fbpx

Bio-on: con i biopilimeri le sigarette faranno meno male alla salute


L’eccellenza italiana arriva anche nel mercato del tabacco, con una soluzione “made in Italy” che potrebbe rivoluzionare il mondo del tabacco. Bio-on, azienda attiva nel settore de biopolimeri con sede a San Giorgio di Piano, in provincia di Bologna ha sviluppato un nuovo liquido polimerico, naturale e biodegradabile al 100%,che può sostituire la triacetina utilizzata nei filtri delle sigarette di vecchia e nuova generazione.

Questa innovazione è destinata a rivoluzionare il settore del tabaccodice Marco Astorri, Presidente e CEO di Bio-on e siamo molto orgogliosi del lavoro di squadra che è stato fatto negli ultimi 24 mesi dai nostri ricercatori in Italia, nella Business Unit CNS (Cosmetic, Nanomedicine & Smart Materials), e dagli scienziati dell’Università di Clarkson“.

Bio-On Marco Astorr
Marco Astori

Doppio risultato

Questo nuovo liquido consente in pratica di sostituire i collanti attualmente utilizzati per la produzione di tutte le sigarette sul mercato e al contempo di introdurre un elemento filtrante naturale che blocca fino al 60% gli agenti dannosi per il corpo umano (ROS o Reactive Oxygen Species), senza modificare il gusto della nicotina.

Sicuramente smettere di fumare è sempre la soluzione migliore per la propria saluta, ma quanto meno, per chi propri non riesce a lasciare le “bionde”, questa può comunque essere una buona notizia.

La palla ora passa alle grandi aziende mondiali produttrici di tabacco che dovranno decidere se adottare la soluzione di Bio-on oppure continuare con i vecchi collanti e filtri, che di filtrare le sostanze dannose ben si guardano. Bio-on è già in contatto con tali aziende e può già contare sulla produzione del liquido presso lo stabilimento di Castel San Pietro Terme.

“L’esposizione ai ROS attraverso il fumo di sigaretta è un gravoso problema per la salute del fumatore – spiega Mauro, Comes Franchini, Scientific Director Business Unit CNS. I nostri ricercatori, in collaborazione con l’università di Clarkson, hanno trovato una soluzione efficace per bloccare nel filtro tali specie chimiche. La soluzione è naturale e amica dell’ambiente in quanto questi innovativi filtri sfruttano le caratteristiche chimico-strutturali dei poli-idrossi-alcanoati (PHA ovvero i biopolimeri sviluppati da Bio-on)».

Una innovazione che “è già industrializzata e prevede larghi consumi di PHA a scalare sul mercato globale del tabacco. Possiamo intraprendere nuove sfide per intrappolare molecole presenti nel fumo di sigaretta” aggiunge Paolo Saettone, Managing Director Business Unit CNS.

Ecostostenibili e biodegradabili

Tutti i biomateriali sviluppati da Bio-on (PHAs o poli-idrossi-alcanoati e PHBs o poli-idrossi-butirrato) sono ottenuti da fonti vegetali rinnovabili senza alcuna competizione con le filiere alimentari. Inoltre, possono garantire le medesime proprietà termo-meccaniche delle plastiche tradizionali col vantaggio di essere completamente ecosostenibili e al 100% biodegradabili in modo naturale.

“La nostra società entra da protagonista in un mondo industriale enorme come quello del tabacco con una soluzione efficace e sostenibile, dice Marco Astorri, Presidente e CEO di Bio-on – gli utilizzatori potranno trarre un grande beneficio e tutto questo con un prodotto naturale al 100% come il nostro biopolimero Minerv PHA. Abbiamo depositato i primi brevetti di un’ampia famiglia di innovazioni nel mondo del tabacco e siamo felici che tutto nasca da idee e tecnologie Made in Italy».

 

 


Danilo Loda

author-publish-post-icon
100% "milanes", da una vita scrivo di bit e byte e di quanto inizia con on e finisce con off. MI piace tutto quello che fa rumore, meglio se con un motore a scoppio. Amo viaggiare (senza google Maps) lo sport, soprattutto se è colorato di neroazzuro.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link