fbpx
NewsVideogiochi

Anche gli sviluppatori di Destiny scelgono lo smart working a causa del Coronavirus

Il Coronavirus sta avendo grandi ripercussioni anche sul mondo dei videogiochi, come abbiamo visto con l’annuncio dell’E3 a rischio. Bungie, azienda che ha sviluppato Destiny, ha deciso di chiudere momentaneamente tutti i propri uffici per prevenire il rischio del Coronavirus. Non solo il quartier generale di Seattle, dove il virus è recentemente scoppiato, ma a livello globale.

Il Coronavirus non fermerà gli sviluppatori di Destiny 2

L’annuncio è arrivato tramite un post sul blog di Bungie, dove la società afferma che sta reagendo alla diffusione del Coronavirus attraverso una “infrastruttura di lavoro completamente remota”. L’obiettivo di questo piano è semplicemente quello di tenere i dipendenti della software-house di videogiochi lontani dai loro uffici, per evitare rischi. Non ci è dato conoscere i dettagli riguardo le modalità di smart working utilizzate, ma sembra chiaro che il lavoro degli sviluppatori non si fermerà.

“Sebbene la salute e la sicurezza siano la nostra massima priorità, riconosciamo anche l’importanza di mantenere la continuità delle nostre normali attività commerciali. Abbiamo rapidamente costruito un’infrastruttura di lavoro remota per supportare al meglio questa situazione”.

Naturalmente, gli utenti si stanno chiedendo se questa soluzione avrà un impatto anche sul supporto per Destiny 2, il titolo principale di Bungie. Tuttavia, il comunicato afferma chiaramente che l’infrastruttura fornita ai dipendenti non fermerà alcuno sviluppo. E Bungie, grazie al suo pluripremiato sistema di supporto alla community, ha in programma di tenere informati i giocatori di Destiny 2 ad ogni passo. Inoltre non c’è alcun dubbio: i giocatori potranno godere della Stagione dell’Intrepido il 10 marzo e le Prove di Osiride il 13 marzo.

Infine, Bungie dichiara che questa soluzione è estremamente flessibile. Con le notizie su Covid-19 e la situazione intorno ad esse in continua evoluzione, l’approccio adottato sarà in grado di reagire alla situazione in corso. Se la minaccia del virus sarà di minor gravità, i dipendenti saranno pronti a tornare nei propri uffici.

Recentemente il Coronavirus ha afflitto pesantemente l’industria dei videogiochi. Oltre all’E3 2020 a rischio, GDC è stata posticipata. Tuttavia, Bungie è la prima casa di sviluppo che decide di chiudere globalmente i suoi uffici.

Destiny 2
  • Editeur : Activision
  • packageQuantity : 1
  • numberOfDiscs : 1

 

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button