fbpx
tesla velocità

Controllo della velocità: come ingannare una Tesla con il nastro adesivo


Basta un poco di nastro adesivo e la Tesla va giù? A quanto pare, alcuni giorni fa il team di ricerca di McAfee, ha provato un esperimento su alcune vecchie Tesla del 2016. Attaccando un nastro adesivo sulle insegne stradali dei limiti di velocità, sono riusciti a ingannare le Tesla e a farle andare più veloci.

Autopilot di Tesla supera i limiti di velocità…con il nastro adesivo

È un esperimento preoccupante: i ricercatori della società di sicurezza McAfee sono stati in grado di ingannare due Tesla con un banale nastro adesivo. L’avanzato sistema delle famose macchine della casa automobilistica di Elon Musk, è stato aggirato con così poco. 

I limiti di velocità erano stati impostati per guidare fino a 35 mph, ma attaccando due pollici di nastro nero sul numero 3, il veicolo ha interpretato il numero come il numero 8. Così, per la Tesla, i limiti di velocità consentiti in quella zona erano di 85 mph e ha superato i 50 mph nella prova svolta in sicurezza.

L’uomo è in grado di interpretare correttamente il cartello modificato, riconoscendo che  il cartello sia stato modificato, mentre gli algoritmi di machine vision impiegati da Autopilot, per il momento, non sono in grado a quanto pare di interpretarlo. Anche se non tutti che lo hanno visto, si sono resi conto che il limite di velocità era stato alterato“, precisa McAfee.

McAfee for Tesla

McAfee afferma di aver reso noto il problema sia a Tesla sia a MobilEye. Entrambe le aziende hanno apprezzato l’iniziativa, dichiarandosi interessate alla ricerca. Hanno sottolineato, però, che fortunatamente lo stesso esperimento non ha funzionato sull’hardware più recente del pacchetto di Tesla. Infatti, la Tesla più recente non utilizza affatto la tecnologia di riconoscimento dei segnali stradali

Il nastro adesivo funziona solo su Teslas con sistemi di telecamere Hardware Pack 1, installati nei veicoli tra il 2014 e il 2016. Ma “la parte vulnerabile della videocamera, continua a rappresentare una base di installazione considerevole tra i veicoli Tesla“, secondo McAfee.

tesla velocità test mcafee


Elisa Erriu

author-publish-post-icon
"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link