fbpx
AutoMotoriNews

Volkswagen Polo 2021, con il restyling è più Golf che mai: nuovi fari, infotainment e sistemi di sicurezza

Volkswagen Polo è una delle automobili più longeve della Casa tedesca, in produzione fin dal 1976. Dopo 45 anni e 6 generazioni, la sesta serie si rifà il trucco per la prima volta dal lancio del 2017. Volkswagen Polo 2021 è il restyling della piccola tedesca, che ora è sempre più Golf. L’estetica è più matura e riprende gli stilemi della nuova Golf 8. All’interno c’è un’iniezione di tecnologia con nuovi sistemi per l’infotainment e la sicurezza, con l’arrivo della guida autonoma di Livello 2. Ma le motorizzazioni rimangono invariate: scopriamo allora tutto quello che dovete sapere di nuova Volkswagen Polo 2021.

Una sesta serie di successo, ma bisognosa di una rinfrescata

Volkswagen Polo è uno dei modelli più di successo della Casa diWolfsburg, seconda per vendite solamente alle immortali Golf e Maggiolino. Polo è quindi alla base dell’offerta della Casa tedesca, da anni stabilmente al secondo posto nella classifica interna di auto più venduta globalmente, e sempre ai primi posti tra le compatte. Merito di un’estetica matura e trasversale, di una qualità costruttiva da riferimento e una dotazione di spazio davvero importante. Pensate infatti che la sesta serie di Polo, nota come AW1, è lunga 4,07 metri, quanto la terza serie di Golf, e offre 351 litri di bagagliaio, quanto una Golf quinta serie.

Polo quindi è cresciuta sempre più a livello di dimensioni, spazio e praticità, offrendo qualità da Golf in un pacchetto più compatto. Se però dal lancio della sesta serie, nel 2017, era rimasta stabilmente sempre sul podio tra le compatte del Segmento B più vendute in Europa, nel 2020 Polo è scivolata fuori dalle prime posizioni. Merito delle nuove compatte sempre più tecnologiche e dotate come Renault Clio, Peugeot 208 e Ford Fiesta, che offrivano una tecnologia più moderna, una maggiore connettività e una dotazione di sicurezza più completa. C’era quindi bisogno per Polo di cambiare, modernizzarsi e tornare la più curata e tecnologica Segmento B sul mercato.

Da fuori, Volkswagen Polo 2021 è sempre più Golf: fari Full LED e più maturità

E in Volkswagen hanno lavorato molto per riuscire a ottenere questo risultato, “sfornando” il restyling della sua storica compatta. Volkswagen Polo 2021 è ora più tecnologica, più moderna ed esteticamente più matura. Ed è proprio l’aspetto esteriore l’ambito nel quale Polo è più cambiata. Già la base di partenza della sesta serie era molto “Golfesco”, con una linea squadrata, rigorosa e seriosa, ma un po’ più giovanile e simpatica di Golf. I fari anteriori molto grandi e con disegno luminoso e i grossi fari quadrati posteriori (che la facevano assomigliare molto alla seconda serie di BMW Serie 1) erano piacevoli, ma ormai poco al passo con il nuovo corso stilistico di VW.

Volkswagen Polo 2021 posteriore

Ed ecco che allora cambiano il frontale e la coda, ora molto più simili a Golf e ad altre auto della Casa. Il muso di Volkswagen Polo 2021 diventa più affilato e dinamico, con nuovi fari, full LED di serie su tutti gli allestimenti, collegati da una striscia luminosa a LED interrotta solo dal logo Volkswagen, ormai firma di tutte le ultime auto di Wolfsburg. I fari stessi hanno un nuovo disegno, più moderno e con firma luminosa diurna su due livelli, ripresa da quella della berlina-coupé Arteon. E proprio i fari nascondono un’ulteriore novità: a richiesta sono disponibili i fari Matrix LED IQ.Light, la prima auto di questo segmento a proporli.

Volkswagen Polo 2021 fari posteriori

Al posteriore l’aspetto di Polo cambia tantissimo. Compaiono un nuovo paraurti, ma soprattutto dei nuovi fari. I vecchi fari quadrati sono sostituiti da proiettori con disegno allungato che continua sul portellone posteriore, proprio come su Golf e ID.3. Questo nuovo disegno regala un’aspetto più maturo, più sportivo e enfatizza la larghezza di Polo. Anche qui, i gruppi ottici sono di serie a LED, con a richiesta gli indicatori di direzione dinamici e gli stop dinamici, con un cambio di disegno che enfatizza la frenata a chi vi segue.

