fbpx
Strabene

Strabene: FestivalFuturo giunge alla sua settima edizione


Il mondo della salute è protagonista di questa settima edizione di FestivalFuturo dal titolo “Strabene: scelte e tecnologie per vivere in salute“, una due giorni a 360° dalle opportunità alle insidie per il consumatore.

Strabene educa i consumatori a vivere in salute

StrabeneL’innovazione nel campo della salute è al centro di questo evento. Sarà un weekend all’insegna di keynote, laboratori tematici, contest per startup, degustazioni, entertainment ed interviste per creare un legame tra i cittadini (più di 3.500 lo scorso anno), istituzioni e aziende.

Un legame il cui scopo è quello di sensibilizzare i consumatori su come uno stile di vita sano sia impattante sulla vita di tutti i giorni.

Focus di quest’anno, quindi, alimentazione, salute, benessere e sport, temi sempre più influenzati dalle innovazioni tecnologiche e che quindi vanno reinterpretati.

Basti pensare alle app o ai dispositivi indossabili per il monitoraggio delle attività e dei nostri parametri, alle nuove cure mediche per curare le malattie croniche, fino alla possibilità di consumare alimenti sempre più sani.

L’alimentazione uno dei protagonisti del festival

E proprio l’alimentazione avrà un ruolo di rilievo quest’anno.

Si parlerà dei superfood che, un po’ per moda e un po’ per reali benefici, sono uno dei trend degli ultimi anni; si parlerà delle diete dei “senza” (senza carboidrati, senza grassi, senza glutine ecc.) con il Prof. Giorgio Calabrese. Sarà presente anche Marco Bianchi che mostrerà le sue ricette di frullati benefici creati per l’evento.

Spazio alla bellezza: l’Estetista Cinica, un’imprenditrice digitale, parlerà del boom dei trattamenti estetici che suscitano sempre più interesse tra uomini e donne.

Ci sono altri aspetti che influenzano il “benessere” nella sua accezione più generale e che forse non ci vengono in mente.

Per esempio il geologo Mario Tozzi parlerà della salvaguardia dell’ambiente, mentre la scienziata ambientale Lisa Casali e il segretario generale di Banco Alimentare Marco Lucchini illustreranno i modi migliori per ridurre lo spreco e l’impatto dei nostri acquisti.

Lo scienziato e ricercatore Silvio Garattini affronterà le nuove dipendenze dei nostri tempi mentre l’astronauta e ingegnere Paolo Nespoli spiegherà come ci si tiene in forma per mesi negli spazi angusti di una stazione spaziale.

Infine, lo scrittore Francesco Piccolo leggerà alcune pagine dei suoi libri in un’occasione dedicata ai momenti felici e infelici della vita.

Spazio anche al Cinema…e ai partner

Sabato 28 settembre sarà proiettato “Antropocene – L’epoca umana”, un documentario sull’impatto delle attività umane sul nostro pianeta: un viaggio tra i sei continenti mostrato con immagini aeree e subacquee molto suggestive. Un’iniziativa organizzata in collaborazione con CHILI e con la partecipazione di Chef Rubio.

Google sarà presente con uno spazio dedicato a numerose attività sul digital well-being e in qualità di partner presiederà, sabato 28 novembre alle ore 17:30, un panel per presentare i nuovi contenuti del progetto Vivi Internet al meglio realizzato insieme ad Altroconsumo (organizzatore dell’evento) e a Telefono Azzurro: sarà presente la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti.

Coca-Cola HBC Italia presenterà UPCYCLE, un viaggio nella sostenibilità, all’insegna dell’innovazione attraverso i temi dell’economia circolare e del riciclo.

Infine, Eurospin con i workshop FACCIAMO LA SPESA INSIEME, in collaborazione con gli esperti di Altroconsumo, aiuterà a fare una spesa intelligente evitando sprechi inutili e fornendo consigli pratici su come risparmiare nella vita di tutti i giorni: ridurre i consumi domestici, scegliere i fondi pensione, le migliori spese per la nostra salute, come comporre un menù bilanciato e altro ancora.

Strabene è in programma a Milano il 28 e 29 settembre al Superstudio Più di via Tortona 27.


Matteo Bonanni

Musicista di professione e malato di tecnologia per indole, mischio sempre musica e tecnologia senza soluzione di continuità perché mi piace circondarmi di cianfrusaglie tecnologiche mentre faccio tutto il resto!