FeaturedNewsTech

Xiaomi Mi 9: specifiche da flagship e costo da medio gamma

La giornata di ieri è stata sicuramente molto intensa per quanto riguarda gli annunci nel mondo degli smartphone: abbiamo visto infatti il lancio della nuova serie S10 e del primo dispositivo pieghevole di Samsung. Lo stesso giorno, però, è stato anche annunciato da Xiaomi il nuovo flagship Xiaomi Mi 9, battendo sul tempo il colosso coreano per il lancio di un telefono dotato di SoC Snapdragon 855. Si tratta di uno smartphone con specifiche di alta fascia ma con un prezzo pari a circa la metà del’appena annunciato S10e. Vediamo quindi insieme le caratteristiche e gli eventuali compromessi di questo flagship cinese.

Tutte le specifiche di Xiaomi Mi 9

Molte delle caratteristiche trapelate nei giorni scorsi sono state confermate all’evento di presentazione di questo nuovo dispositivo: confermato quindi il display AMOLED da 6.39″ con notch a goccia e rapporto schermo/corpo del 90.7%, con integrato il sensore d’impronte digitali e un vetro Gorilla Glass 6. Confermato anche, come detto prima, il SoC Snapdragon 855, affiancato da una GPU Adreno 640RAM LPDDR4x (6/8 GB a seconda della versione) e 128GB di storage UFS 2.1.

Xiaomi Mi 9 fotocamere

Infine, confermato anche il triplo reparto fotografico posteriore, con un sensore principale Sony IMX586 da 48MP f1.75, un teleobiettivo Samsung S5K3M5 da 12MP f/2.2 e un sensore ultrawide Sony IMX481 da 16MP f/2.2. La fotocamera anteriore, inserita nel notch, è invece da 20MP.

Xiaomi Mi 9 wireless charging

La connettività è completa sotto ogni punto di vista: troviamo il supporto al 4G VoLTE, NFC, WiFi 802.11axBluetooth 5.0dual GPS con antenna L5 indipendente. La batteria, da 3300mAh, supporta la ricarica rapida sia via cavo, da 27W, che wireless, da ben 20W -la più veloce al mondo di questa tipologia.

Xiaomi Mi 9 colorazioni

Anche il design è uguale a quello trapelato nelle scorse settimane: troviamo un corpo molto leggero, 173 grammi, e di dimensioni ragionevolmente ergonomiche (157.5 x 74.67 x 7.61 mm). Il dispositivo è disponibile nelle colorazioni Piano BlackOcean Blue e Lavander Violet. Come l’anno scorso, è disponibile anche una versione “trasparente“, chiamata Explorer Edition, dove è possibile vedere, attraverso il retro, i “componenti” del cellulare. Un effetto molto bello da vedere, peccato che la componentistica visibile sia finta: si tratta infatti della piastra di raffreddamento, montata sopra i veri componenti, lavorata e decorata per fini estetici.

Xiaomi Mi 9 Explorer Edition

Il dispositivo arriverà sul mercato con già a bordo Android Pie 9.0 e la skin MIUI 10.2, ed uscirà prima in Cina e solo successivamente su altri mercati. I prezzi per ora noti fanno riferimento solo al mercato cinese, ma possono aiutare a farsi un’idea di quello che sarà poi il costo qua in Italia. Si parte da 2999 yuan (393 euro) per la versione 6GB/128GB, per poi salire a 3299 yuan (432 euro) per la versione 8GB/128GBfino a 3999 yuan (524 euro) per la versione trasparente con 12GB di RAM e 256 GB di storage.

Via
The Verge
Tags

Giovanni Natalini

Fin da piccolo amante di scienza, tecnologia e fumetto, studente magistrale di Ingegneria Elettronica e fruitore nel (poco) tempo libero di serie tv, Youtube e videogiochi.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker