fbpx

FRITZ!Box compie 15 anni: ripercorriamo le storia


Il 18 marzo 2004 AVM presentava al CeBIT il primo FRITZ!Box. Fu l’inizio di un’era, un’era caratterizzata da dispositivi innovativi e capaci di sfruttare al meglio le reti degli utenti. Pensate al FRITZ!Box 7390 per VDSL, annunciato nel 2009 e attualissimo anche ad anni di distanza per il vectoring VDSL, oppure al più recente FRITZ!Box 7590, presentato nel 2017 e già in grado di supportare la tecnologia 35b a 250 MBit/s prima ancora che questa fosse offerta nelle reti. Che dire infine del nuovo FRITZ!Box 6591 Cable? Il primo prodotto utilizzato su reti via cavo con un velocità di trasmissione dati che può raggiungere 1Git/s.

Oggi, i prodotti FRITZ!Box sono disponibili per qualunque tipo di connessione e sono progettati per durare nel tempo, merito anche del sempre aggiornato sistema operativo. Grazie a FRITZ!OS è infatti possibile sfruttare tutte le più recenti funzionalità, incluse quelle legate alla Smart Home.

Insomma, quella di AVM è sempre stata e continua ad essere un’offerta completa, frutto del lavoro di ben 750 dipendenti e capace di generare un fatturato pari a 520 milioni di euro.

[amazon_link asins=’B074G5Z1PQ,B07FDKD3F3,B07NQY2HYR’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’566cf7db-9b1b-49d7-b245-1122917f6465′]

Team di redazione

author-publish-post-icon
L'account della redazione di Tech Princess e Tech Business.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link