fbpx
Recensioni TechTech

La recensione del realme GT Master Edition: velocità e stile in un palmo

Il realme GT è arrivato nel mercato da pochi mesi, convincendo gli utenti e la stampa con un particolare connubio tra stile, potenza e velocità. Oggi realmente ci propone una nuova versione del precedente modello con il realme GT Master Edition 5G. Siamo di fronte ad un dispositivo di grande stile realizzato dal noto designer Naoto Fukasawa cha ha donato il suo rinomato tocco a questo smartphone. Le opere di Fukasawa sono esposte nei più grandi musei di arte contemporanea del mondo e oggi, grazie a realme, possiamo portare nelle nostre tasche una goccia del suo genio. Allo stile si affianca anche la tecnologia e le prestazioni del realme GT, scopriamole tutte nella recensione di questa Master Edition.

Un po’ di tecnicismi

Prima di iniziare, scopriamo prima cosa si nasconde dentro questo affascinante Realme GT Master Edition:

  • Peso: 180g
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 778G 5G
  • Memoria: RAM 8GB + 256GB, RAM 6GB + 128GB
  • Memoria Interna espandibile: No
  • Display: 6.53″ Super AMOLED, 120HZ Refresh Rate
  • Batteria: 4300mAh con supporto alla ricarica Super Dart
  • Fotocamera posteriore: 64MP+ Grandangolare 8MP+ Lente Macro 2MP
  • Fotocamera frontale: 32MP
  • Sensore d’impronta: Sì, sotto lo schermo
  • Sim: DualSim
  • Connettività: WiFi 6; 2/3/4/5G; Bluetooth 5.2; GPS; NFC
  • Audio: Stereo
  • Jack Audio: Sì

La nostra recensione del realme GT Master Edition

Abbiamo già analizzato le prestazione del realme GT nella nostra recensione completa e possiamo già spoilerarvi che, da un punto di vista tecnologico, la Master Edition è praticamente identica al GT già disponibile sul mercato. Il Display è lo stesso display Super AMOLED da 6,43”, prodotto da Samsung, che abbiamo già avuto modo di vedere sul Realme GT, con una risoluzione da 2400 x 1080 e una frequenza di aggiornamento adattiva fino a 120 Hz. Anche in questo caso abbiamo due versioni dello smartphone con due memorie diverse: abbiamo la versione da 6GB di RAM e 128GB di memoria interna, e una versione da 8GB di RAM e 256GB di memoria interna. In nessuna di queste versione è possibile espandere la memoria.

Quello che cambia tra il realme GT e il realme GT Master Edition è invece il processore. La Master Edition utilizza infatti uno Snapdragon 778G 5G anziché uno Snapdragon 888. Benché siamo di fronte ad un “passo indietro”, il realme GT Master Edition riesce a compiere egregiamente qualsiasi funzione gli sia richiesta nell’utilizzo quotidiano del dispositivo a gran velocità. I 120 Hz adattivi dello schermo AMOLED si notano e rendono gradevole la percezione degli occhi sullo schermo. Ovviamente la loro stabilità varia dall’utilizzo che si fa del dispositivo e dalle applicazioni utilizzate, ma il risultato generale è più che soddisfacente.

Per quanto riguarda il comparto fotografico troviamo delle novità. La fotocamera posteriore è rimasta invariata rispetto al modello precedente. Troviamo infatti tre fotocamere: 1 obbiettivo principale da 25mm equivalente, f/1.8, da 64 MP, 1 grandangolare da 8MP f/2.3 e un obbiettivo macro da 2MP f/2.4. Nella Master Edition, però, la fotocamera frontale è da 32MP anziché 16MP. Scopriremo come si comporta la fotocamera, più avanti in questa recensione.

Design

La vera grande novità di questo modello è senza dubbio l’estetica e la cura nel dettaglio. Di questo modello abbiamo tre diverse colorazioni: Voyager Grey, Lunar White e Cosmos Black. Il design, creato da Naoto Fukasawa, è ispirato al tema del viaggio e sebbene le colorazioni Lunar White e Cosmos Black vantino uno stile impeccabile, è la versione Voyager Grey che esprime al meglio questo tema. Il retro dello smartphone è infatti realizzato in cuoio vegano e ricalca i motivi e le linee orizzontali di una elegante valigia. Questa versione pesa 180g anziché 174 delle altre colorazioni, ma è un piccolo prezzo da pagare per mostrare lo stile e la cura che è stata messa in questo smartphone.

L’utilizzo dei materiali di qualità e lo spessore dello smartphone (circa 8mm) danno una sensazione di solidità per un ottimo feel sulle mani.

La nostra prova sul campo

Abbiamo avuto in prova il realme GT Master Edition per circa 2 settimane durante le quali ha sostituito il nostro solito smartphone. Possiamo già anticiparvi che ci ha soddisfatto appieno nonostante alcuni dubbi. Iniziamo subito col dire che lo schermo Amoled da 6.53″ è perfetto sia per l’utilizzo quotidiano, per guardare film o per il gaming, ideale per trasformare il vostro smartphone in un vero e proprio centro di intrattenimento. La frequenza a 120hz, come anticipato, varia a seconda dell’utilizzo che si sta facendo e dell’App usata, ma in linea di massima le prestazioni sono molto vicine a quelle di uno smartphone di fascia alta.

