fbpx
AttualitàCulturaMusicaNews

Spotify sospende definitivamente il proprio servizio in Russia

Dopo aver sospeso le sottoscrizioni a Spotify Premium in Russia, la piattaforma annuncia lo stop dell’intero servizio streaming.

Spotify sarà inaccessibile in Russia

A inizio marzo Spotify aveva annunciato la chiusura delle proprie sedi in Russia, seguita dallo stop all’elaborazione dei pagamenti per gli abbonamenti Premium. La società aveva comunque continuato a erogare i propri servizi per lo streaming agli account gratuiti. Tuttavia arriva oggi lo stop definitivo a tempo indeterminato di tutte le attività nel paese. L’annuncio è arrivato con il seguente comunicato ufficiale:

“Eravamo convinti che fosse di fondamentale importanza mantenere il nostro servizio operativo in Russia per fornire notizie e informazioni affidabili, e indipendenti, nella regione. Sfortunatamente le leggi recentemente emanate [del governo russo] limitano ulteriormente l’accesso alle informazioni, ed eliminano la libertà di espressione criminalizzando le notizie libere e mettendo a rischio l’incolumità dei nostri dipendenti e forse anche dei nostri ascoltatori. Dopo aver valutato attentamente le varie opzioni e le circostanze attuali, siamo giunti alla difficile decisione di sospendere completamente il nostro servizio in Russia”.

Il riferimento è ovviamente ai podcast più che alla musica, che sono un veicolo di informazione importante. Il colosso dello streaming ha anche affermato di stare fornendo supporto individuale ai propri dipendenti nel paese, oltre che alla “nostra comunità di dipendenti ucraini”. La società sta anche organizzando donazioni per supportare gli sforzi umanitari in Ucraina.

Offerta
2021 Apple iPad (10,2", Wi-Fi + Cellular, 64GB) - Grigio...
  • Splendido display Retina da 10,2" con True Tone
  • Chip A13 Bionic con Neural Engine
  • Fotocamera posteriore da 8MP con grandangolo, fotocamera frontale da 12MP con ultragrandangolo e Inquadratura automatica

Leggi anche: Le aziende occidentali in Russia: c’è chi resta, chi boicotta e chi viene sostituito

Marco Brunasso

Scrivere è la mia passione, la musica è la mia vita e Liam Gallagher il mio Dio. Per il resto ho 29 anni e sono un musicista, cantante e autore. Qui scrivo principalmente di musica e videogame, ma mi affascina tutto ciò che ha a che fare con la creazione di mondi paralleli. 🌋From Pompei with love.🧡

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button