fbpx
Photo Credits: upklyak from FreePik.

I gestori di password, la cassaforte della vostra vita online
I sistemi di gestione delle password consentono di conservare in modo sicuro le credenziali di siti e app. Scopriamo insieme il gestore migliore per te!


I sistemi di gestione password, o password manager, sono un posto sicuro dove salvare tutte le credenziali utilizzate per accedere nei vari siti web ai quali siete iscritti. Essi permettono anche di salvare altri dati sensibili, come le carte di credito o di debito che usate più spesso per poter acquistare online in modo semplice e veloce. Sul web si trovano tantissimi gestori delle password, sia integrati nei vari browser come Google Chrome, Firefox o Safari, sia come programmi di terze parti: analizziamo insieme quali sono le caratteristiche e le differenze dei servizi più diffusi, per trovare il miglior programma di gestione password che fa per voi.

Password manager: addio alle credenziali dimenticate

Le password migliori da utilizzare sono quelle che non possono essere ricordate, quindi sicuramente non formate dalla propria data di nascita, dal proprio nome o da quello del vostro ultimo animale domestico. Inoltre, per preservare la propria sicurezza online, è necessario utilizzare sempre password diverse tra loro per evitare che un hacker possa entrare in diversi vostri account con le stesse credenziali. Ma come fare se non si vuole usare il vecchio amato taccuino per segnarsi tutti i codici di accesso?

Ci pensano i password manager, ossia gestori delle password che consentono di salvare, in tutta sicurezza, le vostre credenziali in modo automatico, per poi proporvele al momento del login a ciascun servizio. Questi programmi sono estremamente sicuri, poiché sono protetti da una master password – scelta da voi e che dovete ricordare sempre – che permette di sbloccare il “caveau” virtuale con all’interno tutti i vostri dati sensibili.

Oltre a memorizzare e proteggere le credenziali di accesso a siti web e app, i gestori di password permettono anche di salvare note private, dati di carte di credito o debito oppure il vostro indirizzo di casa in modo tale da compilare automaticamente i campi relativi durante un acquisto online.

Questi sistemi di gestione password inoltre sono dotati di una funzionalità estremamente utile: al momento della registrazione su un sito web, vi suggeriscono una password alfanumerica molto sicura, generata casualmente, che poi verrà salvata in automatico all’interno del caveau. Questo, quindi, vi permette di non dover inventare di sana pianta una chiave di accesso per ogni sito, che rischia di essere troppo semplice da indovinare oppure molto simile ad altre già utilizzate.

La gestione delle password all’interno dei browser

I browser più utilizzati, come Google Chrome, Safari, Firefox o Microsoft Edge, sono dotati di un gestore di password integrato. La funzionalità è molto utile nel caso in cui utilizziate sempre lo stesso browser su più dispositivi, poiché le credenziali si sincronizzano e sono accessibili da ogni device, come il vostro smartphone e il PC. Se invece preferite usare browser differenti sui vari dispositivi, come Safari sul vostro iPhone e Google Chrome sul notebook, un programma esterno di gestione password – di cui parleremo a breve – potrebbe essere più indicato.

Il password manager di Google Chrome

Google Chrome permette di salvare le proprie chiavi di accesso automaticamente e gratuitamente grazie al Password Manager. Per accedere al gestore password Google basta effettuare il login con il proprio account e visitare questa pagina. Ad ogni nuova registrazione, o al primo login, vi sarà chiesto se volete salvare le credenziali, che verranno poi riproposte ad ogni login sul medesimo sito web. Sempre durante la registrazione, Chrome è in grado di suggerire una password efficace generata automaticamente.

Di recente, Google Chrome ha inserito una nuova funzionalità chiamata “Controllo password” che segnala le credenziali che sono state vittima di una violazione dei dati e che sono quindi poco sicure. Avviando un controllo, vi verrà mostrato il numero di password compromesse, ma anche quelle riutilizzate – quindi simili per più account – e quelle poco efficaci – ad esempio che contengono la vostra data di nascita -, con il suggerimento di cambiarle.

gestore password google chrome controllo sicurezza

Per mantenere privati i propri dati, e alzare il livello di sicurezza, è consigliabile utilizzare una “passphrase”, ovvero un codice segreto che permette di accedere alle varie informazioni salvate all’interno di Chrome e che cripta i dati salvati. Una specie di master password che apre la cassaforte.

Salvando i dati di accesso in Google Chrome, questi saranno riproposti anche all’interno delle app Android. Ad esempio, se salvate le credenziali di Facebook dal browser sul vostro PC, queste saranno proposte al login sull’app Facebook del vostro smartphone Android.

