fbpx
NewsSoftwareTech

Facebook dà informazioni incomplete ai ricercatori di fake news

I dati forniti a Social Science One riguardavano solo metà degli utenti USA, non tutti

Il ricercatore italiano Fabio Giglietto ha scoperto che i dati forniti da Facebook ai ricercatori riguardo le fake news sulla piattaforma sono in incompleti. Infatti includono solo circa la metà degli utenti negli Stati Uniti, mentre Facebook aveva promesso i dati completi ai ricercatori di Social Science One.

Facebook: informazioni incomplete date ai ricercatori di fake news

Il gruppo di ricerca Social Science One ha usato negli ultimi due anni i dati forniti da Facebook per elaborare dei modelli sulla diffusione delle fake news. Infatti The New York Times ha riportato che alcune secondo alcune email interne i dati corrispondono a circa la metà di quelli che Facebook aveva promesso.

facebook antitrust americano monopolio-min

Il primo a suonare il campanello d’allarme è stato Fabio Giglietto, ricercatore dell’Università di Urbino. Il quale ha comparato il campione fornito da Facebook ai ricercatori con quelli sui post di maggior successo sulla piattaforma. Questa scoperta arriva dopo che Facebook ha bannato alcuni ricercatori. Colpevoli solo di aver utilizzato un plugin legale mentre cercavano dati che collegassero le pubblicità di Facebook alle fake news.

Cody Buntain, ricercatore presso il New Jersey Institute of Technology, commenta: “Avevamo sollevato molti dubbi riguardo alla possibilità di fidarsi dei dati forniti da Facebook a Social Science One. Ora sappiamo che non ci saremmo dovuti fidare così tanto. E avremmo dovuto richiedere più attenzione nel validare i dati”.

I ricercatori lamentano di aver perso mesi di ricerca per colpa dei dati sbagliati. Mettendo anche la proprio laurea sperimentale a rischio. Almeno uno di questi ha riferito al New York Times di credere che Facebook abbia fornito dati incompleti volontariamente.

Facebook si è “scusata per l’inconvenienza che possa aver causato e vorrebbe fornire il maggior supporto possibile”. L’azienda ha assicurato di essere al lavoro per aggiornare i dati. Ma visto la grande mole di informazioni, potrebbero servire settimane perché la revisione sia completa. Settimane in cui i ricercatori non potranno studiare le fake news sulla piattaforma.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 12 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità
Source
The Indipendent

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button