Volkswagen Polo 2021 frontale

Esteticamente poi Polo sembra più grande, ed è infatti così. Se lunghezza, larghezza e altezza sono invariate (4,07m di lunghezza, per 1,75 m di larghezza e 1,44 m di altezza), Volkswagen Polo 2021 ha un passo, ovvero la lunghezza tra ruote anteriori e posteriori, allungato di ben 2 cm: da 2,54 si passa a 2,56 m. Una modifica molto particolare e inusuale in sede di restyling, ma in questo modo le proporzioni sono differenti, e lo spazio per i passeggeri posteriori aumenta.

All’interno c’è continuità: Volkswagen Polo 2021 ha schermi più grandi e (a richiesta) comandi touch

Fuori quindi Volkswagen Polo 2021 è più matura, un po’ più grande e più tecnologica. E dentro? Al contrario delle linee esteriori, Polo non rivoluziona l’aspetto della plancia, che rimangono molto tedesche, rigorose, precise ed eleganti come l’esterno. Rispetto al passato però ora c’è più tecnologia. Ora è di serie su tutte le versioni il quadro strumenti digitale Active Info Display, con schermo da 8 pollici di serie e da 10,25″ a richiesta.

Volkswagen Polo 2021 interni

Cambia poi l’infotainment, che ora arriva fino a 9,2 pollici. Il sistema operativo MIB è di generazione precedente rispetto a quello di Golf 8 e ID.3, ma per una buona ragione: Polo ha infatti ancora i comandi del climatizzatore separati, così come molti altri comandi per le luci, le dotazioni di bordo e di sicurezza e così via. Abbiamo quindi un sistema che è molto facile da usare, ancora più intuitivo dell’attuale sistema di Golf 8 e dotato di Apple CarPlay e Android Auto wireless. Non manca poi il pad per la ricarica wireless del proprio cellulare, e infine la plancia è ora più morbida. Sulle versioni precedenti al restyling, Polo offriva la parte superiore della plancia soft touch solo sulle versioni Highline e GTI, mentre ora è morbida su tutte le versioni.

Volkswagen Polo 2021 infotainment1

Se si opta per il clima automatico bizona Climatronic, poi, fanno la loro comparsa i comandi a sfioramento, simili a quelli di Tiguan. Scenografici di certo, ma forse un po’ scomodi soprattutto vedendo la posizione così bassa della plancetta. Il volante infine diventa quello di T-Cross, ovvero con disegno più sportivo e tasti fisici sulle razze.

Volkswagen Polo 2021 ora offre anche ADAS di Livello 2

La nuova Polo non è solo più tecnologica dal punto di vista della connettività e dell’intrattenimento. Volkswagen Polo 2021 ha avuto un’importantissima iniezione di tecnologia riguardo ai sistemi di sicurezza attivi. Arrivano infatti ora sistemi ADAS che garantiscono una guida autonoma di Livello 2.

Volkswagen Polo 2021 fari

Parliamo di Cruise Control Adattivo con funzione Stop&Go, frenata automatica di emergenza, sensore dell’angolo cieco e mantenitore attivo di corsia. La grande novità è però il debutto del Travel Assist, finora visto solo sulle VW più grandi come Golf e Passat. Questo sistema permette a Polo di frenare, accelerare e sterzare in completa autonomia fin da 0 km/h sulle versioni con cambio automatico e da 30 km/h per le auto con cambio manuale, senza che il conducente debba fare altro se non tenere le mani sul volante e l’attenzione sulla strada. Un sistema completo molto raro su un’auto di queste dimensioni, che rappresenta un vero valore aggiunto.

Ibrido? No grazie: per ora Volkswagen Polo nel 2021 rimane con benzina e metano

Ci sono state quindi tante novità a livello stilistico, interno e tecnologico, con nuove dotazioni di bordo e di sicurezza. Dove però Volkswagen Polo 2021 non è cambiata molto è a livello meccanico. La piattaforma è rimasta la modulare MQB in versione A0, condivisa con SEAT Ibiza, Audi A1 e Skoda Scala per citarne alcune. Al contrario dei nuovi prodotti Volkswagen però le motorizzazioni disponibili sono disponibili con due sole alimentazioni.