Chrome consente di esportare i dati salvati in un file .csv da poter utilizzare su altri browser, oppure di importarli, sebbene quest’ultima sia una funzionalità un po’ instabile e poco consigliata, oltre che nascosta.

Per poter importare delle password nel gestore Google, infatti, dovrete recarvi su chrome://flags/#PasswordImport impostando da default ad enabled. Dopodiché, all’interno delle password di Google Chrome – su chrome://settings/passwords – potrete premere i tre puntini e selezionare “importa”, scegliendo il file .csv precedentemente salvato da un altro browser.

La gestione password di Microsoft Edge

Microsoft Edge, essendo un browser basato su Chromium come Google Chrome, ha un gestore di password molto simile. Anch’esso può generare automaticamente delle chiavi di accesso complesse che, se scelte, saranno salvate all’interno del browser. Per visualizzare, modificare o aggiungere una chiave bisogna inserire la propria password principale.

Da poco è disponibile l’applicazione Microsoft Authenticator per Android e iOS, che porta le funzionalità del password manager di Edge sui dispositivi mobili. Una volta aperta un’app o un sito web, verranno inserite le credenziali di login salvate oppure si salveranno quelle appena inserite. I dati poi vengono sincronizzati in automatico con l’account Microsoft e su Edge.

Password Monitor di Edge consente inoltre di rilevare le password compromesse.

Il sistema di gestione password di Firefox

gestione password Firefox Lockwise

Firefox ha un sistema molto simile a Google Chrome e agli altri browser, chiamato Lockwise, che consente di archiviare le credenziali di accesso. Memorizza infatti in modo sicuro i nomi utente e i codici utilizzati per accedere ai vari siti web, riproponendoli al momento di un successivo login. Anche Firefox ha la possibilità di generare una password sicura ed efficace da poter utilizzare all’interno di un sito web. Tutte le credenziali salvate saranno sincronizzate sui vostri dispositivi che utilizzano Firefox.

Un grande problema di questi gestori integrati nei browser è che possono essere sfruttati da chiunque abbia accesso al vostro dispositivo. Per ovviare a questo, Firefox permette di utilizzare una password principale, che impedisce ad altre persone l’utilizzo dei vostri dati. La password principale deve essere inserita per ogni sessione di Firefox appena viene visitato un sito web per il quale esiste una credenziale salvata. Bisogna inserirla anche quando si vuole rimuovere, aggiungere oppure visualizzare un particolare dato.

È anche possibile importare su Firefox i dati salvati su altri browser (anche se la scelta è ridotta) oppure da un file in formato .csv, esportato precedentemente, ad esempio, da Chrome. Allo stesso modo, è possibile esportare da Firefox un file contenente tutti i dati salvati su Lockwise.

Gestire le proprie credenziali nell’ecosistema Apple

sistema gestione password di Apple - Portachiavi

L’ecosistema Apple è in continua evoluzione e integra perfettamente ogni dispositivo che ne fa parte. Per tenere traccia e proteggere le proprie informazioni sensibili, gli utenti Apple possono utilizzare il “Portachiavi”.

Il Portachiavi consente di salvare password e username di siti web e applicazioni, oltre ai numeri delle carte di credito e addirittura il codice PIN dei conti bancari. Una volta inserita una nuova chiave di accesso, l’utente può scegliere se salvarla all’interno del sistema di gestione password di Apple, per averla sempre pronta e sincronizzata con gli altri dispositivi dell’ecosistema. Per poter visualizzare o modificare le proprie credenziali su Mac è necessario utilizzare l’applicazione “Accesso Portachiavi”, oppure andare su Safari > Preferenze > Password e inserire la password principale che corrisponde a quella che si utilizza per accedere al Mac.

Per poter sincronizzare le credenziali con tutti i dispositivi della mela morsicata è necessario abilitare il Portachiavi iCloud dalle impostazioni. In questo modo è possibile trovare i medesimi dati su Mac, iPhone e iPad e sfruttare il compilamento automatico, sia tramite Safari che su qualsiasi applicazione. La compilazione automatica in caso di login può avvenire solo dopo l’autenticazione tramite FaceID, TouchID o PIN del dispositivo, quindi il tutto è estremamente sicuro. Per consultare su iPhone o iPad le password salvate, basta andare su Impostazioni > Password.

Come Google Chrome, Firefox e gli altri browser, su Safari e i dispositivi Apple è possibile sfruttare il generatore automatico di password sicure. Inoltre, sia da Safari che dalle impostazioni dei dispositivi è possibile consultare le credenziali potenzialmente compromesse. Il sistema suggerisce di cambiare un codice di accesso nel caso in cui sia stato vittima di una violazione dei dati, sia troppo poco efficace oppure sia utilizzato spesso nei vari account.

