fbpx
facebook-shopsfacebook-shops

Facebook Shops, il nuovo servizio per aprire un negozio online
L'idea di Mark Zuckerberg per aiutare i commercianti in difficoltà durante la pandemia


Facebook Shops è la nuova idea partorita da Mark Zuckerberg per aiutare tutti i commercianti che durante la pandemia non hanno potuto condurre regolarmente la propria attività. Permette di creare degli spazi virtuali dove esporre la propria merce. Che Facebook sia pronta a far tremare Amazon, Alibaba ed altri e-commerce? 

Facebook Shops è la nuova vetrina virtuale

Mark Zuckerberg filantropo ma comunque uomo d’affari. Il creatore di Facebook ha annunciato ieri sera, in un servizio della CBS, Facebook Shops. Il social network offrirà adesso la possibilità di creare un ambiente virtuale in cui i piccoli commercianti potranno esporre, in modo totalmente gratuito, tutta la merce a loro disposizione. Tra qualche tempo sarà addirittura possibile pagare all’interno del social network in pochi rapidi passaggi, senza viaggiare da un’applicazione all’altra.

facebook-shops

Facebook Shops come funziona?

Il proprietario del nuovo negozio virtuale potrà scegliere tutti i prodotti da inserire in queste nuove vetrine, creando un vero e proprio catalogo online. Potrà personalizzare il negozio con un’immagine di copertina e dei colori attinenti al logo, al marchio o al negozio fisico. Non importa che tu sia il proprietario di una piccola bottega o di un negozio di 5 piani, qualsiasi imprenditore potrà accedere a questo nuovo utile servizio.

Al momento, unico neo, per completare l’ordine sarà necessario passare al sito web del negozio. In futuro tuttavia l’intera operazione avverrà all’interno del social network blu. A breve sarà anche possibile far comunicare clienti e venditori tramite tutti i canali del colosso dei social. Tramite WhatsApp, Messenger ed Instagram Direct sarà possibile condividere i cataloghi ed effettuare acquisti, un po’ come accade già in Cina grazie a WeChat.

Differenze con i rivali

Zuckerberg ha tenuto a rimarcare la gratuità del nuovo servizio, sottolineando l’aspetto filantropico di questa sua mossa. Per poter vendere tramite Amazon, infatti, sono presenti delle percentuali su ogni vendita che vanno dal 6% al 20%; su Shopify invece si paga ogni mese una quota di gestione per mantenere il proprio negozio virtuale.

In futuro Facebook potrebbe guadagnare con Shops grazie ai suoi servizi di pagamento integrati, ponendo una piccola commissione su ogni transazione.

Non solo Facebook, a breve anche Instagram Shops

Pensavate che l’altro grande social network di proprietà di Mr Zuckerberg sarebbe stato estromesso dalla nuova idea degli Shops? Ebbene no, è infatti in arrivo la prossima estate anche Instagram Shops, analogo del social fotografico. Influencer, case produttrici e negozianti da tutto il mondo potranno applicare un semplice tag a video e foto in pubblicazione così da rendere immediato l’acquisto del prodotto. 

facebook-shops

 


Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.