fbpx
MobileNewsTech

Tutto quello che sappiamo su iPhone 14

Sono passati solo tre mesi dal lancio di iPhone 13 ma ci sono già dettagli interessanti sui nuovi modelli

Sono passati poco più di tre mesi da quando Apple ha lanciato il suo ultimo smartphone, ma gli appassionati di tecnologia pensano sempre al futuro: come sarà iPhone 14? Sono già molte le analisi e le voci di corridoio che parlando del nuovo smartphone della Mela, che dovrebbe arrivare nelle prime due settimane di settembre 2022. In questo articolo abbiamo raccolto tutto quello che sappiamo su iPhone 14 con nove mesi d’anticipo. Ma prendete tutte le notizie con le pinze: la gestazione è ancora lunga e nessuna di queste informazioni è ufficiale.

iPhone 14: tutto quello che sappiamo sul nuovo smartphone della Mela

L’arrivo degli iPhone 13 ha portato alcune novità importanti, dallo schermo alla fotocamera. Ma molti analisti pensano che sarà nel 2022 che Apple stravolgerà le nostre aspettative, portando tantissime novità ai suoi clienti. Ci aspettiamo quindi il più grande cambio di design dal 2017, quando la Mela ha introdotto il FaceID. Inoltre, tante novità tecniche sotto la scocca e lo schermo.

Ma andiamo per ordine partendo con una domanda semplice: quanti nuovi iPhone 14 arriveranno?

La serie iPhone 14: standard, Max, Pro e Pro Max

Negli ultimi due anni (iPhone 12 e 13), la Mela ha presentato quattro diversi smartphone al proprio evento settembrino. Un iPhone standard, una versione Mini per chi preferisce un piccolo schermo, una versione Pro con la fotocamera migliore e una Pro Max, con grande schermo e grande fotocamera. Sebbene abbiano dei fan, la versione Mini non ha venduto quanto le altre varianti. Sembra che il mercato premi gli smartphone più grandi. Quindi Apple probabilmente lascerà il ruolo di “piccolo telefono” ad iPhone SE (l’anno prossimo arriverà una nuova versione, con una terza nel 2023).

Invece, nel 2022 arriveranno sempre quattro modelli ma con solo due dimensioni:

  • iPhone 14 avrà uno schermo da 6,1 pollici
  • iPhone 14 Pro avrà la stessa diagonale del display ma fotocamera migliore e funzionalità extra
  • Grande novità: una versione iPhone 14 Max, con le stesse caratteristiche del modello standard ma schermo da 6,1 pollici
  • iPhone 14 Pro Max, con schermo da 6,7 pollici e funzionalità premium

Questo dovrebbe garantire che anche chi non ha interesse a prendere le versioni Pro possa scegliere uno schermo più grande.

Schermo senza notch e con 120Hz di refresh rate

La differenza più evidente nella prossima generazione di iPhone la potremo riconoscere guardando la parte alta dello schermo: niente Notch. Già da marzo del 2021 l’analista Ming-Chi Kuo aveva dichiarato che l’elemento estetico che ha caratterizzato gli iPhone dal 2017 sparirà nel 2022. Invece, Apple inserirà la fotocamera per i selfie in un hole-punch, un foro nella parte alta dello schermo. Come succede ormai in moltissimi smartphone Android.

Senza il notch, tuttavia, Apple non avrà abbastanza spazio per la tecnologia necessaria al Face ID. Alcuni, come l’analista Ross Young e Mark Gurman, ipotizzano che Apple stia lavorando a una versione del Face ID che possa restare sotto lo schermo. Anzi, sembra che Apple abbia già progettato uno schermo con due fori, uno a forma di pillola per la fotocamera da selfie, e un altro circolare per il Face ID. Ma questo secondo sarebbe ricoperto da un vetro riflettente, che quindi non si vede quando lo smartphone è acceso. In questo modo, vedremo solo un piccolo ovale in alto sullo schermo al posto del Notch.

Ma combinando la volontà di rimuovere il notch con il fastidio di molti utenti che, quando indossano la mascherina, non riescono a sbloccare in maniera efficiente il proprio smartphone, molti analisti puntano su un ritorno del Touch ID. Questa volta però il sensore sarà sotto lo schermo, come visto su tanti dispositivi del robottino verde. Tuttavia, sembra che questa novità possa arrivare solo nel 2023 per iPhone 15.

Una novità però potrebbe essere il display a 120Hz ProMotion, che invece di arrivare solo sui modelli Pro potrebbe arrivare anche sulla versione standard e Max. Ma anche questo è in dubbio, specie perché sembra che Apple voglia cambiare fornitore, passando da Samsung a LG per gli schermi del 2022.

iPhone 14 Pro notch
Photo credits: MacRumors

Tutto quello che sappiamo su iPhone 14: i cambi nel design

Oltre a rimuovere il notch, potrebbero esserci dei cambi anche sul retro del dispositivo. In particolare, sembra che la Mela stia lavorando per evitare di avere un camera bump, lasciando il retro del dispositivo piatto. I sensori della fotocamera, il flash e il sensore LiDAR dovrebbero finire dietro un vetro protettivo, che non sporge.

