fbpx
iphone 12

Recensione iPhone 12 vs iPhone 12 PRO: quale acquistare?


iPhone 12 e iPhone 12 Pro sono finalmente disponibili sugli scaffali di negozi e e-commerce. Noi li abbiamo messi alla prova entrambi per capire quale dei due sia preferibile scegliere (in caso di indecisione). Dopo lunghe riflessioni abbiamo la risposta e vi raccontiamo tutto in questa recensione con confronto tra i due modelli “mediani” della gamma.

All’apparenza i due nuovi top di gamma di casa Apple sono gemelli ma se andiamo ad indagare, vi accorgerete che le differenze tra i due ci sono e si sentono… soprattutto sul portafogli. 

iPhone 12 e iPhone 12 Pro: gemelli diversi

iPhone 12 e 12 Pro sono davvero simili. E fin qui era davvero chiaro a tutti. Analizziamo subito le somiglianze. 

Entrambi si presentano con i bordi piatti come avviene su iPad Pro, cosa che tra l’altro consente loro di rimanere perfettamente in equilibrio anche “in piedi”. Personalmente ho apprezzato molto questa scelta. Apple infatti sta uniformando il design dei suoi prodotti proponendo una variante un po’ più squadrata ma secondo me molto moderna. Le linee decise però non lo rendono forse meno ergonomico. In realtà è molto comodo da impugnare e rimane ben saldo tra le mani. 

Cambiano i materiali. iPhone 12 si affida infatti all’alluminio mentre il 12 Pro all’acciaio inossidabile. Questo ovviamente incide sul peso: iPhone 12 pesa 162 grammi mentre il Pro arriva a 187 grammi.
La back cover invece è in vetro su entrambi i modelli e vanta un ottimo trattamento oleofobico per evitare di trattenere le impronte. Non possiamo dire lo stesso per la cornice del Pro, quella in acciaio, che cattura ancora molte impronte. 

In più entrambi i modelli prevedono la certificazione IP68, quindi se vi cadono accidentalmente in acqua – fino a 6 metri e per massimo 30 minuti – non si rompono. 

Sulla parte frontale troviamo il display Super Retina XDR  da 6,1″. Resta uguale per entrambi gli smartphone: è sempre un OLED personalizzato, ha sempre una risoluzione di 2532 x 1170 pixel ed è sempre protetto dal nuovo Ceramic Shield. Ecco, un piccolo appunto sul Ceramic Shiel è opportuno farlo. Secondo Apple dovrebbe essere quattro volte più resistente rispetto ai modelli precedenti ma il nostro iPhone 12 Pro si è già leggermente rigato durante il primo video di unboxing. Non è caduto, sia chiaro. Semplicemente appoggiato sulla superficie del tavolo dello studio ha riportato un paio di righe. Mi aspettavo qualcosina in più in termine di resistenza. 

Ah, dimenticavo. Una differenza c’è tra i due display: la luminosità. iPhone 12 Pro ha una media di 800 nit mentre il 12 si ferma a 625 nit. Nella vita vera però si nota pochissimo e in realtà entrambi hanno lo stesso picco di 1200 nit.
La differenza è a malapena percettibile a occhio nudo.  

La resa dei colori del display invece è davvero perfetta in ogni situazione, i neri sono profondissimi e il contrasto è molto elevato. Usarlo è davvero un piacere.

Novità Apple iPhone 12 (64GB) - (PRODUCT)RED
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

Macano i 120 Hz, cosa che ha fatto storcere il naso all’utenza.  È vero. Apple oggi è probabilmente l’unica azienda a non avere un top di gamma con una frequenza di aggiornamento superiore ai 60 Hz. In realtà non penso sia una scelta così terribile. È vero che la differenza c’è e si vede (come potete apprezzare nella nostra video recensione, in cui iPhone 12 viene messo a confronto con Samsung Galaxy S10 Ultra con display a 12 Hz).
Un display a 90 Hz o a 120 Hz è infatti più fluido e offre un’esperienza di utilizzo e di gioco sicuramente migliore ma tutto questo incide sull’autonomia.
Apple quindi ha preferito rimanere ancorata ai 60 Hz piuttosto che perdere ore di utilizzo. Tutto sommato la trovo una decisione sensata.

iphone 12La batteria di iPhone 12 va molto meglio di 12 Pro

A questo punto spendiamo qualche parola per parlare proprio della batteria. Apple non è solita dichiarare i mAh della batteria ma basta un po’ di ricerca per trovarli. Entrambi i modelli hanno una batteria da 2775 mAh: all’apparenza potrebbero sembrare davvero pochini sulla carta ma in realtà l’ottimizzazione è estrema. 

