fbpx
AutoMotoriNews

Honda Civic, debutta la nuova generazione: estetica più elegante, ma in Europa è solo ibrida

Honda Civic 2021, la nuova generazione è più elegante, ma solo ibrida

Dopo una decima generazione tanto valida e bella da guidare quanto controversa da guardare, ecco le prime foto di Honda Civic 2021, l’undicesima generazione del mito giapponese. Addio alle linee tormentate e quasi da manga: ora Civic è elegante, curata e raffinata. Ma sotto al cofano c’è la rivoluzione: in Europa, Honda Civic sarà disponibile solo come ibrida, con il sistema e:HEV di Honda. Vediamo allora la gamma Civic, in Europa e nel resto del mondo.

Honda Civic 2021, dopo la berlina ecco la hatchback: elegante e raffinata, incredibilmente normale

Honda Civic è una di quelle auto che, nonostante in Europa e soprattutto in Italia non vengano considerate più di tanto dal grande pubblico, sono ai primi posti per numero di esemplari venduti al mondo. Di grande successo in Asia e Nord America, negli Stati Uniti la sola decima generazione di Civic, in vendita tra il 2016 e il 2021, è stata venduta in 1,4 milioni di unità. Un modello di incredibile successo, che fa parte della gamma Honda, ininterrottamente, dal 1972.

Honda-Civic-2021-precedente-generazione

Dopo quasi 50 anni e 10 generazioni, è il momento per Civic di svelarsi nella sua undicesima generazione. Ed è questa la serie che cambia tutto dal punto di vista estetico. Dopo diverse serie molto classiche e un po’ prevedibili, nel 2005 Honda ha cambiato totalmente registro, inserendo con la ottava generazione un’estetica futuristica, molto personale e originale. Le due serie che sono poi seguite hanno continuato a proporre delle linee molto personali, non incontrando sempre i gusti del pubblico. Soprattutto quello europeo, da sempre un po’ “schizzinoso” con le auto troppo personali, non ha perdonato alla attuale Civic le tante prese d’aria, il lunotto diviso in due e, in generale, un’estetica poco elegante.

Honda Civic 2021 frontale

Ora, Honda Civic 2021 sembra aver ascoltato e messo in pratica le critiche degli anni passati. La nuova generazione scarta prese d’aria enormi e linee audaci, e sfoggia un look elegante e raffinato. La berlina a tre volumi, la Civic più venduta del mondo, è stata la prima a svelarsi, con la due volumi che si è fatta conoscere solo ora, dopo diverse settimane. In comune, le due versioni hanno un frontale molto elegante e discreto. La calandra frontale non è più in nero lucido, ma è invece quasi carenata, in colore carrozzeria, come abbiamo visto sulla nuova Jazz.

Honda Civic 2021 berlina

In generale, però, ora il cofano è decisamente più basso, le linee molto più semplici e slanciate, e da fuori Civic tira fuori un dinamismo e un’aggressività inediti. La fiancata è parecchio filante, con passaruota bombati che mettono in risalto le ruote. Dopo il montante centrale, la berlina e la Hatchback a due volumi si distinguono parecchio. La berlina offre una coda molto più tradizionale ed elegante di prima. I fari sono ovviamente a LED e squadrati, con un taglio simile a quello della berlina Accord, venduta solo sul territorio USA. La berlina è ora più elegante, leggermente più lunga (arriva a 4,67 metri) e molto meno “pacchiana” di prima.

Honda-Civic-2021-coda

La nostra hatchback riprende questa filosofia, e abbandona finalmente il lunotto sdoppiato, marchio di fabbrica delle ultime 3 generazioni. Non adotta però una coda “all’europea”, rigorosa e verticale. Il concetto di “due volumi e mezzo” di Civic viene conservato, con un lunotto lungo e inclinato che porta ad una coda tronca che le dona molto dinamismo. Le linee in coda però sono finalmente eleganti e razionali, andando a creare un quadro davvero piacevole, in linea con il nuovo corso stilistico di Honda.

Dalla Civic americana diamo uno sguardo agli interni: addio futurismo, benvenuta razionalità

Se l’estetica era la parte più discussa delle ultime Civic, anche gli interni non erano esenti da critiche. La decima generazione infatti era fatta con grande cura e sfoggiava assemblaggi quasi impeccabili, ma l’estetica era piuttosto confusa. Univa infatti elementi molto tradizionali con soluzioni futuristiche, come il quadro strumenti per metà digitale e la console flottante, e alcuni comandi erano poco intuitivi. Ora, Honda Civic 2021 cambia registro anche all’interno.

Honda Civic 2021 interni

Non abbiamo immagini definitive della Honda Civic a due volumi in arrivo in Europa, ma possiamo già “sbirciare” dalla berlina a tre volumi, già in vendita in America. L’impostazione degli interni segue, come all’esterno, il nuovo corso di Honda. Come su Jazz, HR-V e sull’elettrica Honda e, infatti, l’abitacolo è pulito e raffinato. Sono presenti i comandi fisici per il climatizzatore, il volante è stato ridisegnato e dotato di comandi molto più facili e intuitivi, e l’infotainment si comanda dallo schermo “a sbalzo” da 9 pollici, come visto su HR-V.

Honda Civic 2021 interni laterale

Non manca poi una soluzione originale: al centro della plancia si sviluppa infatti una griglia continua a nido d’ape, che integra le tre bocchette dell’aria. Un’idea che regala all’intero abitacolo una sensazione di maggiore spazio, aumentando visivamente la larghezza dell’auto. Il quadro strumenti è poi totalmente digitale, e al centro si nota la presenza di una leva del cambio tradizionale per la trasmissione automatica.

