fbpx
FeaturedTech

Bitdefender 2020: tra nuovi tool e la lotta al cyberbullismo

MILANO – Debutta oggi Bitdefender 2020, la nuova linea di prodotti per la sicurezza informatica nata con l’obiettivo di assicurare ai consumatori la massima privacy possibile e una protezione totale dei propri dati. Ma cosa c’è di nuovo? Cosa offre in più la società rumena rispetto alla concorrenza? A raccontarcelo, in anteprima, è stato Bogdan Bugoiu, PM Lead per Bitdefender Core Line.

Dall’anti-tracking per il computer alla protezione in tempo reale per iOS

Partiamo da un’interessantissima novità: l’estensione anti-tracking per il browser. Disponibile sia per Windows che per Mac OS, questa funzione vi consente di scoprire rapidamente tutti i tracker presenti all’interno di un sito web. Naturalmente non si tratta solo di una generale presa di coscienza su ciò che avviene una volta aperto un determinato portale: Bitdefender 2020 infatti vi consentirà di disattivare i tracker qualora non vogliate condividere i vostri dati con le aziende interessate.

Vi segnalo che l’estensione potrà essere utilizzata su Google Chrome, Firefox, Microsoft Edge, Internet Explorer e Safari. Ovviamente per attivarla non dovrete impazzire: verrà aggiunta automaticamente al browser durante l’installazione dell’antivirus.

Privacy però non significa solo gestire i propri dati, ma anche essere certi che le proprie conversazioni non vengano registrate ed utilizzate. Ecco perché quest’anno l’azienda rumena ha deciso di introdurre una feature chiamata Microphone Monitor, che blocca l’accesso non autorizzato al microfono ad applicazioni e programmi.

Al debutto quest’anno infine anche la protezione in tempo reale per iOS. Basata su una VPN dedicata, questa funzionalità dedicata ad iPhone ed iPad vi aiuterà a fermare i tentativi di phishing bloccando immediatamente tutte le pagine che cercheranno di recuperare informazioni personali come i dati della carta di credito o il vostro codice fiscale.

Il Parental Control si evolve, ma non per tutti

Durante la mia chiacchierata con Bogdan una cosa ha particolarmente attirato la mia attenzione: il Parental Control Premium. Accanto infatti alle classifiche funzionalità, come il blocco dei siti web inadatti o la gestione del tempo passato online, troviamo una nuova funzionalità chiamata “Detection of Cyberbullying and Online Predators” e, credetemi, può diventare davvero un tool vitale per ogni genitore.

Questo strumento utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare le conversazioni online e riconoscere tutta una serie di segnali allarmanti tra cui cyberbullismo, richieste o scambi di foto inappropriate, inviti da parte di conosciuti o divulgazione di informazioni personali. Tutto questo naturalmente non solo con l’analisi del testo ma anche con il riconoscimento delle immagini. Lo so, state già invocando il diritto alla privacy. Niente paura: le conversazioni dei più giovani sono al sicuro. Prima di tutto perché sarà solo l’AI a “leggere” il contenuto dei messaggi, contenuto che verrà eliminato una volta terminata l’analisi. In secondo luogo i genitori non riceveranno copia di quanto analizzato ma solo un alert qualora l’intelligenza artificiale di Bitdender trovasse qualcosa di preoccupante.

Il livello di sofisticazione raggiunto è elevatissimo: non aspettatevi quindi falsi allarmi ed un clima di tensione costante. L’AI infatti valuterà anche il contesto.

Vi faccio un esempio. Vostro figlio litiga con un compagno di classe, magari volano messaggi poco carini ma poi si risolve tutto. Questo non è cyberbullismo, ma solo una lite tradizionale. Bitdefender quindi ignorerà l’accaduto e non manderà alcun avviso ai genitori. Se però il bambino riceve quotidianamente messaggi denigratori a cui fatica a rispondere, l’AI lo interpreterà come bullismo e invierà un alert. Quest’ultimo non si limiterà a segnalare l’accaduto ma includerà anche una serie di consigli per aiutare i genitori a gestire la situazione al meglio.

Ora la brutta notizia: la funzionalità “Detection of Cyberbullying and Online Predators” al momento è disponibile solo nei Paesi di lingua inglese. Per vederlo in Italia dovremmo probabilmente attendere un po’.

Bitdefender 2020: quanto costa?

Veniamo ora ai prezzi. Quanto costa Bitdefender 2020? In realtà dipende dalla versione e dal numero di device. Si va dai 39,99 euro di Antivirus Plus al Family Pack da 99,99 euro.

Di seguito la tabella riassuntiva.

Versione Numero di device Durata in mesi Prezzo suggerito al pubblico
Antivirus Plus 3 12 39,99 €
Antivirus for Mac 1 12 39,99 €
Antivirus for Mac 3 12 59,99 €
Internet Security 3 12 59,99 €
Total Security 5 12 69,99 €
Total Security 10 12 79,99 €
Family Pack 15 12 99,99 €
BMS 1 12 9,99 €

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button