Con iPhone 12 ho coperto 2 giorni interi di utilizzo con oltre 6 ore di schermo accesso. Senza però usare il 5G perché l’area in cui vivo non è coperta. Vi ricordo infatti che tutta la gamma di iPhone 12 supporta il nuovo standard così siete pronti per il futuro.

Con iPhone 12 Pro ho ottenuto risultati simili al 12, quindi sempre due giorni di utilizzo e circa 6 ore.  Volendo guardare proprio il pelo nell’uovo direi che il 12 Pro ha resistito leggermente meno del 12 ma non parliamo di differenze significative.

Entrambi i dispositivi supportano la ricarica rapida ma ricordatevi che l’alimentatore non è incluso nella confezione. C’è poi il supporto alla ricarica wireless Qi da 7,5 W che diventa 15 W utilizzando il MagSafe, che però dovete acquistare a parte spendendo 45 euro

iphone 12 magsafeNe vale la pena? Onestamente non mi ha convinto del tutto. Nel senso che è necessario centrare il punto giusto e se siete a letto non è proprio semplicissimo. Se poi volete staccarlo dovete tenere fermo il MagSafe e sganciare lo smartphone. Forse avrei preferito una base un po’ più stabile per facilitare le operazioni di attacco/stacco e qualche guida magnetica che lo mettessero automaticamente in posizione. 

Ah, non ho assolutamente sentito la mancanza del caricabatterie. Non ho utilizzato il cavo in confezione, questo è vero, ma è perché non mi è mai servito. Sono piena di cavi a casa di ogni genere, ma soprattutto uso un Hub USB con 5 slot che ho sulla scrivania di lavoro. In extremis ho utilizzato il caricabatterie del Macbook Air.

Apple Alimentatore MagSafe
  • Compatibili con iPhone 12 mini, iPhone 12, iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max
  • Ricarica wireless più veloce con allineamento magnetico
  • 100% di terre rare riciclate nei magneti

Performance da urlo, ma non ci aspettavamo nulla di diverso

Veniamo ora alle prestazioni. iPhone 12 e iPhone 12 Pro usano il nuovo processore Apple A14 Bionic con Neural Engine a 16 core mentre RAM e memoria interna sono differenti. iPhone 12 ha 4 GB di RAM ed è disponibile nei tagli 64/128/256 GB mentre il Pro 12 PRO ha 6 GB di RAM ed è disponibile nelle versioni da 128, 256 e 512 GB di memoria. Vi ricordiamo che il carrellino della SIM per entrambi i modelli non prevede uno slot per la scheda SD, questo significa che la memoria non è espandibile. 

Nella quotidianità non noterete differenze. Entrambi gli smartphone sono una vera scheggia, non scaldano e non mostrano esitazioni. Ci potete fare di tutto, in totale serenità. Noi abbiamo giocato a Genshin Impact che un titolo abbastanza impegnativo per la CPU e GPU, abbiamo navigato in rete, abbiamo fatto chiamate e videochiamate, gestito la posta e molto altro ancora. Senza nessun problema. Non mi aspettavo nulla di diverso.

L’unico momento in cui iPhone 12 Pro scalda parecchio è quando si utilizza il LIDAR, ma di questo ne parleremo piu avanti. 

