetta per dare il via a questo innovativo Motor Show” spiega Giuseppe Sala “La nostra città, oltre ad avere l’onore di ospitare la President Parade, sarà anche il luogo del dibattito sulla mobilità sostenibile, nell’ambito del Focus delle Auto Elettriche che si terrà in città proprio dal 18 al 21 giugno. Per tutte queste ragioni, sono sicuro che il Milano Monza Open-Air Motor Show sarà molto apprezzato e saprà ricavarsi con questa formula uno spazio nel cuore degli appassionati di motori e nel calendario degli eventi del territorio”.

Infatti nel Capoluogo lombardo il pubblico potrà godere di un approfondimento gratuito sulla mobilità sostenibile attraverso la possibilità di test drive di tutti i modelli elettrici e ibridi plug-in, oltre a tavole rotonde e convegni sulle tematiche ambientali, sulle motorizzazioni green, la componentistica del motorsport e la micromobilità.

…per poi diffondersi a Monza

Open-Air Motor Show

Il 18 Giugno 2020, presso la pista di Formula 1 si terrà la Monza President Parade, con cui si inaugurerà ufficialmente la prima edizione di Milano Monza Open-Air Motor Show. Le automobili che hanno inaugurato l’evento a Milano, saranno stavolta accompagnate dai modelli del motorsport e del mondo heritage.

Da quel momento l’Autodromo sarà lieto di presentare le novità di prodotto, la gamma completa e le anteprime delle case automobilistiche, che saranno in mostra su stand modulari nell’Area Roccolo, una superficie di oltre 60 mila metri quadri. Tutti i brand metteranno in mostra i prodotti delle loro ultime produzioni, che potranno anche essere a disposizione del pubblico: i test drive, di tutte le motorizzazioni incluse quelle elettriche, partiranno dalla zona paddock e si svilupperanno su percorsi city, cross country, sulla pista di Formula 1 e sulla vecchia parabolica. Per gli amanti dei fuoristrada ci sarà l’Experience Off-Road,un’intera area dedicata alla prova su strada di 4×4 di tutte le marche.

All’interno dell’Autodromo, nell’area Gerascia, si svilupperà la storia dell’automobile in una sezione organizzata in collaborazione con il collezionista di fama mondiale Corrado Lopresto,che durante la presentazione ha commentato:

“Milano e Torino sono state le capitali dell’industria automobilistica italiana, dove avevano sede tutti i più grandi costruttori e carrozzieri. Il Motor Show darà spazio a questa tradizione con mostre ed eventi culturali che raccontino al pubblico una storia incredibile di successi e di talenti che hanno reso immortale l’auto italiana. Ci sarà spazio anche per un concorso con le più belle vetture dei collezionisti di tutto il mondo, e abbiamo pensato di unire alle auto anche barche, aerei, moto, per parlare della storia della mobilità e del design a tutto tondo”.

Un ottimo punto in cui annusare un po’ di storia automobilistica in quanto, come conferma il Presidente di Amministrazione della SIAS Giuseppe Redaelli “l’Autodromo di Monza ospita eventi motoristici da quasi un secolo e sul suo tracciato sono state sviluppate invenzioni fondamentali per il mondo dell’automobile come il guardrail e il Telepass. In ogni angolo dell’Autodromo si respira la storia dell’automobile. Decine di case automobilistiche hanno testato i loro nuovi modelli mettendoli alla prova sui veloci rettilinei del Tempio della Velocità e attraverso le vertiginose pendenze delle curve Sopraelevate”.

Anche gli appassionati privati faranno parte dell’evento: collezionisti privati e i proprietari di supercar per i quali sono in programma sfilate, raduni e giri in pista, sia parabolica che sul circuito di Formula 1, fedeli portabandiera all’anima dinamica della manifestazione potranno presentare le loro vetture e metterle in mostra durante gli eventi, “uno dei concept in cui crediamo per rendere questo evento innovativo” afferma Levy “è nella partecipazione attiva del pubblico: non crediamo negli appassionati passivi”.

Accanto ai box verranno esposti differenti modelli di supercar, dalle hypercar e dai modelli che hanno fatto la storia nel motorsport. I box utilizzati dai team di Formula 1 saranno sede di approfondimenti dei brand sulle diverse anime degli sport automobilistici.

“L’Autodromo di Monza, che nel 2022 compirà cent’anni” afferma Dario Allevi “è uno dei circuiti più antichi e famosi al mondo anche grazie alla sua posizione all’interno del Parco cintato più grande d’Europa che dà vita ad uno scenario unico al mondo. Durante tutto l’anno i suoi rettilinei e le sue curve sono percorse da auto d’epoca e da corsa. La sfida che abbiamo davanti è quella di farlo diventare nei prossimi anni un impianto sempre più polifunzionale capace di attirare grandi eventi internazionali. Il Milano Monza Open-Air Motor Show va in questa direzione”.

Verso l’Autodromo e Oltre

Open-Air Motor Show

Ma naturalmente non si ferma tutto all’interno dell’autodromo: nell’arco delle quattro giornate del Motor Show, Monza brulicherà di eventi e meeting organizzati da club e collezionisti.

È anche confermato il Gran Premio Parco Valentino, un tour per 200 equipaggi selezionati tra supercar e prototipi, che si svolgerà domenica 21 giugno 2020 con arrivo nella pista di Formula 1.

Gli appassionati di motori possono già acquistare il biglietto d’ingresso su TicketOne e sul sito www.milanomonza.com (€ 20 biglietto standard, € 15 ridotto, € 15 ingresso serale dopo le 19, € 10 ridotto ingresso serale).

Tags

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker