fbpx

Chevrolet Corvette C8: cambio radicale per rimanere se stessa?


Fin dal 1953, la Corvette è sempre stata la vera risposta americana alle sportive europee, senza mai cambiare il suo DNA. Motore anteriore, un grosso V8, aspirato ovviamente, trazione posteriore, cofano lunghissimo e abitacolo arretrato. Sportiva, ma anche godibile ogni giorno e, perchè no, pratica.

Da oggi però tutto cambia. Perché la nuova Corvette C8 abbandona lo schema meccanico che l’ha resa celebre per sette generazioni, per diventare, finalmente, una supercar.

L’ottava serie si allinea alle rivali europee, senza però stravolgere la propria essenza.

Esterni 

 

    La differenza con il passato è evidente: il cofano chilometrico delle precedenti generazioni lascia spazio ad un muso corto con l’abitacolo al centro e una coda lunga e affusolata che nasconde tutta la meccanica.

    Dal punto di vista estetico, nonostante questo stravolgimento, i richiami alle Corvette del passato sono ancora visibili: i fari anteriori e posteriori, full LED, riprendono la precedente generazione, la C7, e il muso appuntito è ormai marchio di fabbrica fin dalla C3 degli anni ’70 e ’80.

    Inoltre, fanno la loro comparsa le enormi prese d’aria per raffreddare freni e meccanica, e la copertura del motore in vetro, per ammirare lo splendido V8. È ancora presente l’immancabile, per una vera Corvette, tetto targa amovibile.

    Nel complesso, è una vettura molto aggressiva, acquattata al terreno, più moderna rispetto alle generazioni precedenti e molto più simile esteticamente alle rivali europee.

    Anche le dimensioni sono cambiate parecchio: è più lunga di 14 cm (raggiunge i 4,63m) e più larga di 6, mentre l’altezza si riduce di 5 mm.
    Piccola chicca estetica: per migliorare estetica e aerodinamica, tutte le maniglie dell’auto sono state nascoste.

    Meccanica

    Le novità maggiori sono ovviamente qui. La Corvette C8 è totalmente nuova: Chevrolet afferma che un solo pezzo è passato dalla C7 alla C8. Così, la C8 dice addio allo schema classico motore anteriore-trazione posteriore, per abbracciare una configurazione a motore centrale-posteriore e trazione esclusivamente posteriore. Il telaio, totalmente nuovo, è del 10% più rigido rispetto alla precedente generazione.

    Il motore, però, segue la tradizione. Infatti, rimane il più classico dei V8 aspirati made in USA.
    È un 6.2 litri tutto nuovo denominato LT2, con 2 valvole per cilindro, iniezione diretta, lubrificazione a carter secco e doppio variatore di fase, ed è capace di 490CV nella versione “base” Stingray.

    Il cambio, per ora, è solo automatico, un doppia frizione a 8 marce. Per ora non si sa se arriverà il cambio manuale, presente fino all’ultima generazione.
    Fiore all’occhiello della precedente generazione, anche la nuova Corvette C8 avrà le sospensioni Magnetic-Ride magnetoreologiche a controllo elettronico in versione 4.0, per un perfetto assorbimento delle asperità in città e una gran stabilità in modalità Sport o nella sportivissima Z-Mode.

    Secondo Chevrolet, tutte queste componenti porteranno questa C8 ad essere la migliore Corvette di sempre in quanto a piacere di guida.

    [amazon_link asins=’B0719X9QMN,B071L8RC1M,B07CBMVG72′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’eed1ee01-d7d5-43c5-9540-f5cd0ff003d8′]

    Interni

      

      Qui si è fatto un grande passo avanti con questa nuova C8.
      Infatti, il quadro strumenti è composto da uno schermo digitale da 12 pollici completamente personalizzabile.

      È abbinato ad uno schermo infotainment da 8 pollici con Apple Car Play, Android Auto, 14 speaker e il pairing NFC con lo smartphone. Proprio per il nostro migliore amico tecnologico c’è un alloggiamento tra i due sedili comprensivo di ricarica Wireless.

      Nel complesso, gli interni della nuova Corvette C8 abbandonano lo stile classico e un po’ cheap che hanno avuto fino ad ora, abbracciando una ricercatezza stilistica e di materiali sorprendente. Il guidatore è al centro dell’abitacolo, con tutti i comandi rivolti a lui, a portata di mano in ogni situazione.

      Chevrolet sostiene che la praticità delle Corvette non andrà a perdersi: infatti, oltre al “frunk”, il bagagliaio anteriore, la nuova C8 avrà anche un bagagliaio posteriore che può ospitare fino a due borse da golf!

      Z51

      Come ogni Corvette che si rispetti, anche questa C8 avrà molte versioni più o meno sportive. Oltre alla già citata Stingray, che riprende il nome dalla C2 del 1962, oltre che della precedente C7, sarà presente la versione Z51.

      Questa variante della Corvette C8 è più track-oriented, con freni maggiorati, differenziale autobloccante elettronico, scarichi sportivi (optional anche sulla Stingray) e un incremento di potenza. Infatti, dai 490CV della Stingray si passa a 495, con una coppia di ben 637Nm.

      Le prestazioni ufficiali non sono ancora state svelate per nessuna C8, ma Chevrolet afferma che la Z51 è in grado di coprire lo 0-100 km/h in meno di 3 secondi.
      Per rendere l’idea, la C7 ZR1, la più potente Corvette di sempre, lo copre in 2.8 secondi. Decisamente impressionante.

      Inoltre, sarà disponibile esclusivamente con le sportivissime Michelin Pilot Sport 4S adatte anche all’uso in pista.

      Chevrolet Corvette C8: prezzi e disponibilità

      La nuova Corvette C8 sarà disponibile in America a partire dai primi mesi del 2020 ad un prezzo che Chevrolet ha confermato essere sotto i 60’000$ per la Stingray.

      Chi volesse costruirsi la propria Corvette C8, sul sito americano di Chevrolet è disponibile il configuratore, per sognare ad occhi aperti.

      Speriamo arrivi in Europa per provarla il prima possibile, e se il prezzo sfosse simile agli States…


      Giulio Verdiraimo

      Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!