fbpx
CulturaSpettacoli

Quali sono i film più attesi della Mostra di Venezia?

Il grande evento internazionale è alle porte: quali sono i film che non vediamo l'ora di vedere?

In questi giorni si aprono le porte di uno degli eventi annuali più attesi dagli amanti del cinema, italiani e non. Stiamo parlando della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, giunta alla sua 78° edizione. Professionisti e appassionati si stanno accalcando sul Lido, pronti a scoprire tante nuove pellicole stupende. Ma quali sono i film più attesi da questa edizione della Mostra di Venezia? Ve lo raccontiamo noi!

Venezia 78, tutti i film più attesi!

L’edizione della Mostra di quest’anno sarà, per forza di cose, piuttosto particolare. Questa infatti è la seconda di quella che potremmo chiamare l’Era COVID, con tutte le complessità organizzative legate alle misure di contenimento per il contagio. Tuttavia è bene sottolineare come rispetto allo scorso anno la situazione sia sensibilmente migliorata e questo si riflette anche nel programma della Mostra.

Naturalmente la soglia di guardia è ancora molto alta, la pandemia non è conclusa e la sempre maggiore diffusione dei vaccini non significa gettare le cautele al vento. Al netto di ciò, si può notare che se da un punto di vista logistico la situazione è molto simile a quella dello scorso anno per chi è sul Lido, le riaperture delle sale hanno contribuito a offrire una Selezione dall’atmosfera differente.

Non che i film presenti alla Mostra di Venezia dello scorso anno non fossero meritevoli, tutt’altro. È proprio sul Lido che lo scorso anno il mondo ha potuto scoprire l’eccezionale Nomadland di Chloé Zhao, vincitore prima del Leone d’oro e poi di innumerevoli premi, fra cui l’Oscar al Miglior film. Proprio la regista cinese tornerà quest’anno alla Mostra, come membro della Giuria del Concorso, presieduta da Bong Joon Ho.

Tra i titoli di Venezia 78 però sembra esserci più spazio per film dal target ampio, pronti a conquistare il grande pubblico. Insomma, in questa edizione c’è davvero qualcosa per tutti i gusti e non vediamo l’ora di scoprire cosa ci attende. Proprio per questo abbiamo preparato una nostra “Selezione della Selezione” con i titoli più attesi, per tenerci pronti nelle giornate a venire.

Le 10 pellicole che più attendiamo dalla 78° Mostra internazionale d’arte cinematografica

Partiamo subito quindi con il nostro elenco, con tutti i film di questa Mostra di Venezia che non vediamo l’ora di scoprire. E voi, avete già qualche titolo in mente?

Spencer, di Pablo Larraín

La figura di Lady Diana, anche a quasi venticinque anni dalla sua scomparsa, affascina ancora il mondo. La sua storia tragica è ancora vivida nella memoria di molti ed è stata al centro di tanti racconti. Ora a dipingere questo personaggio indimenticabile è Pablo Larraín, che ci riporta a un Natale di tempo fa, quando il matrimonio tra Diana e Carlo era già avviato verso la sua crisi. A interpretare la Principessa di Galles sarà Kristen Stewart, in una delle performance più attese dalla Mostra.

Dune, di Denis Villeneuve

Denis Villeneuve torna a Venezia, a cinque anni da Arrival, con uno dei film più attesi non solo della Mostra, ma di tutto il 2021. Dune è un caposaldo della fantascienza e ci sono stati diversi tentativi di adattarlo per lo schermo, ma mai con risultati davvero soddisfacenti. Il regista ci riprova quindi, supportato da una produzione ambiziosa e un cast ricchissimo di grandi nomi. Potrebbe essere l’inizio di una nuova grande saga cinematografica e il mondo è in fervente attesa dei primi responsi della critica.

America Latina, di Fabio e Damiano D’Innocenzo

venezia film piu attesi mostra 78 dinnocenzo america latina

Lo scorso anno in un’altra città cinematografica europea i fratelli D’Innocenzo hanno stupito tutti con un titolo incredibile. Stiamo parlando di Favolacce, miglior sceneggiatura a Berlino e uno dei film italiani più apprezzati del 2020. Questo successo automaticamente rende il loro nuovo lavoro America Latina un’opera da tenere d’occhio. Una storia che racconta di come anche la vita più pacifica e serena possa essere completamente stravolta all’improvviso. Insomma, il potenziale c’è e siamo curiosi di vedere il risultato.