Se funziona tutto bene e garantiscono prestazioni simili, perché uno ha più GB di RAM? iPhone 12 Pro ha in realtà una funzionalità che è invece assento sul 12 normale. Sto parlando dello scanner Lidar.

iphone 12 lidar
Comparto fotografico di iPhone 12 Pro completo di sensore LIDAR

La differenza tra i due si chiama Lidar

Il Lidar è uno scanner che misura il tempo impiegato da un impulso laser per essere riflesso da una superficie: in parole povere è in grado di determinare la distanza di un oggetto. Il Lidar pero è una tecnologia impegnativa perché registra e usa molti dati. Ed ecco qui spiegata la necessità di RAM aggiuntiva.

Ma quali sono le applicazioni concrete di questa tecnologia? Beh, trovate moltissime app che possono sfruttarlo per scansionare gli ambienti, gli oggetti e persino le persone e ricostruire poi in 3D tutto quanto. Non solo, serve per tutte le applicazioni che sfruttano la realtà aumentata come ad esempio Ikea Place.

Vista la sua capacità di “leggere” la distanza, rappresenta ovviamente un valido aiuto anche per il comparto fotografico, il che ci porta al nostro confrontone tra i due modelli.

Il comparto fotografico messo a confronto 

Partiamo con questa vista del lago di LEcco.

Come sappiamo le fotocamere principali dei nuovi iPhone 12 e 12 Pro sono uguali e infatti vi sfido a trovare differenze in queste due foto. Molto buona la resa nella zona di ombra dove si riescono a leggere i dettagli anche nell’angolo in basso a sinistra 

Ora tocca a Super Mario spiegarci le differenze tra zoom ottico e digitale. 

iPhone 12 e 12 Pro dal punto di vista fotografico si differenziano infatti per l’ottica tele. Sul Pro abbiamo un 2x ottico cosa che manca sul 12 normale. E allora vediamo se sfruttando lo zoom digitale del 12 riusciamo ad ottenere una foto equiparabile a quella con il 2x ottico del Pro. Guardandole dallo smartphone o comunque in piccole dimensioni, le differenze quasi non sembrano esserci. Ma se ingrandiamo possiamo vedere come sulla foto del 12 manchi l’incisione che invece troviamo sul Pro. L’immagine del 12 è più impastata, però da un punto di vista cromatico la resa è identica. Insomma, dovete avere proprio un occhio acuto per poter notare le differenze. Da tenere in considerazione, quando dovrete scegliere quale tra i due acquistare. 

Parliamo ora di sensore ultragrandangolare del 12 Pro (che è identico a quello di iPhone 12).

Iniziamo a vedere un primo confronto con l’11 Pro Max. E lo facciamo in uno dei campi su cui Apple dice di aver lavorato molto: il grandangolo. L’11 Pro Max aveva dei problemi di distorsione a barilotto abbastanza evidenti – e li possiamo notare nella mia bellissima foto, guardate le line sulla parete, sembrano delle paraboliche! La stessa foto fatta con iPhone 12, oltre ad una resa più naturale non presenta più questo problema. La nuova struttura ottica composta da 7 elementi evidentemente mirava anche ad una maggiore precisione in questo senso, anche se sicuramente l’intervento maggiore di correzione avviene digitalmente.  

Ma non ci siamo fermati qui! Apple ha dichiarato di aver lavorato tanto sulla fotografia notturna e quindi eccoci qui con alcuni scatti al buissimo realizzati ancora con iPhone 11 Pro Max e con i nuovi modelli 12 e 12 Pro. 

Prendiamo ad esempio questa prima fotografia. A prima vista sembrano veramente identiche, ma andando a cercare l’ago nel pagliaio, possiamo notare delle leggerissime variazioni cromatiche tra le tre fotografie e un filo di nitidezza in più con quelle scattate con i nuovi iPhone 12

Quando affermato da Apple sulla resa decisamente migliorata dei nuovi iPhone negli scatti notturni iniziamo a vederla in questa immagine. Ancora una volta ad un primo sguardo i tre risultati sembrano identici, ma in realtà lo sono solo i due fatti con iPhone 12 e 12 Pro. Quello con il “vecchio” iPhone 11 Pro Max non offre la stessa gestione della luce artificiale sulla torre che non è naturale come negli altri due scatti. Si nota una dominante più fredda anche sulla pavimentazione in primo piano. La capacità migliorata in scarsa luce dei nuovi iPhone, però, in situazioni come questa potrebbe in parte essere controproducente andando a creare dei bagliori quasi eccessivi intorno alle fonti luminose. Ma per il resto la gestione complessiva è decisamente più naturale. 

