fbpx
HardwareTech

Mesh, powerline e ripetitori Wi-Fi, quale acquistare?

Cerchiamo di fare un po' di chiarezza

Gestire la connessione wireless all’interno della propria abitazione oppure in un ambiente aziendale non è per nulla semplice. Spesso, infatti, lo spessore delle pareti oppure la distanza dal router principale hanno un grande impatto sulle prestazioni della rete Wi-Fi a cui ci si collega. Per fortuna ci vengono in auto alcuni dispositivi nati per migliorare queste problematiche riguardo le reti wireless, come i router mesh, i ripetitori Wi-Fi e gli adattatori powerline: ma come capire quale di questi tre fa al caso vostro?

Cos’è un router mesh Wi-Fi?

Per capire cos’è un router mesh bisogna innanzitutto soffermarsi sulla prima parte del nome. Un router è un dispositivo indispensabile in ogni casa o ufficio dotato di connessione internet, che gestisce e permette lo scambio di dati tra il proprio ambiente e internet vero e proprio. Ovviamente non si ferma a ciò, perché si occupa anche di gestirne la sicurezza, i protocolli, il port forwarding e molto altro, ma semplificando si può dire che è l’instradatore (da qui router) di internet verso la propria abitazione.

Un router mesh, di conseguenza, effettua le stesse operazioni di un router normale fornito dal proprio provider di servizi internet (chiamato anche ISP), ma non si ferma qui. Più router mesh all’interno dello stesso edificio, ad esempio la vostra casa, consentono lo scambio di dati tra loro permettendo ai dispositivi più lontani dal router principale di connettersi a internet tramite il dispositivo mesh più vicino.

Una connessione senza interruzioni

La particolarità è che, a differenza ad esempio dei range extender, creano un’unica rete internet all’interno dell’ambiente. Questo significa che se vi sposterete da una stanza all’altra, il dispositivo non perderà la connessione internet e si “aggancerà” al router mesh più vicino in modo fluido senza interruzioni. Ovviamente i vari mesh dovranno essere posti in modo tale che riescano a dialogare tra loro, quindi in base al modello dovrete rispettare la distanza massima.

I vari dispositivi router mesh della stessa rete si possono definire anche satelliti che portano il segnale ovunque. La copertura, utilizzando questa opzione, è potenzialmente illimitata poiché si possono collegare moltissimi satelliti che dialogano tra di loro distribuendo la rete Wi-Fi in ogni angolo della casa. E, facendo parte tutti della stessa rete, non vi accorgerete di essere passati da un satellite all’altro. Ogni router mesh, poi, oltre ad essere provvisto di antenne Wi-Fi, è dotato di porte LAN per consentire una connessione cablata con il proprio PC.

NETGEAR Orbi Mesh WiFi 6 RBK353, Sistema Dual Band composto...
  • Copertura WiFi Mesh fino a 300 m² e oltre 30 dispositivi.
  • Velocità Mesh WiFi 6 AX1800 per ottimizzare la velocità di navigazione dei tuoi dispositivi
  • Compatibile con qualsiasi provider di servizi Internet incluse le connessioni via cavo, satellite, fibra ottica e DSL

Cos’è un powerline (con funzionalità Wi-Fi)?

Un adattatore powerline consente di trasferire la rete internet su lunghe distanze sfruttando la rete elettrica dell’abitazione o dell’ufficio. In pratica si deve collegare il primo powerline alla corrente e al router principale tramite un cavo ethernet, mentre il secondo e tutti i successivi si alimentano alla correte e portano la connettività in giro per l’ambiente tramite la rete elettrica. Questi sono utili nei grandi ambienti in cui è necessario portare internet in una stanza remota rispetto a quella in cui è presente il router principale, e due router mesh sarebbero troppo distanzi tra loro per dialogare.

Solitamente i powerline sono dotati di una o più prese ethernet per la connessione LAN e quelli più moderni hanno anche delle antenne Wi-Fi per potersi connettere in maniera wireless. Ogni powerline ha una velocità massima espressa in Mbps che identifica la velocità di trasmissione dei dati possibile sia via LAN che Wi-Fi. Ovviamente la prestazione della connessione dipende anche dalla qualità della rete elettrica dell’ambiente.

Cos’è invece un range extender?

Chiamato anche Wi-Fi extender o ripetitore Wi-Fi, si tratta di un dispositivo – come si può evincere dal nome – che permette di estendere la connettività all’interno dell’ambiente domestico o aziendale. Sono stati surclassati dai più moderni e prestanti router mesh, ma sono ancora utili in contesti piccoli in cui si vuole estendere la rete wireless senza spendere troppo. Hanno meno funzionalità e personalizzazione rispetto a un satellite mesh. Ritrasmettono infatti semplicemente la rete Wi-Fi che ricevono dal router principale, spesso formandone una secondaria. In questo caso, quindi, è necessario scegliere a quale rete connettersi, se a quella principale o a quella creata dal range extender.

Come gli altri dispositivi, sono disponibili in diverse versioni, che oltre alle antenne wireless mettono a disposizione delle porte LAN a cui connettersi con il cavo ethernet.

Mesh vs powerline vs ripetitore Wi-Fi: quale scegliere in base al costo?

Range extender Wi-Fi economici vs Powerline e Mesh

Ci sono settori in cui è meglio investire in prodotti di qualità rispetto a risparmiare magari pentendosene in un secondo momento. Ma, se il vostro obiettivo è quello di migliorare la vostra connessione mantenendo un budget basso, i router mesh sono i dispositivi da escludere. Ogni satellite è un router completo in sé, quindi il prezzo ovviamente si alza. I ripetitori/range extender sono la scelta più economica delle tre soluzioni, se ne trovano infatti a partire da 20€. Ovviamente questi non offrono la flessibilità, la personalizzazione e i vantaggi in termini di sicurezza dei mesh, né la copertura e le prestazioni dei powerline. Questi ultimi sono meno costosi dei sistemi mesh, ma devono essere acquistati in almeno 2 unità, quindi costeranno di più dei ripetitori Wi-Fi classici.

Offerta
Tenda A18 Ripetitore Wifi Wireless,Velocità Dual Band...
  • Esperienza Internet affidabile e veloce: potenzia oltre 120 metri quadrati, il ripetitore WiFi Gigabit funziona bene con...
  • AC 1200 Ripetitore WiFi: 2,4 GHz: 300 MBps, 5 GHz: 867 MBps; migliora la connettività e riduce le interferenze wifi
  • Antenne dual band: ogni antenna fornisce reti WiFi a 2,4 GHz e 5 GHz, velocità di trasmissione dati veloce per 4K HD,...

Quali scegliere in base alle prestazioni?

Innanzitutto per affrontare il discorso delle prestazioni bisogna scindere tra larghezza di banda e copertura/forza del segnale. La larghezza di banda determina la quantità di dati che possono essere trasmessi durante una connessione, ed è importante acquistare un hardware che sfrutti al massimo la larghezza di banda della propria connessione.

Prendendo in considerazione questo parametro, l’opzione peggiore saranno gli extender Wi-Fi. Le loro prestazioni si basano in gran parte sull’acquisizione di un segnale Wi-Fi e sulla sua ripetizione, ma in questo processo la larghezza di banda può diminuire, sfruttando solo una parte delle vere capacità della propria connessione. I router mesh danno il meglio di sé in questo senso se sfruttati in un ambiente di medie dimensioni, poiché la velocità di un satellite dipenderà anche dalla sua vicinanza al router mesh principale. Se il vostro ambiente è molto esteso, e coperto da un singolo circuito elettrico, la scelta migliore per preservare la larghezza di banda è il powerline.

La copertura

Se invece si prende in considerazione la copertura, quindi quanto spazio all’interno di un ambiente riescono a coprire, e la forza di tale copertura, ci troviamo di nuovo a escludere i ripetitori Wi-Fi. Gli extender in genere daranno miglioramenti minimi in termini di copertura e potenza, poiché stanno semplicemente ripetendo la larghezza di banda e la velocità disponibili da dove vengono distribuiti. I router mesh, d’altra parte, possono essere utilizzati per aggirare difficili ostacoli fisici nel proprio ambiente, come muri spessi e lunghi corridoi che diminuiscono molto la copertura Wi-Fi. Tuttavia, come per i ripetitori, la copertura e la potenza del segnale sarà dipende dalla vicinanza dal router principale. E dovranno essere posti in punti strategici. La scelta migliore, ancora una volta, è l’adozione di un powerline che, sfruttando la linea elettrica, non baderà a muri e ambienti estesi.