I programmi di terze parti che consentono di salvare e gestire le credenziali

Se siete soliti utilizzare browser differenti tra i vari dispositivi in vostro possesso, il nostro consiglio è quello di utilizzare un programma per la gestione delle password. Ne esistono davvero molti, sia gratis che a pagamento, che offrono più o meno le stesse caratteristiche. Tutti, infatti, hanno lo scopo di mantenere al sicuro le vostre credenziali, sempre accessibili e modificabili e soprattutto sincronizzate tra i vari dispositivi.

Tra i più utilizzati ci sono LastPass, 1Password e DashLane, dei gestori di password completi e sicuri. Tutti questi programmi, infatti, codificano le informazioni inserite dall’utente e non utilizzano questi dati per altri scopi, come la vendita degli stessi a siti terzi.

LastPass

gestore password gratuito lastpass

Questo password manager è compatibile con i browser più utilizzati, come Firefox, Chrome, Opera, Safari, e con i dispositivi mobili Android e iOS. Sul PC si presenta come una vera e propria estensione, che si integra nel browser, in grado di salvare tutte le credenziali di accesso. Per poter accedere alla cassaforte di LastPass è necessario utilizzare la master password: l’unica chiave di accesso da ricordare.

LastPass integra un generatore di password sicure, lunghe e casuali, per proteggere la propria privacy. Inoltre, ad ogni login, l’estensione proporrà le credenziali salvate per quel sito web, per un accesso rapido e intuitivo. I dati salvati su LastPass vengono sincronizzati su tutti i dispositivi dell’utente, in modo automatico. Oltre alle chiavi di accesso, è possibile salvare note, indirizzi, carte di credito o di debito e custodire una copia del proprio passaporto o della patente.

LastPass può essere utilizzato in modo gratuito su più dispositivi. È disponibile anche un piano a pagamento, a 2,90€ al mese, che consente di avere 1GB di spazio di archiviazione file crittografato.

Novità Apple MacBook Air (13", Chip Apple M1 con CPU 8-core...
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • Autonomia senza precedenti, con una batteria che dura fino a 18 ore
  • CPU 8‐core fino a 3,5 volte più rapida, per gestire i progetti a velocità mai viste

1Password

1Password manager

Questo programma è molto simile a LastPass: è disponibile per Windows e Mac, integrandosi con un’estensione per i browser, oltre che come applicazione per i dispositivi mobile. Anch’esso è dotato di un generatore di password sicure, dell’autenticazione in due fattori e del rilevamento di codici di accesso deboli.

1Password è disponibile gratuitamente per 14 giorni, dopodiché sarà necessario abbonarsi al costo di 2,99 dollari al mese, fatturati annualmente.

La gestione delle password con DashLane

Il password manager DashLane

DashLane è molto intuitivo e semplice da utilizzare, complice anche la sua interfaccia pulita. Come gli altri sistemi, oltre a salvare e gestire le credenziali, può rilevare le password troppo deboli, quelle violate oppure quelle duplicate su vari account differenti. Consente di salvare tutte le informazioni sensibili, come carte di credito e indirizzi, il tutto protetto da una master password.

DashLane è disponibile come applicazione per Windows, Mac, iOS e Android, e si integra perfettamente con i vari browser. La versione gratuita consente di salvare fino a 50 password e non permette la sincronizzazione su più dispositivi. Per aumentare le funzionalità a disposizione, è necessario pagare un abbonamento di 3,99 dollari al mese, oppure 40 dollari all’anno (è possibile usufruire di un periodo di prova gratuita di 30 giorni). Questo include dispositivi e password illimitati, una VPN per la protezione wi-fi e il continuo monitoraggio di possibili violazioni dei dati.

Acer Chromebook 314 CB314-1H-C2W1 Notebook, Pc Portatile con...
  • IL FUTURO DELL'ELABORAZIONE: basso consumo energetico e velocità del software grazie al processore intel; queste...
  • BATTERIA CARICA TUTTO IL GIORNO: Chrome OS ottimizza le prestazioni della batteria, dandoti un’autonomia fino a 12...
  • CHROME OS: sistema operativo veloce, semplice e sicuro creato da Google e progettato per come viviamo oggi; si avvia in...

Password manager: conclusioni

La sicurezza online è estremamente fondamentale per i vostri account e munirvi di un gestore di password, che sia integrato nel vostro browser predefinito oppure un programma a parte, è il primo passo verso la privacy totale dei vostri dati.

I gestori di password elencati nel nostro articolo sono alcuni tra i migliori e più sicuri. Scegli quello più adatto alle tue esigenze di utilizzo e facci sapere cosa ne pensi. Scrivici su Facebook!


Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.