fbpx
Amazon FIre TV Cube recensione

La recensione di Amazon Fire TV Cube. Ok Alexa, accendi la TV!
E' arrivato in Italia Fire TV Cube, un lettore multimediale dotato di Fire OS e capace di controllare anche decoder e soundbar


Amazon Fire TV Cube recensione

Amazon Fire TV Cube è un prodotto difficile da decifrare, almeno a prima vista. Per certi versi somiglia alla Fire TV Stick, la chiavetta di Amazon che potete collegare a qualsiasi televisore per trasformarlo in una vera smart TV. Come la sua sorellina minore infatti è dotato di un suo sistema operativo, è compatibile con decine di servizi di streaming ed è dotato di un telecomando. Abbiamo però tre funzionalità aggiuntive: lo speaker integrato, la funzionalità IR e la possibilità di riprodurre contenuti multimediali provenienti da fonti esterne. 

Come si comporta sul campo? Ve lo raccontiamo in questa recensione.

Il nome dice tutto

Amazon FIre TV Cube recensione ingressiIl nome – Cube – vi svela già la forma del prodotto. Il dispositivo infatti è cubico, con lati da circa 8 cm che lo rendono facile da posizionare e decisamente poco ingombrante.
Il guscio esterno è totalmente nero, con una superficie lucida sulla parte frontale ed una piccola barra a LED sul profilo superiore, barra che diventa blu quando richiamate Alexa.
La superficie superiore invece ospita i microfoni – ben 8 – e 4 tasti: due per regolare il volume, uno per il muto e il pulsante per richiamare l’assistente vocale.

Sulla parte posteriore infine troviamo 4 ingressi: quello dedicato all’alimentazione, un micro USB per collegare eventuali dispositivi di archiviazione esterni, l’HDMI per la TV ed una prolunga IR.

Qualche problema di connettività

Amazon FIre TV Cube accessoriApparentemente Fire TV Cube sembra avere tutta la connettività di cui abbiamo bisogno. Anzi, ci riserva persino qualche sorpresa. La compatibilità con l’HDMI-CEC permette in teoria di controllare tutti i dispositivi collegati alla TV: soundbar, console, decoder e lettori Blu-Ray. In Italia però la funzionalità è castrata quindi per ora possiamo accendere e spegnere i dispositivi, regolare il volume e chiedere ad Alexa di cambiare ingresso HDMI passando, ad esempio, alla console. Negli altri Paesi la tecnologia risulta però più completa, garantendo un controllo totale del proprio sistema. Non stiamo parlando di nulla di eccessivamente futuristico ma provate ad immaginare la comodità di un “Alexa, vai su Canale 5!”.

I limiti sul fronte connettività però non finiscono qui. All’interno della scatola non abbiamo nessun cavo HDMI. Dovrete quindi acquistarlo separatamente oppure usare un cavo che avete già a casa.
In compenso nella confezione trova spazio un adattatore Ethernet che si collega alla porta microUSB. Peccato che il secondo ingresso presente su questo aggeggino sia nuovamente un microUSB. Questo significa che collegare hard disk e chiavette diventa estremamente difficile. Per riprodurre contenuti esterni quindi dovreste procurarvi un device compatibile, acquistare un altro adattatore o ricorrere ad un NAS, ossia ad un hard disk esterno a cui è possibile accedere tramite Internet.

Utilissimo infine l’infrarosso ma la procedura non è proprio automatica. O meglio, Amazon ha creato un sistema di configurazione guidata che vi facilita molto la vita ma dovrete ripeterla per ogni dispositivo. Se il vostro arsenale quindi è ben fornito dovrete pazientare ed investire un po’ di tempo nel settaggio. Tenete inoltre presente che la gestione degli altri dispositivi non è proprio immediatissima e alla fine potreste spazientirvi un po’.

Telecomando o comandi vocali?

Amazon FIre TV Cube recensioneSe vi state chiedendo come controllare Fire TV Cube, la risposta è semplice: Alexa.
L’assistente vocale di Amazon, integrato nel nostro piccolo cubo, può gestire la maggior parte delle funzionalità: accensione e spegnimento, volume, ricerca di contenuti, apertura di applicazioni ed impostazioni. Basta chiedere.
Non sempre la comunicazione è perfetta ma nella maggior parte dei casi recepirà ed eseguirà i comandi impartiti. Una bella comodità.