Tuttavia, va menzionato che i powerline non commutano automaticamente il proprio dispositivo sulla nuova connessione mentre ci si muove per casa, come fanno invece i mesh. Ciò significa che il vostro smartphone rimarrà connesso ancora alla prima unità, anche se la copertura sarà davvero bassa e se c’è un powerline più vicino attorno a voi.

sicurezza wifi mesh vs powerline wi-fi
Un esempio della personalizzazione di una rete mesh. Photo: TP-Link.

Se invece si vuole considerare anche l’aspetto della sicurezza, la scelta migliore sono i router mesh. Hanno solitamente delle applicazioni dedicate che consentono di gestire e configurare la rete, nonché la sicurezza e altre opzioni come il parental control. Sono spesso dotati di un protocollo di crittografia dedicato e solitamente le applicazioni consentono la creazione di reti secondarie con credenziali differenti.

L’hardware che fa al caso vostro

Come avrete capito, ognuno di questi dispositivi consente di estendere e migliorare la propria connessione domestica o aziendale, ma con alcune differenze. E, come spesso capita, non c’è una scelta giusta o sbagliata. In definitiva i ripetitori Wi-Fi sono i più economici, ma vanno bene solo su brevi distanze (in una casa distribuita su più piani diventa già problematico). E soprattutto se non avete bisogno di personalizzare troppo la rete, o di utilizzare particolari funzioni di sicurezza. I router mesh consentono una personalizzazione migliore e di non perdere mai la connessione pur spostandosi da un estremo all’altro della casa, ma sono più costosi e vanno posizionati in modo intelligente lungo l’ambiente da coprire. Infine i powerline si posizionano nel mezzo, sia per sicurezza che per le altre funzionalità, ma vincono in quanto copertura poiché possono essere posizionati agli estremi opposti di una casa sfruttando la linea elettrica.

Wi-Fi mesh e powerline, l’ibrido che conquista

Devolo Mesh Wi-Fi 2
Devolo Mesh Wi-Fi 2

Nell’ultimo periodo alcune aziende hanno realizzato anche dei dispositivi ibridi mesh con powerline, che quindi uniscono le caratteristiche migliori delle due categorie. Un esempio è il TP-Link Deco P9, che abbiamo provato personalmente e che vi consigliamo, che permette la creazione di una rete Wi-Fi estesa – senza perdita di segnale spostandosi da un angolo all’altro dell’abitazione – anche in aree non raggiungibili con la tecnologia mesh Wi-Fi pura. Il tutto grazie all’aggiunta del supporto powerline che sfrutta l’impianto elettrico. Anche i dispositivi Devolo Mesh Wi-Fi 2 e il Devolo Magic 2 Wi-Fi sfruttano la tecnologia mesh e quella powerline. Ovviamente questa tecnologia ibrida comporta un aumento di prezzo ma non ve ne pentirete: secondo noi si tratta della soluzione migliore per estendere la connessione wireless di casa.

Offerta
TP-Link Deco P9 Hybrid Wifi Mesh con Powerline - Wifi AC1200...
  • Ultimo modello mesh wifi rilasciato da TP-Link a ottobre 2019. Rispetto al fratello deco p7, la velocità della...
  • Hybrid mesh Wi-Fi: deco p9 ha il primato di introdurre la tecnologia hybrid mesh, che permette la creazione di una rete...
  • Velocità combinata, Wi-Fi dual-band ac1200 + powerline av1000: Deco p9 combina connessioni Wi-Fi dual-band e powerline...
Devolo Mesh WiFi 2 Starter Kit
  • Prestazioni Mesh ultra veloci
  • Il sistema a tre bande più veloce della sua categoria
  • Un Wi-Fi senza nessun angolo morto

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button