fbpx

Apple ha interrotto diversi rapporti commerciali quando ha iniziato a creare in proprio chip per i suoi dispositivi mobili. Questo cambio di strategia non solo ha coinvolto Qualcomm e i suoi processori o Intel e il suo modem LTE, ma anche Imagination e i suoi chip grafici mobili. Quest’ultimo, tuttavia, ha seguito le orme di Qualcomm e si è impegnato in una battaglia legale con Apple. Ora apparentemente Apple e Imagination hanno fatto pace, ma questo solleva anche domande su cosa potrebbe riservare il futuro della rinata “amicizia commerciale”.

Una storia burrascosa

Una volta, Imagination e il suo PowerVR erano nomi familiari quando si parlava di grafica nei dispositivi mobili, in particolare negli smartphone Nel tempo, la sua quota di mercato è diminuita, ma è stata in gran parte mantenuta a galla dall’uso della tecnologia da parte di Apple nei suoi iPhone. Ciò è cambiato nel 2017 quando Apple ha annunciato che avrebbe realizzato in proprio anche le GPU, ma questa era solo la punta dell’iceberg.

imaginationQuell’annuncio naturalmente significava che Apple stava abbandonando Imagination come partner. L’azienda ha accusato Apple di essere la causa del forte calo delle sue entrate e ha quindi presentato una denuncia per l’improvvisa risoluzione del loro accordo. A peggiorare le cose, secondo quanto riferito, Apple ha accusato i dipendenti di Imagination di “copiare” i propri chip grafici mobili. Ora le due aziende hanno apparentemente risolto le loro divergenze prima che tutto si trasferisse nelle aule dei tribunali. Imagination ha annunciato che il loro accordo con Apple è stato modificato da “licenza pluriennale e multiuso” a “licenza pluriennale”. Inoltre, tale accordo consente ad Apple di accedere a una “gamma più ampia di proprietà intellettuale di Imagination”.

imaginationTornano le GPU Imagination su iPhone?

L’annuncio conciso e criptico lascia naturalmente la questione aperta a diversi possibili scenari. La società ha appena annunciato una nuova tecnologia IMG A-Series per GPU, che sostiene sia la più veloce proposta sul mercato fino ad oggi, e potrebbe benissimo essere integrata nei prossimi iPhone. La formulazione del nuovo accordo, tuttavia, suggerisce anche che Apple potrebbe avere bisogno di qualcosa di più delle semplici GPU per smartphone. Ad esempio una tecnologia per utilizzare gli occhiali AR con iPhone e iPad o persino una nuova GPU per i MacBook basati su ARM. Si saprà qualcosa di più nei prossimi mesi, a cominciare dal lancio del nuovo iPhone, previsto in anticipo rispetto alle scadenze che ci ha abituato Apple.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
1
Wow
WTF WTF
0
WTF
Danilo Loda

author-publish-post-icon