fbpx
Recensioni VideogiochiVideogiochi

La recensione di Echo Generation: uno strano ma affascinante viaggio

Scoprite con noi questo particolare e interessante GDR stile anni '80

Abbiamo provato per voi Echo Generation, uno strano ma affascinante GDR old school realizzato da Cococucumber e siamo pronti a dirvi la nostra con questa recensione. La nostra prova è avvenuta su PC ma il titolo è anche disponibile, a partire dal 21 ottobre, per tutte le console Xbox.

La recensione di Echo Generation: un viaggio old school

Echo Generation segue l’avventura di due ragazzini che indagano su misteriosi avvistamenti alieni nella loro città natale, Maple Town. Si tratta dell’ultimo progetto di Cococucmber, un RPG a turni che racchiude in sé delle vibes alla Stranger Things.

È l’anno 1993 e ci troviamo all’interno di una stanza, in cui possiamo creare il nostro personaggio. Non aspettatevi nulla di troppo ricercato o dettagliato. Tutto ciò che potete fare è scorrere tra i personaggi presenti, scegliere il vostro preferito, dargli un nome e iniziare la vostra avventura.

Una volta scelto il personaggio con cui iniziare a giocare e ad esplorare la pittoresca cittadina di Maple Town, potete iniziare a dare un’occhiata in giro.

Il nostro personaggio, dopo aver esplorato un po’ la stanza, deve andare dai suoi amici per girare un cortometraggio ma in città girano strane voci. Alcuni dicono che poco fuori la città, è caduta un’astronave aliena. A questo punto, insieme alla nostra sorellina, ci avventuriamo per indagare e valutare se le voci sono effettivamente vere.

Tuttavia nella piccola cittadina iniziano a succedere cose strane.

Si scopre rapidamente che pericolosi esseri ultraterreni hanno iniziato a girare per Maple Town e a rapire i suoi abitanti. La fauna locale sta mutando in bestie orribili e robot giganti sono stati visti scatenarsi alla periferia della città. Con il destino di Maple Town in pericolo e gli adulti che pensano che sia tutto falso, tocca a noi e a nostra sorella scoprire da dove vengono questi mostri e impedire che distruggano la città.

Il primo aspetto che salta all’occhio è lo strano ma artistico stile voxel incredibilmente dettagliato, caratterizzato da colori accesi e vibranti. Lo stile di Echo Generation imita la grafica 8-bit e 16-bit in 3D ed è impossibile non rimanere completamente affascinati da questo stile retrò caratterizzato da importanti dettagli e uno sfondo che si avvicina alla pixel-art.

Anche il comparto sonoro è di pari passo con quello grafico. La colonna sonora del titolo è caratterizzata da musica rilassante ma avvincente, tipica della fine degli anni ’80 e primi anni ’90. Inoltre, durante le boss fight, il comparto sonoro diventa più incalzante ed è in grado di trasmetterci l’energia giusta per poter combattere e dare il meglio di noi.

Proprio come la musica, anche il gameplay rispecchia un RPG old school. Possiamo esplorare Maple Town, interagire con gli oggetti e conversare con i personaggi per scoprire da dove vengono questi mostri. Lungo la strada, possiamo anche raccogliere fumetti per insegnare al nostro gruppo nuove mosse speciali, oggetti utili per le battaglie e reclutare animali domestici per unirsi a noi.

La preparazione è la chiave di tutto

Una delle caratteristiche principali del titolo sono i combattimenti a turni, che possono apparire nei momenti più inaspettati. All’inizio, ad esempio, preparatevi a combattere contro un gruppo di procioni che non ha la minima intenzione di farvi passare.

Per farlo, ovviamente, dovrete essere preparati. Nelle battaglie a turni di Echo Generation i vostri attacchi e gli attacchi speciali sono eseguiti attraverso brevi ed intuitivi minigiochi. A seconda di come vi comportate (e di quando cliccherete un determinato tasto) i vostri attacchi infliggeranno più o meno danni del normale.

Anche i vostri nemici hanno dei mini-giochi speciali per i loro attacchi. In questo caso avete la possibilità di difendervi e ridurre il danno, se risponderete all’attacco e al mini-gioco in modo corretto. Sconfiggete i nemici e otterrete punti esperienza che vi permetteranno di salire di livello e aumentare una delle tre caratteristiche del personaggio: punti vita, punti abilità o forza.

Le battaglie a turni, per chi è appassionato, risultano molto coinvolgenti ed interessanti. Inoltre ci metteranno spesso alla prova. Dovete infatti utilizzare i vostri oggetti curativi con parsimonia e prestare attenzione agli attacchi del vostro nemico per difendervi bene. Non si vincerà sempre con facilità ma forse è proprio questo che rende la sfida ancora più entusiasmante.

Questo significa che ogni combattimento sarà ricco di tensione e anche un nemico all’apparenza semplice, in realtà, rappresenta una vera minaccia se non si presta attenzione. Ciò che però dovete temere sono i boss: qui il tempo di reazione agli attacchi e la gestione degli oggetti curativi sono messi a dura prova.

Echo Generation è piuttosto impegnativo. Per questo vi consigliamo di arrivare sempre preparati alle battaglie, di esplorare a fondo l’ambiente circostante per trovare oggetti e di imparare ad utilizzare in modo ottimale i tasti. A quel punto, le battaglie saranno ancora più incredibili.

La recensione di Echo Generation: qual è il verdetto?

Echo Generation all’apparenza sembra un semplice gioco per bambini ma, in realtà, è molto di più. La storia risulta interessante e i personaggi che si incontrano sul proprio cammino sono ben caratterizzati e spiccano. Il sistema di battaglia a turni è probabilmente l’aspetto che più abbiamo apprezzato. Non solo ci mette costantemente alla prova ma, una volta imparati i trucchi del mestiere, diventa estremamente divertente. Ogni battaglia sarà entusiasmante e unica.

Ci sono però alcune note che potrebbero essere negative per alcuni giocatori ma, per altri, potrebbero risultare divertenti. Abbiamo notato che spesso sarà complicato trovare ciò di cui abbiamo bisogno per risolvere i puzzle. Inoltre pensare fuori dagli schemi è ciò di cui abbiamo bisogno per procedere in avanti ma non sempre ci verrà naturale farlo.

Per alcuni giocatori può essere interessante, per altri invece potrebbe risultare complicato. In ogni caso vi consigliamo di non abbattervi ed osservare bene ogni angolo dell’ambiente. La trama avrà dei risvolti strani e improvvisi quindi preparatevi perché state per fare un viaggio strano ma davvero affascinante. In ogni caso, sappiate che ne vale la pena.

Per concludere vi ricordiamo che il titolo è disponibile a partire dal 21 ottobre 2021 su PC, Xbox One e Xbox Series X e Series S.

Offerta
Microsoft Xbox Series S, Standard
  • Arriva la nuova Xbox Series S, la console Xbox più piccola ed elegante di sempre. Prova la velocità e le prestazioni...
  • Punta tutto sul digitale e gioca senza disco con la console Xbox più piccola di sempre
  • Il pacchetto include: console Xbox Series S, Controller Wireless per Xbox, cavo HDMI ad alta velocità, cavo di...

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button