È stata la mano di Dio, di Paolo Sorrentino

Basterebbe Paolo Sorrentino a rendere questa pellicola meritevole di stare in questa lista, ma c’è di più. Come suggerisce il titolo, l’opera si incentrerà sul personaggio di Diego Armando Maradona, raccontandolo dal punto di vista di un giovane napoletano negli anni ’80. Il ritratto di una delle personalità più influenti sulla città campana, affrontato da uno dei più importanti autori della nostra produzione. Gli ingredienti per un nuovo grande capolavoro ci sono tutti.

The Last Duel, di Sir Ridley Scott

Una storia affascinante, che ci riporta alla Francia del XIV secolo per raccontare la vicenda dell’ultimo duello legalmente autorizzato. Un tuffo nel passato, scritto da Nicole Holofcener e dalla premiata coppia Ben Affleck e Matt Damon, presenti anche nel cast insieme a Jodie Comer e Adam Driver. Un parterre impressionante di nomi a cui si aggiunge quello del regista, Sir Ridley Scott. Serve aggiungere altro per spiegare perché è tra i film più attesi di Venezia 78?

Madres Paralelas, di Pedro Almodóvar

Qualunque appassionato di cinema conosce il nome di Pedro Almodóvar e sa che ogni suo film merita di ricevere attenzione. Dopo il toccante Dolor y gloria, il regista spagnolo torna dietro la macchina da presa per raccontarci due donne dalle vicende simili e opposte. Janis è una signora di mezza età, che vive la vita senza rimpianti; Ana un’adolescente preoccupata da ciò che la attende. Entrambe si preparano ad affrontare il parto, legando grazie ai loro destini comuni. Un’opera che promette benissimo e che non vediamo l’ora di scoprire in sala.

Last Night in Soho, di Edgar Wright

Ed ecco il ritorno di un’altra grande firma del cinema, questa volta britannico. Edgar Wright si presenta Fuori Concorso a quattro anni da Baby Driver – Il genio della fuga, con un thriller psicologico davvero particolare. Sarà un’occasione per raccontare la Londra degli anni ’60 da un punto di vista completamente nuovo. Nel cast, nomi apprezzatissimi e in ascesa come quello di Matt Smith, di Thomasin Harcourt McKenzie e Anya Taylor-Joy.

Halloween Kills, di David Gordon Green

Di tutti i tentativi di riportare in auge saghe horror, senza dubbio il più riuscito finora è quello di Halloween. Il film del 2018 ha conquistato pubblico e critica, rinvigorendo il mito di Michael Myers e il suo sequel è pronto a ripetersi a Venezia 78. Tante le domande rimaste aperte dalla pellicola precedente e soprattutto tanta curiosità per dove andrà a parare la serie, per cui è già previsto un nuovo seguito. Forse il film più ‘mainstream’ di questa lista, ma questo non lo rende meno affascinante.

The Power of the Dog, di Jane Campion

L’autrice e regista neozelandese torna dietro la macchina da presa per un’opera apparentemente fuori dai suoi canoni, con una fortissima presenza maschile. Sarà una sfida raccontare le tante sfaccettature di Phil Burbank, allevatore che incute timore e rispetto nei suoi territori. Ad aiutare Campion a vincerla, un cast da capogiro: Kirsten Dunst, Jesse Plemons, Kodi Smit-McPhee e il sempre eccezionale Benedict Cumberbatch.

Freaks Out, di Gabriele Mainetti

Quando realizzi un film come Lo chiamavano Jeeg Robot, capace di conquistare tutti, pubblico e critica, è naturale che l’attesa per il tuo prossimo lavoro salga alle stelle. Se poi ci metti anche un cast formato da alcuni dei nomi più apprezzati del cinema italiano la curiosità aumenta. Infine, con una storia incentrata sul circo, a metà tra Browning e Fellini, nella Roma occupata dai nazisti, la ricetta è completa. Freaks Out è senza dubbio uno dei film più attesi di questa Venezia 78 e sarà interessante scoprire le prime reazioni, in vista della release completa.

E voi, cosa ne pensate? Siete incuriositi da questi film? Ci sono altre opere che debutteranno a Venezia che siete ansiosi di vedere?

Lo Chiamavano Jeeg Robot (Blu-Ray)
  • Santamaria, Marinelli, Pastorelli, Ambrogi (Actor)
  • Audience Rating: G (audience generale)

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button