fbpx

           Iscriviti alla nostra                Newsletter!

Mi iscrivo!

Huawei P40, Huawei P40 Pro e Huawei P40 Pro+. Sono tre i nuovi top di gamma del colosso cinese, tutti progettati per ruotare intorno ad una sola parola chiave: “visionary” (visionario). Huawei quindi non si arrende e, nonostante i limiti imposti dal ban americano, continua a sfornare dispositivi completi, potenti ed incredibilmente accattivanti. La nuova serie P40 arriva infatti a poche settimane di distanza da Huawei Mate Xs, il foldable con display da 8 pollici che vi abbiamo mostrato pochi giorni fa nella nostra anteprima.

Si faranno concorrenza a vicenza? Assolutamente no. Come ci ha spiegato Isabella Lazzini, Marketing & Retail Director di Huawei Mobile italia, i device puntano a clienti diversi: “Mate Xs lo immagino per i clienti business, per coloro che hanno bisogno di spazio per lavorare e che quindi necessitano di un display abbonandante, Huawei P40 invece è perfetto per i creator, per chi punta soprattutto sulla fotocamera“.

Huawei P40: la fotocamera al centro di tutto

Huawei P40 fotocamera
Huawei P40 Blush Gold

Il comparto fotografico rappresenta uno dei punti forti della serie P fin dagli albori e i nuovi P40 non fanno eccezione. A bordo di tutti i modelli troviamo una fotocamera principale da ben 50 megapixel con sensore RYYB  da 1/1.28, uno dei più grandi presenti su smartphone. Le foto però non saranno da 50 MP, ma verrà utilizzata l’ormai diffusa tecnica del pixel binning per unire 4 pixel in uno e dare vita così a scatti da 12,5 megapixel.

Grande attenzione è stata riservata anche all’autofocus, ora davvero fulmineo, e all’intelligenza artificiale. Il colosso cinese infatti ha rivisto i suoi algoritmi per garantire all’utente finali risultati migliori senza necessità di intervento umano. Insomma, ad aiutarvi ci penseranno l’AI Image Engine, che ottimizzerà i vostri scatti, l’apprezzata Super Night Mode per gli scatti al buio ed una modalità ritratto potenziata.

Sbarca sui P40 anche l’AI Best Moment che cattura immagini anche prima e dopo lo scatto per poi aiutarvi a trovare il risultato migliore. Una soluzione adatta alle fotografie in movimento e allo sport.  Ci sono poi due ulteriori funzionalità che hanno davvero catturare la nostra attenzione: la prima è l’eliminazione dei riflessi sul vetro, una manna dal cielo per le foto fatte nei musei, in auto o dal finestrino di un aereo, mentre la seconda è l’eliminazione dei passanti, così i vostri selfie con gli amici saranno finalmente perfetti. 

E gli altri sensori? Qui le carte in tavola cambiano in base al dispositivo. 

Huawei P40, oltre al già citato sensore principale da 50 MP , integra un ultra grandangolare da 16 MP e un teleobiettivo da 8 MP con zoom 3x. Ritorna quindi il design periscopico di P30 ma con qualche miglioria: il sensore questa volta è RYYB, dotato di stabilizzazione sia ottica che digitale e soprattutto affiancato da un sistema di object tracking per aiutarvi a centrare l’obiettivo. 

Huawei P40 Pro invece spinge ulteriormente l’acceleratore sul comparto fotografico con un ultra grandangolare da 40 megapixel e un teleobiettivo da 12 megapixel con zoom ottico 5x. A bordo anche il TOF 3D. 

Il super top di gamma della serie invece propone ben 5 fotocamere. Cosa cambia? Questa volta abbiamo due teleobiettivi, uno con zoom 3x e uno con zoom 10x, entrambi da 8 megapixel. 

Arriviamo infine alla fotocamera frontale con il minore dei 3 che si presenta con un sensore da 32 megapixel e i due modelli di punti che invece puntano sulla doppia fotocamera, sempre con un 32 megapixel che però viene affiancato da un sensore di profondità.

E i video? Niente 8K per i nuovi flagship del colosso cinese ma in compenso l’azienda asiatica promette filmati professionali con una stabilizzazione quasi estrema.

Arrivano i 90 Hz, ma non per tutti

Huawei P40 Pro designGrande attenzione naturalmente anche al design e, soprattutto, allo schermo. P40 e P40 Pro vantano infatti l’Overflow Display, con una leggera curvatura ai bordi che elimina quasi totalmente le cornici. Il colpo d’occhio è davvero incredibile.

E le dimensioni? 6,1 pollici per P40 che però rimane fermo a 60 Hz, mentre P40 Pro e Pro+ arrivano a 6,58 pollici con i tanti agognati 90 Hz. 

Immancabile il lettore d’impronte in-screen, con un’area maggiorata per facilitare lo sblocco ed una velocità aumentata del 30%. In alternativa naturalmente potete optare per il riconoscimento del volto.

Due parole anche sull’impermeabilità dei dispositivi. Inspiegabilmente infatti Huawei ha deciso di fermarsi alla certificazione IP63 per il piccolo della serie, mentre P40 Pro e Pro+ sono IP68. 

