fbpx
FeaturedNewsVideogiochi

La fine di Google Stadia?

Cancellati tantissimi giochi Google Stadia, tra cui il nuovo atteso titolo horror di Hideo Kojima

Ancora aggiornamenti nel settore dello streaming dei videogiochi. A quanto pare, in questi giorni sarebbero stati cancellati tantissimi giochi Google Stadia, andando a confermare così l’ipotesi di un fallimento del servizio. Proprio ieri Video Games Chronicles ha pubblicato un articolo in cui riassume alcuni dei progetti annullati dal colosso tecnologico in diverse fasi di sviluppo.

Tra questi ci sarebbe anche il nuovo titolo horror in episodi di Hideo Kojima, lo sviluppatore del noto Death Stranding. Si vocifera che la Kojima Productions avesse un piano per sviluppare un gameplay innovativo grazie al Google Cloud, ma sembrerebbe che l’accordo sia stato annullato da Phil Harrison, VP dell’azienda. Sfortunatamente, però, non si tratta del solo gioco per Stadia che è stato cancellato. Vediamo allora cosa è successo davvero.

Google Stadia, dall’innovazione al fallimento?

Il 2020 è stato a tutti gli effetti l’anno dei videogiochi in streaming. E Google Stadia, a suo modo, ha rappresentato una sorta di punto di riferimento per questa rivoluzione nel mondo del gaming. Lanciata nel Novembre del 2019, la piattaforma di Big G ha cercato sin da subito di conquistare quanti più utenti possibili, proponendo loro la possibilità di giocare ad una libreria di titoli molto ampia. Eppure, nel corso dell’anno passato qualcosa deve essere andato storto. Soprattutto considerando che, all’inizio del Febbraio 2021, Google ha annunciato la sua volontà di chiudere la divisione Stadia Games & Entertainment.

E così, il colosso tecnologico ha chiuso definitamente i due team di sviluppo – uno a Montreal ed uno a Los Angeles – che lavoravano ai suoi videogiochi. A quanto pare, Stadia non si dedicherà più alla produzione di titoli first party, ma si limiterà alla distribuzione di giochi third party. In questo modo dovrebbero riuscire a rientrare delle ingenti somme di denaro spese in questi mesi cercando di offrire un servizio di streaming innovativo. Ma come mai Big G ha cambiato idea al riguardo? Cosa ha convinto davvero la compagnia a fare dietrofront?

Stando a quanto si legge in Rete, Google Stadia non sarebbe affatto riuscito a raggiungere il numero di utenti attivi mensilmente – nè tanto meno quello di controller venduti – che si era prefissato. Anzi, il servizio non sarebbe andato neppure vicino agli obiettivi della società. Eppure Google ha investito decine di milioni di dollari per cercare di rendere appetibile la libreria del suo servizio di streaming. Partnership mozzafiato – come quella con Hideo Kojima – e una collaborazione esclusiva con Cyberpunk 2077 non sono comunque servite a conquistare il pubblico. E Big G non è stato in grado di rientrare dei suoi investimenti. Data la situazione, come potevamo aspettarci che ci fossero nuovi giochi nel 2021?

Giochi Google Stadia: cancellati i titoli in via di sviluppo

Tra i titoli cancellati da Google non c’è soltanto l’horror di Hideo Kojiima.  Ad essere sospeso è stato anche il gioco d’azione multiplayer “Frontier”, sviluppato da un team guidato da Francois Pelland, un ex dipendente di Ubisoft che aveva lavorato ad Assassin’s Creed: Syndicate. Lo stesso team è rimasto a dir poco sorpreso della decisione del colosso tecnologico, dato che è venuto a sapere della cancellazione del gioco direttamente da Internet.

giochi Google Stadia cancellati

Stessa sorte anche per i membri di Typhoon Studios, assunti da Google nel 2019 e responsabili del gioco di avventura Journey to the Savage Planet, che avrebbe dovuto avere un sequel nel prossimo futuro. A quanto pare, però, il colosso tecnologico è riuscito ad annullare anche questa uscita. E lo stesso sembrerebbe valere per l’uscita di un gioco musicale dello studio Harmonix. Il nuovo titolo della compagnia di sviluppo sarebbe pronto, ma ci sarebbero problemi per il suo rilascio su Stadia.

Insomma, sarebbero almeno una decina i giochi Google Stadia annullati dal colosso tecnologico. Ma non c’è stata alcuna risposta reale da parte di Google, se non quella di un portavoce che ha dichiarato che l’articolo di Video Games Chronicles conteneva notizie false. Eppure, sappiamo bene che c’erano accordi commerciali con terze parti. Come si muoverà la compagnia allora? E cosa accadrà a Stadia?

Offerta
Journey To The SAVAGE Planet - PlayStation 4
  • Multiplayer Co-Op A 2 Giocatori Online
  • Completa Le Missioni Mentre Scopri Centinaia Di Oggetti Da Collezione E Segreti Lungo La Strada
  • Humor E Un Pizzico Di Follia Aliena: Chi L’Ha Detto Che La Scienza E La Biologia Sono Noiose?

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button