!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
luxottica attacco hacker
Credit: Luxottica Facebook page

Gli hacker ci vedono benissimo e attaccano Luxottica
Luxottica ha dovuto fermare la produzione nelle sedi in Cina e a Belluno a causa di un attacco informatico che ha mandato in tilt l'azienda


Luxottica, l’azienda italiana che produce e commercializza occhiali, è stata vittima di un attacco hacker che ha bloccato la produzione globale. L’attacco sarebbe iniziato domenica 20 settembre e i tecnici sarebbero ancora a lavoro per risolvere il problema che ha mandato in tilt il sistema informatico.

Luxottica deve fermare la produzione a causa di un attacco hacker

Un attacco informatico a Luxottica ha fatto chiudere momentaneamente le sedi in Cina, lasciando a casa i dipendenti. In Italia, invece, l‘azienda ha dovuto fermare la produzione negli stabilimenti di Agordo e Sedico, in provincia di Belluno, mandando a casa prima gli impiegati degli uffici e poi anche gli operai.

Non si conoscono ancora i dettagli dell’attacco né si sa se i tecnici stiano riuscendo nell’intento di risolvere la situazione. Nel frattempo Luxottica ha dovuto fermare la produzione e la logistica nel Bellunese, attendendo il ritorno alla normalità. Infatti l’attacco hacker ha mandato in tilt il sistema informatico dell’azienda, impedendone l’utilizzo e quindi l’attività quotidiana della società.

attacco luxottica

Il sito italiano della società funziona senza alcun problema, ma collegandosi al portale One Luxottica, possiamo vedere come ci sia un avviso di sospensione temporanea, dove l’azienda scrive che tornerà online il prima possibile. Come si legge su Wired, solo a marzo fu colpita un’altra multinazionale produttrice di occhiali, Essilor. I suoi server aziendali furono inaccessibili a causa di un ransomware. Quando si tratta di attacchi informatici in questo settore, gli hacker sembrano vederci benissimo.

Luxottica diventa partner di Facebook

L’attacco arriva in un periodo positivo per Luxottica, che è appena diventata partner di Facebook. La piattaforma ha affidato all’azienda di occhiali la progettazione e realizzazione della montatura degli occhiali per la realtà aumentata del Project Aria.

Offerta

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link