Il 5G non poteva mancare

Arriviamo infine all’hardware. Ovviamente sotto la scocca non poteva esserci che Kirin 990 5G, il processore di punta del colosso di Shenzhen. Questo non solo garantisce performance da vero top di gamma ma regala agli utenti il supporto al 5G.

A rendere la serie P40 pronta per il futuro ci pensano anche il WiFi 6+, con velocità fino a 2400 Mbps, e il supporto all’eSIM. 

Huawei MusicLato software infine abbiamo la EMUI 10.1 con qualche interessante novità. Primo tra tutti MeeTime, il sistema di chiamate e videochiamate di Huawei, ma anche Huawei Music, che sbarca nel nostro Paese con un’allettante offerta: 3 mesi gratis per tutti i clienti del brand cinese, che potranno così accedere a ben 50 milioni di brani per un totale di 300 anni di musica.  Migliorata infine l’integrazione con i PC, così potrete rispondere alle chiamate direttamente dal notebook e trasferire i file da un dispositivo all’altro in pochi secondi, arriva una nuova schermata per l’Always-on-Display e il multi-window uguale a quello visto su Mate Xs. Quest’ultimo vi permetterà anche di trascinare testi ed immagini da un’app all’altra senza sforzo. Ah, dimenticavo, pare sia in arrivo anche l’assistente vocale di Huawei: Celia. Rimane però da capire se e quando sbarcherà anche in Italia.

Ovviamente niente Google Apps ma Huawei sembra comunque cavarsela egregiamente: “Huawei P40 è comunque un telefono Android – spiega Isabella Lazzini – Inoltre tutte le app di Google hanno delle alternative Huawei a partire proprio dal browser. AppGallery poi è in continuo aggiornamento e non manca la possibilità di scaricare le applicazione direttamente dal sito originario.”

E l’autonomia? Tutta da testare ma la batteria da 3.800 mAh di Huawei P40 e quella da 4.200 mAh di P40 Pro e Pro+ ci lasciano ben sperare.

Huawei P40: la scheda tecnica

Display: 6,1″ OLED – 2340×1200 pixel con Acustic Display Technology
CPU: HiSilicon Kirin 990 5G
RAM: 8 GB
Memoria: 128 GB espandibile tramite NanoSD
Rete: 5G
Connettività: Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0, USB-C, GPS, NFC
Certificazione: IP63
Batteria: 3800 mAh
Fotocamera posteriore: 50 MP + 16 MP + 8 MP
Fotocamera anteriore: 32 MP
Video: 4K @ 60fps
Sistema operativo: EMUI 10.1

Huawei P40 Pro: la scheda tecnica

Display: 6,58″ OLED – 2640×1200 pixel con Acustic Display Technology
CPU: HiSilicon Kirin 990 5G
RAM: 8 GB
Memoria: 256 GB espandibile tramite NanoSD
Rete: 5G
Connettività: Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0, USB-C, GPS, NFC
Certificazione: IP68
Batteria: 4200 mAh con ricarica wireless da 27W
Fotocamera posteriore: 50 MP + 40 MP + 12 MP + TOF 3D
Fotocamera anteriore: 32 MP doppia
Video: 4K @ 60fps
Sistema operativo: EMUI 10.1

Huawei P40 Pro+: la scheda tecnica

Display: 6,58″ OLED – 2640×1200 pixel con Acustic Display Technology
CPU: HiSilicon Kirin 990 5G
RAM: 8 GB
Memoria: 512 GB espandibile tramite NanoSD
Rete: 5G
Connettività: Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0, USB-C, GPS, NFC
Certificazione: IP68
Batteria: 4200 mAh con ricarica wireless da 40W
Fotocamera posteriore: 50 MP + 40 MP + 8 MP + 8 MP + TOF 3D
Fotocamera anteriore: 32 MP doppia
Video: 4K @ 60fps
Sistema operativo: EMUI 10.1

Huawei P40 prezzi e disponibilità

Diverse le colorazioni previste. Huawei P40 e P40 Pro saranno disponibili nelle colorazioni Blush Gold, Black e Silver Frost, mentre Huawei P40 Pro+ avrà due varianti in ceramica: White e Black.

Veniamo infine ai prezzi:

  • 799 euro per Huawei P40, in arrivo il 7 aprile;
  • 1049 euro per Huawei P40 Pro, in arrivo sempre il 7 aprile;
  • 1399 euro (da confermare per l’Italia) per Huawei P40 Pro+ che dovrebbe arrivare sul mercato a giugno 2020.

Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
8
Rabbia
Confusione Confusione
7
Confusione
Felicità Felicità
9
Felicità
Amore Amore
8
Amore
Paura Paura
3
Paura
Tristezza Tristezza
9
Tristezza
Wow Wow
10
Wow
WTF WTF
5
WTF
Erika Gherardi

author-publish-post-icon
Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.
                   Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra                     Newsletter!

                                   Tranquillo, ti disturberemo solo
                                      una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link

           Iscriviti alla nostra                Newsletter!

Mi iscrivo!
close-link