Nel 2021, Honda Civic torna ibrida dopo 10 anni: in Europa sarà a listino il solo motore e:HEV

Ed infatti, la grande novità di Honda Civic è proprio sotto al cofano. In Europa, dovremo dire addio alla gamma formata dai benzina 1.0 e 1.5 VTEC Turbo, parchi ma molto vivaci, e all’economicissimo 1.6 i-DTEC turbodiesel. Nella gamma europea infatti ci sarà spazio esclusivamente per la motorizzazione ibrida e:HEV, già conosciuta su Jazz, CR-V e presto su HR-V. Al momento non conosciamo i dettagli della motorizzazione specifica che vedremo su Civic, ma sappiamo che utilizzerà l’originale sistema già conosciuto sulle altre Honda ibride.

Honda-Civic-2021-posteriore

Si tratta infatti si un sistema molto particolare, che unisce un motore a benzina, tendenzialmente aspirato, con un generoso motore elettrico dalla potenza pressoché identica (se non superiore in alcuni casi). In breve, il motore elettrico è quello che spinge l’auto nella maggior parte delle situazioni. Grazie alla sua potenza e coppia importante, il motore elettrico può spingere l’auto con grande facilità, garantendo una bella verve in tutte le situazioni. E il motore termico? Il benzina a ciclo Atkinson ha due compiti. Quando serve la massima potenza, genera energia per ricaricare la batteria agli ioni di litio e alimentare il motore elettrico. Nelle fasi di guida autostradale o a velocità costante, dove è più efficiente e parco, è collegato alle ruote tramite una trasmissione a singolo rapporto. In questo modo, girando a 3500/4000 giri è in grado di consumare poco e spostare senza problemi la vettura.

Honda-Civic-2021-eHEV

Questo è un sistema molto sofisticato e originale, che fa la sua comparsa per la prima volta su un’auto “a ruote basse” della gamma Honda. Dopo l’utilitaria-monovolume Jazz, il B-SUV HR-V e il C-SUV CR-V, il sistema e:HEV fa la sua comparsa sulla best-seller Civic, circa 10 anni dopo l’ultima versione ibrida della compatta giapponese in Europa. Dal 2007 al 2010, infatti, Honda ha proposto anche in Europa la Civic Hybrid. Basata sulla versione berlina di Civic, non presente in Europa in versione termica, sfoggiava sotto il cofano il sistema IMA, che permetteva di avere ottimi consumi con un costo di gestione e d’acquisto parecchio basso. Dopo non aver ottenuto il successo sperato (anche a causa dell’estetica poco apprezzata dal pubblico europeo), la Civic Hybrid non venne più proposta, anche se è oggi piuttosto ricercata sul mercato dell’usato.

Nel resto del mondo, Honda Civic 2021 sfoggia il noto 1.5 V-TEC Turbo… e la Type R?

Nel resto del mondo, invece, non mancheranno le alternative. La Civic americana, ad esempio, offre ai propri clienti due motori a benzina: un 2.0 VTEC aspirato da 158 CV e il conosciuto 1.5 VTEC Turbo, visto anche in Italia nella precedente generazione, che arriva a 180 CV. Il cambio per la versione a due volumi è solo il classico automatico CVT a variazione continua, mentre in America la versione a due volumi avrà anche la possibilità del cambio manuale con il motore più potente.

Honda-Civic-2021-Type-R

Ora però nasce una domanda spontanea: e la versione Type R? Come molti appassionati ben sapranno, infatti, fin dal 1996 la Honda Civic è proposta nella versione ad alte prestazioni Type R, che in 25 anni si è fatta conoscere e amare come una delle migliori Hot Hatch in circolazione. Dopo essere arrivata per la prima volta due anni fa in America, la presenza di una versione Type R per il mercato nordamericano dovrebbe essere assicurata. Si sono infatti intravisti i primi prototipi della versione ad alte prestazioni, dotata del classico, enorme alettone e di un motore da almeno 330 CV.

Honda Civic 2021 type r pista

In Europa, però, sembra destinata ad essere un sogno. Honda ha infatti dichiarato di voler vendere entro la fine del 2022 solamente automobili elettrificate. Quindi, a meno che nasca una Type R ibrida (possibilità per la verità neanche troppo remota, vista la nascita di sportive plug-in concorrenti), non vedremo una nuova Civic Type R nel Vecchio Continente. E questo è un vero peccato, visto che Honda ha lavorato tanto per rendere questa Civic la migliore da guidare della sua storia. Un telaio con una rigidità torsionale maggiore dell’8%, uno sterzo più preciso e incisivo e un assetto che ama le curve. Sono tutte caratteristiche che potremo apprezzare solo con la motorizzazione ibrida.

L’arrivo in Europa previsto per l’inizio del 2022

Nonostante questa nota amara, Honda Civic 2021 si preannuncia davvero interessante, capace di limare le peculiarità della vecchia generazione e portare ancora più persone nel mondo Honda. Non ci resta che conoscere i suoi ultimi dettagli, vederla dal vivo e provarla, ma per farlo dovremo ancora pazientare. L’arrivo sul mercato europeo è infatti previsto per l’autunno del 2022, tra poco più di un anno.

Nel frattempo conosceremo sicuramente tutti i suoi ultimi dettagli, e ci metteremo in fila per poterla provare. A noi questa Civic piace moltissimo dal punto di vista estetico, ma aspettiamo di provarla su strada per vedere se la motorizzazione ibrida potrà dare giustizia ad una delle automobili a trazione anteriore più divertenti da guidare degli ultimi anni. E voi? Cosa ne pensate? Vi convince questa nuova Honda Civic e il suo “salto” verso l’elettrificazione? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti!

Non perderti gli altri articoli sul mondo Honda!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button