fbpx
NewsTech

Slack rimuove i messaggi di invito per problemi di molestie

Ad appena un giorno dall'introduzione della funzione "Slack Connect", la piattaforma è costretta a rivederla per problemi di molestie

Proprio ieri Slack ha lanciato la nuova funzione “Slack Connect“, che permette agli utenti di entrare in contatto anche con persone che non fanno parte della propria organizzarion. Ma, a poche ore dalla sua introduzione, la piattaforma si è vista costretta a correre ai ripari. I messaggi diretti, a quanto pare, non sono crittografati end-to-end, e questo non ha fatto altro che scatenare la preoccupazione del pubblico. La funzione potrebbe essere utilizzata per inviare messaggi offensivi o molestare un utente, ed è proprio per questo che Slack ha deciso di disabilitare la funzione per inviare un invito di contatto attraverso un messaggio privato. In questo modo, nessuno potrà essere offeso o molestato.

Slack modifica la funzione “Slack Connect” per la sicurezza degli utenti

Dopo aver lanciato i DM di Slack Connect questa mattina, abbiamo ricevuto un feedback prezioso dai nostri utenti su come gli inviti via e-mail per utilizzare la funzione potrebbero essere potenzialmente utilizzati per inviare messaggi offensivi o molesti. Stiamo adottando misure immediate per prevenire questo tipo di abuso, cominciando da oggi con la rimozione della possibilità di personalizzare un messaggio quando un utente invita qualcuno a Slack Connect DM“. Così Jonathan Prince, VicePresidente delle Comunicazioni e delle Politiche della piattaforma, ha commentato l’intervento volto a salvaguardare gli utenti.

Le funzionalità di sicurezza di Slack Connect e i solidi controlli amministrativi sono una parte fondamentale del suo valore sia per i singoli utenti che per le loro organizzazioni. Abbiamo commesso un errore in questo lancio iniziale che non è coerente con i nostri obiettivi per il prodotto e la tipica esperienza di utilizzo di Slack Connect. Come sempre, siamo grati a tutti coloro che hanno parlato e ci impegniamo a risolvere questo problema“. Ed è stato proprio un dipendente di Twitter, Menotti Minutillo, a far notare che la funzione non possedeva solide protezioni opt-out per i singoli utenti. E che non vi era alcun modo per evitare di ricevere spam attraverso gli inviti via e-mail.

Slack Connect, infatti, ignora qualunque filtro possieda la vostra casella di posta. L’email arriva direttamente dall’indirizzo [email protected], con tanto di invito e messaggio privato che l’utente ha deciso di allegare. Questo significa che eventuali messaggi offensivi o molesti arrivano comodamente nella vostra posta in arrivo. Per evitare danni di questo genere, la piattaforma ha deciso di disabilitare la funzione dei DM. Appena introdotta, ha già fatto una pessima fine. Ma questo è quello che succede quando non si mette la sicurezza degli utenti al primo posto.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button