Per capire meglio quanto è stata migliorata la modalità notte vi faccio vedere un altro esempio. 

Ho fotografato con iPhone 12 in tre modi diversi questa Land Rover Defender che abbiamo in prova per un test drive. Ero al buio più completo e solo sullo sfondo si intravedeva qualche fonte di illuminazione. Queste tre immagini sono scattate nell’ordine: senza modalità notte, con la modalità attiva e 3 secondi di esposizione e l’ultima sempre in modalità notte ma con un tempo di scatto di 5 secondi. 

Ovviamente c’è del rumore, non si scappa, ma quello che è impressionante è la quantità di luce che il sensore è in grado di immagazzinare e soprattutto l’efficienza dello stabilizzatore ottico dell’immagine che ci mostra tutto bello nitido! 

Passiamo ora alla fotocamera frontale e alla sua modalità notte. Non so perché uno vorrebbe mai farsi dei selfie al buio completo, ma tant’è. Se con iPhone 11 Pro Max il risultato lascia molto a desiderare, anche con 12 e 12 Pro non siamo davanti ad un capolavoro, ma sicuramente poter sfruttare la modalità notte anche con la fotocamera frontale è un grande vantaggio. Diciamo che ho voluto davvero mettere in crisi i tre smartphone con questa prova.

Arriviamo infine ai video che sono davvero ottimi su entrambi i device. Vi ricordo che ora abbiamo l’HDR con supporto al Dolby Vision. Naturalmente per riprodurli correttamente avrete bisogno di uno schermo che supporti il Dolby Vision ma questo non significa che su tutti gli altri display vedrete cose orripilanti. Sugli schermi con standard HLG utilizzeranno questo formato di riproduzione mentre su quelli che non hanno nulla vedrete la versione SDR quindi senza HDR. 

Novità Apple iPhone 12 Pro (128GB) - blu Pacifico
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità

iPhone 12 vs iPhone 12 Pro: quale scegliere?

È giunto il momento di trarre le necessarie conclusioni e di rispondere alla domanda iniziale: compro iPhone 12 o iPhone 12 Pro?

Personalmente opterei senza alcun ombra di dubbio per iPhone 12 classico perché di base vi offre tutto quello che trovate sul Pro: stesso display, stesse prestazioni, stessa autonomia, stessa qualità foto e video. E già che ci siete, vi tenete in tasca risparmiati ben 250 euro che al giorno d’oggi non guastano mai.

Cosa cambia? In sintesi sul Pro avete Zoom e Lidar oltre al frame in acciaio e capisco che possa sembrare allettante ma è anche vero che tra poco arriverà il Pro Max che vi offrirà questo e anche qualcosina in più. 

È una scelta molto complicata e vedremo ovviamente come si comporterà il Pro Max ma, allo stato attuale, penso che iPhone 12 sia la scelta più saggia. Se invece volete il top sul fronte fotocamera vi suggerirei di aspettare iPhone 12 Pro Max che però sarà più grosso e costoso.

È una situazione difficile. Vi invito quindi a pensarci con cura prima di decidere quale acquistare.

Purtroppo la strategia di Apple ha reso la scelta ancor più difficile. Prima avevamo un iPhone e diversi tagli. Era facile. Oggi abbiamo diversi modelli che coprono diverse fasce di prezzo e che a volte si differenziano davvero per piccole cose. Questo ci ha permesso di avere molta più scelta e varietà ma ha portato anche un po’ di confusione.

iPhone 12 e iPhone 12 Pro prezzi

Prima di concludere, qui di seguito un veloce riassunto sui prezzi dei due smartphone “mediani” di Apple:

  • iPhone 12 parte da 939 euro per il 64gb per arrivare a 1019 euro per il 256.
  • iPhone 12 Pro invece parte da 1189 euro per il 128gb per arrivare a 1539 euro per il 512 GB.

Non ci resta che capire come saranno iPhone 12 Mini e iPhone 12 Pro Max.


Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link