Questo ‘ritorno’ al passato, pur senza diminuire la qualità delle fotocamere, dovrebbe essere accompagnato anche da dei pulsanti per il volume circolari, come per gli iPhone 4 e 5. Per il resto, il dispositivo dovrebbe presentarsi molto simile all’attuale iPhone 13, con l’ormai iconico design “appiattito” cui Apple ci ha abituato.

C’è inoltre la possibilità che arrivi una versione con il corpo in titanio, come per Apple Watch.

Processore e specifiche interne

Secondo quanto riportano fonti vicine alla catena di approvvigionamento dei chip Apple, il processore A16 dovrebbe essere basato sul processo a 4 nanometri di TSMC “NP4”. Le prestazioni dovrebbero essere superiori anche grazie a un sistema di raffreddamento ‘aggressivo’ usando una “camera a vapore” per abbassare le temperature del dispositivo.

La RAM dovrebbe salire da 6 a 8GB, perlomeno per le versioni Pro. Quelle standard invece dovrebbero restare a 6GB. Alcuni voci di corridoio dicono che lo storage potrebbe arrivare fino a quota 2TB, ma sembra ancora troppo presto per confermare o smentire questa voce.

iphone 14 lettore impronte touch id sotto lo schermo

Interessante infine il fatto che Apple starebbe lavorando per costruire un proprio chip 5G. Ma questo non dovrebbe avvenire fino al 2023. Per l’anno prossimo invece Apple dovrebbe affidarsi al Qualcomm Snapdragon X65 modem, che dovrebbe consentire l’arrivo della connettività a 10 Gigabit (dove c’è la copertura). Inoltre, dovrebbe arrivare anche lo standard WiFi 6E, che renderà possibile velocità maggiori anche per le esperienze AR e VR (magari con il visore cui l’azienda sta lavorando).

Tuttavia, recenti report fanno pensare che la Mela possa optare per un design senza SIM, usando solamente le stesse eSIM che utilizza la versione LTE di Apple Watch. La notizia non ha ancora conferme ufficiali, ma con la maggior parte degli operatori di telefonia che offrono ora contratti per le eSIM, sembra probabile che Apple scelga questa strada, per lo meno negli Stati Uniti.

Resta un’incognita la situazione delle porte Lighting. I modelli Pro potrebbero ricevere un ingresso USB-C per consentire il più rapido trasferimento di dati video, specie registrando in 4K. Ma con ogni probabilità, i modelli Standard e Max avranno ancora una porta Lighting. Qualche analista suggerisce un design senza porte che sfrutta MagSafe, ma non sembra realistico almeno per l’anno prossimo.

iPhone 14: tutto quello che sappiamo sulle fotocamere

Anche in questo ambito le informazioni sono a volte contrastanti, rendendo complicato capire cosa realmente succederà. Ma sembra che in generale in molti siano convinti che l’ultra wide dovrebbe migliorare su tutta la linea e che i Pro potrebbero avere un periscopio capace di zoom ottico fino a 10x.

Secondo Ming-Chi Kuo la fotocamera principale delle versioni Pro dovrebbe essere da 48MP, capace di scattare immagini da 12MP tramite il pixel-binning. Questo dovrebbe migliorare di molto le prestazioni della fotocamera in scarse condizioni di luce. Questo sensore dovrebbe permettere anche di girare video in 8K, di qualità tale da essere utilizzabili anche per il visore VR che Apple sta sviluppando.

Altre novità e possibili aggiornamenti futuri

Oltre ai cambiamenti hardware, ci saranno certamente tante novità a livello di funzioni in arrivo, come per ogni iPhone. Ma sono più difficili da prevedere, perché ci sono meno aziende coinvolte e meno possibilità che trapelino informazioni. Per il momento sembra che Apple stia lavorando a un sistema che usare l’accelerometro per capire se c’è stato un incidente in auto o in moto, per poi avvisare le autorità. Ma nei primi sei mesi del 2022 aspettatevi tante novità di questo tipo, che conoscere soprattutto all’evento software di Apple per iOS 16 l’anno prossimo.

Nel 2023, sembra che la Mela possa introdurre anche un chip 5G costruito in casa oltre che lanciare un lettore di impronte sotto il display e un periscopio per la fotocamera. Tutte funzionalità che potremmo già vedere l’anno prossimo, ma che potrebbero slittare al 2023. Fino a quando non ci avvicineremo alla produzione industriale del dispositivo, sarà difficile dirlo con sicurezza.

Sembra inoltre che Apple stia lavorando a un iPhone pieghevole, forse per il 2024. Anche in questo caso ci sono molti punti interrogativi, ma sembra quasi certo che non lo vedremo l’anno prossimo.

Con ancora nove mesi dal lancio, difficile avere informazioni precise e sostanziose. Ma per il momento, sembra che possiamo già farci un’idea del prossimo iPhone. Vi terremo aggiornati con tutte le news attendibili su questo smartphone, per capire se smentiranno o confermeranno queste informazioni.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 13 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Modalità Cinema con profondità di campo smart e spostamento automatico della messa a fuoco nei video
  • Evoluto sistema a doppia fotocamera da 12MP (grandangolo e ultra-grandangolo) con Stili fotografici, Smart HDR 4,...

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button