fbpx
Pac-Man-my-arcade

Dopo 40 anni Pac-Man ritorna: un “piccolo” salto nel passato
Il micro player di My Arcade è una dose enorme di nostalgia, in formato mini


PAC-MAN celebra il 40° anniversario, e My Arcade festeggia riproponendolo con il suo Micro Player.

Un gioco che ha fatto la storia

Pac-Man è uno dei videogiochi per eccellenza. Nato nel 1980 da un idea di Tōru Iwatani, il gioco di Namco è da allora sbarcato nelle sale giochi di tutto il mondo. Il gioco ha raggiunto negli anni ’80 un livello di notorietà pazzesca, tanto che perfino l’allora Presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan si congratulò con un bambino di 8 anni, Jeffrey R. Yee, che aveva stabilito il record del mondo (anche se qualcuno mette in dubbio che il bambino abbia totalizzato un punteggio così alto).

Ma la notorietà di Pac-Man non è finita con la guerra fredda. Negli anni sono stati innumerevoli gli omaggi al gioco di Namco, dai graffiti sui muri che raffiguravano i fantasmi alle storie fantascientifiche di “Futurama“.

Giocare a Pac-Man con il micro player di My Arcade

Dal 2015, si può giocare a Pac-Man su Android e iOS. E solo cercando “Pac-Man” su Google, si può giocare con un doodle direttamente nel browser.

PAC-MAN
PAC-MAN

Ma per avere un’esperienza davvero vintage, che possa rievocare appieno lo spirito dei videogame anni ’80, bisogna giocarci con una console arcade. My Arcade propone il suo Micro Player per giocare a Pac-Man. Lo schermo è di soli 2,75 pollici, ma ci si riesce a giocare tranquillamente. Il joystick classico, volendo, è facilmente rimovibile per giocare con i tasti direzionali. Nel Micro Player My Arcade di Pac-Man c’è anche una cassa per riprodurre la colonna sonora originale, indimenticabile. Ma chi volesse essere più discreto, può usare le cuffie, visto che c’è un attacco jack.

Il Micro Player sta tutto in una mano, è leggerissimo e funziona con 4 batterie stilo. Quindi si può giocare a Pac-Man anche sui mezzi pubblici o mentre siete in fila. Di certo, non passerete inosservati.

No products found.


Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.