fbpx
riapertura musei

AMACI commenta le norme sulla riapertura parziale dei musei
L'Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani dice la sua


AMACI, Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, ha commentato le nuove norme legate alla riapertura dei musei a seguito del DPCM in vigore dallo scorso 16 gennaio 2021. Stando a quanto stabilito dal nuovo decreto, la riapertura dei musei è consentita solo nelle zone gialle e solo nei giorni feriali, con una notevole limitazione delle attività.

Il parere di AMACI sulla riapertura dei musei

Dopo oltre due mesi dalla completa chiusura dei musei e delle istituzioni culturali, AMACI sottolinea come la riapertura parziale rischi di penalizzare ulteriormente il ruolo e la funzione sociale dei musei. Il nuovo provvedimento, infatti, mette a rischio la sostenibilità, non solo economica e finanziaria, di molte realtà museali.

Secondo AMACI è necessario introdurre ulteriori elementi per una valutazione sulle riaperture di questi luoghi. Oltre all’indice del contagio, infatti, bisognerebbe considerare anche la densità di popolazione e la media annuale di visitatori. In questo modo sarebbe possibile fare valutazioni complete con l’obiettivi di mantenere vivo il legame con il pubblico e il territorio.

Il ruolo dei musei d’arte contemporanea

Stando a quanto dichiarato da AMACI, i musei d’arte contemporanea non sono solo contenitori di opere d’arte e sedi espositive. Si tratta di centri di studio e produzione e punti di riferimento per tutta la comunità artistica. Per questo motivo, tali musei chiedono alle istituzioni che venga riconosciuto il legame con le comunità di riferimento, oggi delegato alle sole modalità digitali.

Offerta
Musei e media digitali
  • Mandarano, Nicolette (Author)

Davide Raia