La tecnologia al suo interno non è di certo rivoluzionaria e troviamo altri modelli sul mercato che offrono queste prestazioni ma in questo caso, sono affiancate dalle particolarità di realme e da feature più che interessanti. Segnaliamo, tra le altre, la possibilità di espandere la RAM a seconda della memoria utilizzata. Sacrificando una parte della memoria interna, infatti, è possibile aumentare la RAM di 2, 3 o 5 GB. Si tratta di una funzione particolarmente utile quando è più importante avere prestazioni efficaci che non spazio di archiviazione. Da buon membro della piccola famiglia GT, anche la Master Edition è dotata della Modalità GT. Una volta attivata, le prestazioni del cellulare raggiungono il massimo delle performance costantemente, ovviamente a discapito della batteria.

realme GT Master Edition Smartphone, Qualcomm Snapdragon...
  • La CPU dello Snapdragon 778G 5G contiene un core principale Cortex-A78 con velocità di clock di 2,4 GHz, aumentando le...
  • Samsung AMOLED Fullscreen 120Hz: Può presentare colori vivaci proprio come li vedi nel mondo reale e fornire uno...
  • Carica SuperDart a 65W: riesce a ricaricare il tuo telefono al 100% in 33 minuti.

L’autonomia che colpisce

Restando su questo tema, vi diciamo che la batteria del realme GT Master Edition scende a 4300mAh contro i 4500 mAh del realme GT. Sebbene si tratti di una capacità minore, la differenza tra i due modelli è praticamente impercettibile e siamo riusciti ad arrivare tranquillamente a fine giornata con una sola ricarica. L’autonomia ovviamente dipende dall’utilizzo che si fa del dispositivo, ma in caso di un uso sfrenato, sappiate che anche la Master Edition supporta la ricarica Super Dart di realme con un caricatore da 65W incluso nella confezione. Grazie a questa particolare tecnologia, sarete in grado di ricaricare il vostro realme da 0 a 100 in poco più di mezz’ora.

Da segnalare anche un’altra particolarità della batteria riguardante la ricarica intelligente notturna. Come sappiamo, tenere il cellulare sotto carica quando la batteria ha raggiunto il 100% è dannoso per il ciclo vitale della batteria stessa. Nonostante ciò molti di noi caricano il cellulare di notte, aumentando notevolmente il numero di ore necessarie per la ricarica. Sapendo ciò, realme ha sviluppato un particolare software che, quando si inserisce la presa usb durante la notte (la fascia oraria può essere selezionata), lo smartphone deciderà autonomamente quanto e quando caricarsi con la certezza di avere la batteria al 100% il giorno dopo. Si tratta di una tecnologia semplice ed efficace che aumenterà la salute della batteria negli anni.

Reparto fotocamere

Passando per le fotocamere, la fotocamera principale da 64MP è stata la nostra gioia. Sebbene, come anticipato, altri smartphone abbiano un comparto di fotocamere più avanzato, per la fascia di prezzo dove si piazza il realme GT Master Edition, siamo a livelli notevolissimi. Le foto possono raggiungere una risoluzione massima di 9248×6936, più che sufficienti per qualità eccellente.

Tra le modalità più interessanti troviamo sicuramente la modalità strada sviluppata insieme a fotografi di strada professionisti. Con questa modalità, realme ci ha dato la possibilità di realizzare le migliori fotografie urbane per scattare velocemente e ridurre l’interferenza degli algoritmi per risultati ottimali anche nelle situazioni più movimentate.

La fotocamera frontale da 32 MP rappresenta un bell’upgrade rispetto al GT “normale” per selfie in alta qualità anche in situazioni con scarsa luce grazie alla modalità notte.

La recensione del realme GT Master Edition in pillole

Il realme GT Master Edition ha mantenuto alte le prestazioni della versione GT originale, con una batteria efficiente, fluidità e tutta la potenza del processore Snapdragon unita, ovviamente, all’ormai immancabile connessione 5G. Questa Edition non è poi così Master in termini di differenza e upgrade tecnici ma mostra il suo meglio con il suo design ricercato e particolarissimo con materiali e disegni “Prime”.

La Master Edition non è ovviamente pensata per chi possiede già un realme GT ma per i nuovi utenti che sono stati incuriositi dalla tecnologia realme, rappresenta un ottimo se non doveroso modello con cui entrare finalmente all’interno della famiglia realme.

Prezzi e disponibilità del realme GT Master Edition

La Master Edition del realme GT è disponibile in due versioni: 6GB di RAM+128GB di memoria a 349€ oppure 8GB di RAM+258GB di memoria a 399€.

PRO

  • Design ricercato e accattivante
  • Tutta la tecnologia realme
  • Fotocamera per i selfie migliorata
  • Eccellente autonomia

CONTRO

  • Poche differenze con la versione GT classica
  • Assenza della ricarica wireless
  • Processore meno potente

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button