Con il modello 2021, Polo abbandona le motorizzazioni diesel: comprensibile, visto che il 1.6 TDI montato su Polo sta progressivamente lasciando il passo al più grande 2.0 TDI depotenziato, ma che su una compatta da 4 metri sarebbe decisamente eccessivo. Niente più diesel quindi, come la maggior parte delle rivali, ma sorprendentemente non troviamo nessuna motorizzazione ibrida, né mild né full o plug-in.

Volkswagen-Polo-2021-logo

Volkswagen per Polo ha pensato ad una gamma basata sui motori benzina e metano che già abbiamo visto sulla gamma Polo, e per ora accoglie il solo 1.0 tre cilindri in diverse declinazioni. La gamma si apre con il 1.0 EVO aspirato: scompare la versione da 65 CV, rimane invece quella da 80 CV con cambio manuale a 5 marce. Non manca poi l’apprezzato 1.0 TSI turbo, disponibile con 95 o 110 CV e con cambio manuale a 5 marce (a 6 marce sul più potente) o automatico DSG a doppia frizione e 7 rapporti.

Per chi cerca poi il massimo risparmio non manca anche l’amata versione 1.0 TGI, dotata del 1.0 turbo con 90 CV, cambio manuale a 6 marce e alimentazione a metano monovalente. Cosa significa? Polo TGI ha un piccolo serbatoio di benzina ausiliario da una decina di litri, affiancato alle bombole per il metano principali. La gamma motori per ora termina qui: non abbiamo i motori mild hybrid eTSI visti su Golf, né un sistema ibrido più completo, full o plug-in.

Il futuro: arriverà la versione GTI con 207 CV, e magari un mild hybrid. Il prezzo? In Germania si parte da 16.000 euro

Questo però non significa che non possano arrivare in futuro. La presenza di un motore mild hybrid dovrebbe essere assicurata in un futuro prossimo, con sia il 1.0 da 110 che il 1.5 da 150 CV candidati a sedere sotto il cofano di Polo. Non mancherà poi la rinnovata versione sportiva GTI, amata da chi cerca sportività e maturità. Il motore dovrebbe rimanere il 2.0 TSI che equipaggia anche la più grande Golf GTI, ma con qualche CV in più. Da 200 infatti si dovrebbe passare a 207 CV, per ovviare alle strozzature dovute al filtro antiparticolato e all’omologazione Euro 6D Final.

Non è ancora stato ufficializzato il listino italiano, e le prime consegne dovrebbero arrivare entro l’estate. Volkswagen Polo 2021 sarà disponibile in 4 allestimenti: base, Life, Style e R-Line, con di serie per tutte fari Full LED anteriori e posteriori, Lane Assist, quadro strumenti digitale da 8 pollici, clima e sistema di infotainment da 6,5 pollici. Per quanto riguarda il listino, in Germania la nuova Polo parte da circa 16 mila euro.

Volkswagen Polo si è rinnovata per tornare ad essere la compatta più completa e matura sul mercato. Unisce un’estetica più moderna e ancora più “da Golf” ad una dotazione tecnologica completissima, per intrattenimento e sicurezza. La competizione è serratissima, con le agguerrite francesi e tedesche che non fanno sconti. Polo però offre maturità, completezza e la capacità di essere tranquillamente la prima auto di famiglia. E voi? Cosa ne pensate? Vi piace questo restyling di Polo o siete più propensi verso qualche rivale? Fatecelo sapere nei commenti e sui nostri canali social!

Volkswagen 000087010BR - Portachiavi con logo VW, diametro...
  • Accessorio originale Volkswagen
  • con il nuovo logo Volkswagen
  • Nero/cromato
Offerta
Volkswagen, Set di tappetini Quattro Stagioni Modello...
  • Tipologia di montaggio:sistema a pulsante.
  • Solo per veicoli con guida a sinistra.
  • Confezione:1 set da 4 pezzi.

Qui puoi trovare le nostre ultime news sul Gruppo Volkswagen!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button