fbpx
Videogiochi

E3 2021: Bandai Namco punta tutto su House of Ashes

Il publisher non ha presentato altri progetti

Ieri sera si è conclusa l’E3 2021 e l’ultima conferenza in lista è stata quella di Bandai Namco che si è concentrata esclusivamente su House of Ashes, il prossimo titolo della seri Dark Picture Anthology. Durante il pre show della conferenza sono anche stati mostrati diversi trailer che abbiamo già visto a più riprese durante gli scorsi giorni.

E3 2021: Bandai Namco presenta House of Ashes

Il publisher ha annunciato a sorpresa che il focus della serata sarebbe stato incentrato unicamente su House of Ashes, un annuncio che arriva come un fulmine a ciel sereno, dato che in molti si aspettavano qualche notizia extra riguardo ad Elden Ring e agli titoli della scuderia Bandai.

Tornando proprio ad House of Ashes, abbiamo potuto dare un’occhiata ad un nuovo trailer che ha messo in risalto alcuni passaggi inediti di gameplay con la suggestiva voce narrante del Curatore come sottofondo. Confermata anche la data d’uscita del titolo, prevista per il 22 ottobre e già svelata in occasione del Summer Game fest. Per l’occasione inoltre, l’executive producer Dan McDonald di Supermassive Games ha risposto a diverse domande sul gioco.

Grazie a questa esclusiva intervista apprendiamo che il titolo è ambientato in Iraq e che i fatti raccontati si basano sulle rovine dell’impero di Akkad, caduto in disgrazia circa 400 anni fa. Nello specifico House of Ashes usa come incipit narrativo una maledizione inflitta dall’autoproclamato Re Dio Naram-Sin, i cui strascichi, a quanto sembra, hanno permeato i resti dell’impero fino al 2003, anno in cui si svolgono le vicende del gioco.

E3 Bandai Namco

Apprendiamo anche che i ragazzi di Supermassive Games hanno optato per una gestione della telecamera a 360°, mentre la torcia giocherà un ruolo fondamentale durante l’esplorazione. Aggiunti anche i livelli di difficoltà, nel caso trovassimo il gioco troppo facile.

Purtroppo la conferenza Bandai Namco è terminata subito l’intervista, di conseguenza pare che dovremo aspettare ancora qualche mese per ottenere nuovi informazioni in merito agli altri titoli sotto l’ala del publisher.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button