fbpx

Death Stranding: come sarebbe stato se fosse uscito su PS1?


Inutile negarlo, a nessuno piacciono i downgrade: scoprire che la versione finita di un gioco tanto atteso appare molto diversa da ciò che era stato inizialmente mostrato nei trailer è sempre un po’ un tradimento. Eppure, ultimamente si sono diffusi degli esperimenti interessanti in questo senso che in particolare vanno a colpire i più nostalgici tra di noi. Sto parlando dei demake, trailer che re-immaginano i titoli contemporanei per mostrarci come sarebbero stati se fossero usciti su piattaforme del passato. L’ultimo demake ha come protagonista il tanto atteso Death Stranding, il misterioso nuovo titolo di Hideo Kojima, trasformato in un gioco per PS1.

Death Stranding: scale, pacchetti e altissime creature anche su PS1

Realizzato dall’utente Bearly Reagar, il video punta dritto al cuore dei giocatori degli anni ’90 che sono stati proprietari di una PlayStation 1, cominciando dalla schermata di caricamento della console. Gli elementi principali di Death Stranding ci sono tutti: Sam con il suo zaino arancione che si muove in ambienti desolati, altissime scale a pioli e strane creature evanescenti che ci osservano, il tutto con una grafica a bassa definizione, frequenti caricamenti (con una citazione a Resident Evil) e musica retro. In generale, il demake è davvero ben realizzato e potrebbe davvero sembrare un titolo uscito 20 anni fa (tra l’altro, è una mia impressione, o il suono utilizzato per il movimento nei menù è lo stesso di Final Fantasy VII?).

Pronti a fare un finto tuffo nel passato? Trovate il video all’inizio dell’articolo!

[amazon_link asins=’B07DLGT47C,B06ZY9MG8J,B07DMGFZQY’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’cc92646f-ccd5-4e42-b91d-8e23357810a7′]

Silvia Maddalena

Appassionata di videogiochi, cinema e serie TV, passo il mio tempo tra Temeria, la Zona Contaminata, Rapture e tanti altri bei luoghi lontani armata di mouse e tastiera.