All’interno della confezione trovate anche un telecomando. È identico a quello di Fire TV Stick quindi super compatto e leggero, con pochi tasti ed un joystick per spostarci nei vari menù. Abbiamo anche un microfono integrato che vi permette di usare gli stessi controlli vocali menzionati poco sopra.

Offerta
Presentiamo Fire TV Cube | Lettore multimediale per lo...
  • Fire TV Cube è il dispositivo Fire TV più veloce e potente di sempre e ti permette di goderti i tuoi film e programmi...
  • Controlla soundbar e ricevitori A/V compatibili e cambia ingresso usando la tua voce.
  • Chiedi ad Alexa di accendere la TV, abbassare le luci e riprodurre il contenuto che vuoi guardare anche dall’altra...

Amazon Fire TV Cube recensione: sotto la scocca

Prima di raccontarvi cosa potete fare con Fire TV Stick vediamo cosa c’è sotto il cofano.
A bordo abbiamo un processore esacore affiancato dalla GPU Mali G52-MP2, 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna.
Sono ovviamente presenti il WiFi ac, il Bluetooth 5.0 e la già menzionata tecnologia IR.

Diversi i formati supportati. Nel dettaglio abbiamo Dolby Vision, HDR 10, HDR10+, HGL, H.2365, H.264 e VP9. Sul fronte audio abbiamo davvero di tutto, dagli MP3 ai flac, dal Dolby Digital Plus al Dolby Atmos.

Tutto questo ci permette di avere un sistema fluido e capace di rispondere alle nostre esigenze senza difficoltà.

Ottimo sistema operativo ma audio da migliorare

Fire OS, il sistema operativo di Fire TV Cube, è la solita garanzia sia in termini di contenuti che di qualità.
A disposizione abbiamo quasi tutte le applicazioni e i servizi presenti oggi sul mercato: Netflix, Prime Video, RaiPlay, Rakuten, Chili, Spotify e molto altro ancora. Mancano solo NowTV, ormai irrintracciabile su set top box e smart TV, e Mediaset Play. 

La riproduzione video poi è ottima, soprattutto con contenuti 4K HDR (a patto di avere una televisione con questa risoluzione). La stessa cosa vale per film e serie TV con Dolby Vision, seppur meno diffusi. Fire TV Cube svolge poi un buon lavoro con l’upscaling, ossia nella trasformazione in FullHD o 4K di contenuti con una risoluzione inferiore.

L’unico piccolo neo riguarda il già citato Fire OS: è completissimo ma la homepage mostra ancora moltissimi contenuti Prime Video, lasciando poco spazio agli altri servizi. Comprensibile, certo, ma un miglior bilanciamento potrebbe accontentare una vasta fetta di pubblico.

Quello che invece delude è l’audio, sufficiente solo per ascoltare le risposte di Alexa. Un problema? In realtà dipende da ciò che avete attualmente in casa.
Se, come noi, possedete già altri dispositivi Amazon, vi ritroverete ad usare principalmente gli Echo per la riproduzione musicale e per le normali esigenze quotidiane. Fire TV Cube a quel punto diventa solo un’integrazione del salotto, un modo per rendere smart il vostro sistema di intrattenimento casalingo. 
Il discorso cambia se pensate di usarlo per tutto, a 360°. In quel caso l’esperienza d’uso potrebbe risultare meno soddisfacente, soprattutto se pensate di ascoltare parecchia musica.

Amazon Fire TV Cube recensione: interessante ma migliorabile

Fire TV Cube è un prodotto sicuramente più avanzato di Fire TV Stick ma anche più complesso da gestire. La chiavetta di Amazon infatti è plug and play: la collegate al televisore e il gioco è fatto. Il cubo ha funzionalità aggiuntive che richiedono qualche step in più per essere utilizzato a pieno ma, una volta terminata la configurazione, potrete gestire buona parte del vostro sistema di intrattenimento con Alexa. 
Se tutto ciò che avete invece è un televisore, beh, forse la Fire TV Stick è ancora la soluzione migliore, nonché la più economica. Vi ricordiamo infatti che Cube costa 119,99 euro mentre la versione 4K della chiavetta di Amazon è disponibile a 59,99 euro. Avete un televisore in Full HD? Potete accontentarvi della versione standard che trovate a soli 29,99 euro.

Amazon Fire TV CUbe

Pro Pros Icon
  • 4K HDR
  • Ottime prestazioni
  • Supporto a NAS esterni
  • Comando vocale
  • Grande versatilità
Contro Cons Icon
  • Cavo HDMI non incluso
  • Connettività migliorabile
  • Audio sotto la media

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link