fbpx
Videogiochi

Il concerto di Ariana Grande su Fortnite: ecco le nostre impressioni

Durante lo scorso fine settimana si è svolto il concerto di Ariana Grande su Fortnite. Il battle royale di Epic Games sembra intenzionato a mantenere la tradizione degli spettacoli dal vivo anche ora che la morsa della pandemia si è attenuata, organizzato eventi di alto livello all’interno di server dedicati. Noi di Tech Princess abbiamo assistito al concerto di Ariana Grande su Fortnite e oggi vi spiegheremo come mai lo abbiamo particolarmente apprezzato.

Ariana Grande e il concerto su Fortnite

Fortnite, non è un segreto, è un gioco piuttosto divisivo tra gli appassionati del media videoludico. C’è chi lo ama e chi lo odia, ma è innegabile che il titolo di Epic Game abbia svolto un ruolo fondamentale durante la pandemia di Covid-19 che ha afflitto l’interno pianeta da ormai più di un anno a questa parte. Gli sviluppatori infatti non si sono limitati a proporre ai giocatori la classica formula di gioco, ma hanno intrapreso collaborazioni uniche per portare gli spettacoli dal vivo direttamente sui loro server.

Il capostipite di questi eventi “dal vivo” online è stato il rapper Travis Scott, che è stato il primo ad esibirsi in un concerto su dei server dedicati e da allora Fortnite ha visto diversi artisti avvicendarsi sul suo palco digitale. L’ultima di queste personalità di spicco è stata proprio Ariana Grande, che durante lo scorso weekend è stata la protagonista indiscussa di un evento che definire concerto è piuttosto riduttivo.

Il concerto di Ariana Grande su Fortnite: ecco le nostre impressioni

All’artista è stato conferito l’onore di essere la prima ad inaugurare il cosiddetto Rift Tour, una serie di appuntamenti a tema musicale che si svolgeranno nel gioco a partire proprio dal concerto di Grande. Come dicevamo però, definire questo concerto una semplice esperienza musicale sarebbe riduttivo. Quello che i ragazzi di Fortnite insieme alla cantante hanno realizzato è una vera e propria esperienza totalizzante, capace di trascendere le classificazioni.

Ma andiamo con ordine. La nostra esperienza è iniziata circa un’ora prima dell’inizio dell’evento, quando la playlist del Rift Tour è stata aperta e i giocatori hanno potuto cominciare ad entrare nel server di gioco dedicato all’esibizione.

Tra concerto ed esperienza visiva

Già prima dell’inizio di tutto mi è stato possibile constatare come il clima di festa e condivisione fosse preponderante, con gruppi di sconosciuti che si univano spontaneamente, ballando e formando composizione in aria mentre aspettavano l’inizio del grande evento. Ma è stato allo scadere del countdown che mi sono trovato catapultato in un’esperienza davvero unica.

Tutto ha inizio con un frattura spazio temporale violacea in cui veniamo risucchiati e dove vediamo una versione gigante del nostro avatar, con attorno varie finestre su dimensioni alternativa. Forse dei piccoli teaser delle future collaborazioni? In ogni modo, non abbiamo tempo per pensarci, dato che il concerto entra subito nel vivo, facendoci surfare su un lungo scivolo di slime, poi saltare sul corpo di un colossale orsetto di peluche e infine abbiamo dovuto combattere contro un gigantesco demone, che alla fine, riesce ad abbatterci.

Siamo sconfitti, ma non soli. Il nero ci circonda ma i nostri compagni ci aiutano ad alzarci, e dal buoi iniziano a comparire dei puntini luminosi simili a stelle. Ed è proprio in questa ambientazione fatte di luci e spazio profondo che vediamo per la prima volta Ariana Grande, che inizia il concerto portandoci con lei in vari universi, tra mari al tramonto e panorami suggestivi.

Ariana qui è una specie di divinità, che non si limita a cantare e a ballare, ma interagisce con le dimensioni ed è in grado di aprire le fratture spazio temporali. Partecipare a questo evento invece è stata un’esperienza difficile da descrivere, dato che è impossibile ridurla alla definizione di concerto. Si è trattato piuttosto di qualcosa in grado di ridefinire i canoni stessi della musica dal vivo, portandoci direttamente dentro al video musicale dell’artista, portandoci direttamente nella mente dell’artista.

Il futuro

Anche se ancora non sappiamo chi parteciperà, Epic Games ha confermato che ci saranno altri concerti di questo tipo in futuro e noi non potremmo esserne più felici. Questi eventi sono piacevoli da seguire sia per gli appassionati del gioco, sia per chi ne è completamente digiuno, come tra l’altro l’autore di questo articolo.

Quello a cui ci siamo trovati di fronte con il concerto di Ariana Grande è un evento dai valori produttivi elevatissimi, cosa che non può che solleticare la nostra fantasia su quello che potrebbe organizzare l’azienda in futuro, che già si è dimostrata largamente in grado di intercettare i gusti pop del momento.

Insomma, i concerti digitali su Fortnite sembrano avere ancora una vita lunga e fiorente davanti a loro.

Offerta
Razer Kraken V3 X Ultralight RGB USB Gaming: Driver TriForce...
  • 285g costruzione ultraleggera: Progettato per essere estremamente leggero a soli 285g, l'esperienza audio superiore come...
  • Driver Razer TriForce 40mm: Il nostro nuovo, all'avanguardia design proprietario divide il driver in 3 parti per la...
  • Razer HyperClear Cardioid Mic: Un modello di pickup migliorato assicura più voce e meno rumore come si assottiglia...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button