fbpx
Colonne sonore lo-fi

Trasforma il lavoro o lo studio in un videogame con queste colonne sonore lo-fi
Tieni Youtube o Spotify in background, e dimenticati dello stress che ti circonda


Il gorgoglio della macchinetta del caffè in ufficio o il rombo della centrifuga della lavatrice a casa possono farti impazzire. Che tu stia lavorando o studiando, oppure semplicemente cercando di rilassarti un po’, quei rumori sono da escludere. Purtroppo, però, musica e podcast distraggono ancora di più. Quindi rimangono solo cuffie isolanti o l’amputazione delle orecchie? No: c’è la musica lo-fi. E meglio ancora se sono colonne sonore lo-fi di un videogame. In modo da portarti in un altro mondo, mentre continui a battere sulla tastiera del tuo computer.

Cos’è la musica lo-fi, e perché aiuta a concentrarsi?

L’acronimo “lo-fi” significa “low fidelity”, letteralmente “a bassa fedeltà”. Si riferisce al tipo di suono registrato con scarsa qualità tecnica, ma non è un termine derogatorio. La musica lo-fi contiene ronzi sordi, leggere distorsioni, frequenze limitate: insomma, piccole imperfezioni volute da chi registra la traccia. Perché? Questo genere di asincronia stimola il nostro cervello a concentrarsi. In sostanza, è come se ci rendessimo conto che c’è qualcosa di strano, ed “accendessimo” il nostro cervello per capirlo. Secondo un recente studio, l’86% degli intervistati dichiara un miglioramento nelle prestazioni nello studio.

Ma a noi non basta di insegnarti un barba-trucco per concentrarti meglio: vogliamo anche che sia un piacere. Quindi ti consigliamo le migliori colonne sonore di videogame, in versione lo-fi.

Videogame classici: colonne sonore lo-fi per i nostalgici

C’è un motivo perché i classici diventano classici: piacciono a tutti, o quasi. E se per la musica pop e rock difficilmente puoi sbagliare consigliando Beatles e Queen, nel mondo delle colonne sonore vai sul sicuro con Zelda e Mario.

Questa è la colonna sonora lo-fi  di Zelda è quella che ho ascoltato scrivendo l’articolo: la musica delicata, alternata ogni tanto da un “hey, listen!” ha permesso di concentrarmi e battere sulla tastiera a ritmo. Ma se preferisci entrare in un’avventura specifica di Link, questa è la colonna sonora lo-fi di Breath of the Wild e questa quella di Ocarina of Time. E se invece di continuare a lavorare, volete godervi la colonna sonora di Zelda come si merita, godetevi questa versione orchestrale.

Mario è più ritmato, e meno struggente di Zelda. Ma questa colonna sonora riesce a rilassare come poche altre, forse per i bei ricordi che suscita. Se vuoi qualcosa di ancor più veloce nel mondo di Mario, questo video è ottimo.

La riproduzione parte con il logo originale della prima PlayStation, per attivare anche la parte del cervello legata alla nostalgia. Poi parte la colonna sonora lo-fi di Final Fantasy VII (l’originale, non il remake), ed è davvero difficile ricordarsi che esiste un mondo fuori dalle cuffie.

Chiudiamo la rassegna dei classici con il gioco per eccellenza del Gameboy. Questa versione lo-fi delle melodie di Pokémon, che ti hanno accompagnato fra palestre e losche trame del Team Rocket, è davvero ben fatta.

Se invece volete ascoltare le vostre tracce preferite di giochi classici, e volete farlo anche senza essere online, provate VGMusic. Potete scaricare file midi con la colonna sonora di qualsiasi videogioco della SNES, dell’Atari e di qualsiasi altra console che potete immaginare.

Le colonne sonore lo-fi scelte dalla redazione di Techprincess

Non potevano mancare i “consigli non richiesti” della redazione di Techprincess, che non si tira mai indietro quando c’è da consigliare una colonna sonora di un videogame. Questi sono temi musicali più moderni, ed in alcuni casi più sofisticati di quelli elencati finora. Ma tutti davvero splendidi da ascoltare mentre si studia o lavora.

Partiamo con Animal Crossing, la cui colonna sonora lo-fi non poteva mancare. Dopotutto, siamo la testata che ha intervistato lo stesso Tom Nook.

Child of Light è un videogame dalla colonna sonora geniale, che crea un’atmosfera unica. Se hai appena finito il gioco, rischia di risvegliare troppi ricordi. Ma sono sicuro che puoi reggerla, nonostante quanto sia bella.

Gris ha una colonna sonora spettacolare, ed il fruscio delicato dietro le note manterrà la tua concentrazione fino a quando non avrai terminato l’email, il rendiconto o il capitolo della tesi.

Journey è celebre tanto per il suo gameplay unico, quanto per la colonna sonora da Oscar, Grammy e tutti gli altri premi assieme. Inoltre, è stata composta con il fine di essere rilassante ed immersiva, quindi non c’è stato nemmeno bisogno di modificarla.

Ori and the Blind Forest è un gioco davvero particolare, e dalla colonna sonora fantastica. Rilassante come nient’altro. E magnifico.

Per ultimo consigliamo The Neverhood. Non è propriamente una colonna sonora lo-fi, ma è troppo bella per non provarla. Più ritmata e varia di tutti gli altri consigli su questa lista, è perfetta se avete bisogno di qualcosa che vi faccia finire la giornata con un sorriso sulle labbra.

Le playlist su Spotify

Il bello dei videogame, è che non dovete scegliere un solo mondo fantastico in cui passare del tempo. Link non si offende se giocate anche un po’ con Tom Nook. E lo stesso vale per le colonne sonore lo-fi. Quindi ecco un paio di playlist che possono offrire un tour panoramico nel mondo dei videogame.

Questa playlist raccoglie i classici, alternando Zelda, Mario e i Pokémon. Ed è una selezione davvero ottima.

Qui invece puoi trovare un po’ di tutto, da Animal Crossing a New Horizon, passando per Chrono Cross e la musica del Negozio della Wii.

Infine, mettiamo questa playlist che raccoglie un po’ tutte le canzoni più rappresentative del mondo del gaming, rilette in chiave lo-fi.

Metti le cuffie, e via

Ora che hai la musica adatta per concentrarti e sentirti l’eroe del tuo videogioco personale, non ti resta che mettere le cuffie. E trovare la voglia di lavorare/studiare. Non è mai facile, ma speriamo che, con queste colonne sonore lo-fi dei videogiochi, sarà un po’ più piacevole.

Offerta
Sony MDR-RF811RK Cuffie TV Wireless Over-Ear, Bluetooth,...
  • Fino a 100 m di portata wireless per massima libertà di movimento
  • Assicurarsi che i dispositivi con cui si vogliono abbinare le cuffie supportino la comunicazione wireless tramite...
  • Padiglioni ad archetto con design sovrauricolare
Bose QuietComfort 35 II Cuffie Wireless/con cavo, 3 livelli...
  • Tre livelli di riduzione del rumore di prima classe per una ottima esperienza di ascolto in qualsiasi ambiente
  • Accesso vocale a musica, informazioni e altro tramite Alexa e l'assistente di Google
  • Sistema a due microfoni antirumore per un suono nitido e acquisizione della voce ottimizzata

 


Condividi la tua reazione

Confusione Confusione
4
Confusione
Felicità Felicità
10
Felicità
Amore Amore
4
Amore
Tristezza Tristezza
1
Tristezza
Wow Wow
3
Wow
WTF WTF
4
WTF
Stefano Regazzi

author-publish-post-icon
Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link