fbpx
AutoMotori

Land Rover lancia il progetto Defender forWorks e collabora con Croce Rossa

Al via una nuova iniziativa che ha come protagonista la Land Rover Defender Hard Top. Il veicolo, nella sua variante da lavoro, consolida il rapporto tra il brand ed i suoi partner. Tra le collaborazioni attive spicca quella con Croce Rossa Italiana, nata con lo scopo di supportare la campagna vaccinale anti Covid-19.

Land Rover Defender: 70 anni di storia

La Defender è sicuramente uno dei modelli più iconici della famiglia Land Rover. Questa rappresenta al meglio l’intero brand, in quanto capace di unire performance, e guida agile sia su strada che off-road. Il veicolo è caratterizzato da robustezza e dinamicità, ma anche da una storia e un’evoluzione lunga ben 70 anni. Defender è da sempre adoperata per progetti di solidarietà, come missioni di aiuto in caso di calamità naturali o di supporto a popolazioni in difficoltà. La conformazione e la versatilità di questo veicolo la rende infatti perfetta per raggiungere luoghi inaccessibili per altri mezzi.

Tutte queste caratteristiche sono parte integrante della variante commerciale della Defender, la Hard Top. Il nome risale proprio al 1950, quando il lancio degli Hard Top smontabili assicurò alle prime Serie Land Rover una maggiore sicurezza e protezione dalle intemperie. Le nuove Defender Hard Top riprendono questo elemento con il tetto fisso di metallo e il profilo dell’iconico originale. Questa versione identifica la più robusta e pratica della gamma. Nella Hard Top, le inarrestabili capacità all-terrain si coniugano alla connettività del ventunesimo secolo. Questo permette di offrire ai professionisti una combinazione unica di spazio, praticità e comfort.

Nasce il progetto Defender forWorks

Proprio grazie sa queste caratteristiche nasce Progetto Defender forWorks. L’idea è quella di rafforzare il rapporto con i prestigiosi partner con possibilità di personalizzazioni di modelli Defender unici. Il Progetto è al 100% tailor-made, e pone l’accento proprio sulla versatilità del veicolo, dato che i brand partner operano nei più disparati settori. Land Rover si propone quindi di fornire un’esclusiva personalizzazione della Hard Top, customizzandolo a seconda delle diverse esigenze lavorative. Creando modelli unici, il mezzo si posiziona come la capostipite del nuovo segmento di veicoli Premium Commercial SUV.

Hard Top dispone di una cabina di guida separata dal piano di carico. Inoltre, rispetto alla Defender tradizionale, offre spaziosità, capacità unica di guida on-road e off-road e performance elevate e di carico. Le possibilità di personalizzazione per gli usi più specialistici sono quindi pressoché illimitate.

I partner di Land Rover coinvolti

Il Progetto forWorks propone i suoi servizi a due macro categorie di partner. Difatti da un lato troviamo le collaborazioni istituzionali, definite, appunto, hardworks; dall’altra invece troviamo valori più lifestyle e smart, queste partnership sono denominate styleworks. Ecco come si contraddistinguono:

  • hardWorks (istituzionale): questa partnership lega la vettura ad associazioni ed enti fortemente impegnati nel sociale ed operativi in prima linea. In questo caso la Defender sarà sempre e solo a supporto della collettività. Alcuni partner hardWorks sono Croce Rossa Italiana, INGV,  l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e il Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco
  • “styleWorks”: i partner di questa categoria rappresentano al meglio il mood lifestyle e smart della Defender Hard Top. Queste sono esclusive collaborazioni con partner di rilievo in ambiti più leisure, tra  cui spiccano le attivazioni con Ferretti Group, Birra Baladin, Callaway Golf, DJI, Busnelli Corporate.

Ogni Defender Hard Top riflette una estrema personalizzazione realizzata in base alle specifiche esigenze di utilizzo indicate dal partner. Ad esempio, nel caso di INGV , il mezzo è equipaggiato con black box per localizzazione vettura. Quella per Ferretti Group è invece dotata di attrezzature per servizi di prima assistenza cantieristica nelle marine del gruppo. La Defender di Callaway prevede invece il putting green mobile sul tetto, mentre il veicolo per DJI offre un dispositivo di atterraggio droni.

Land Rover e Croce Rossa: una collaborazione lunga 65 anni

Una delle partnership storiche di Land Rover è quella che la vede impegnata al fianco di IFRC (Federazione Internazionale della  Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa) da 65 anni. Il brand, in Italia, supporta le iniziative nazionali da più di 10 anni, scendendo al fianco della Croce Rossa Italiana. Nell’ambito del progetto forWorks, è stata realizzata una Defender Hard Top con livrea esclusiva e allestimenti personalizzati per Croce Rossa Italiana. Il veicolo è stato usato a supporto della campagna vaccinale anti Covid-19. La Defender si propone come soluzione per il transito degli approvvigionamenti verso gli hub. Questo favorisce un aiuto rapido ed incisivo, volto al raggiungimento del traguardo di una vaccinazione equa e diffusa.

Il mezzo  è equipaggiato con lampeggianti e sirena e con un contenitore  refrigerato biomedicale. Questo dispone di apertura frontale per il trasporto sicuro di vaccini e prodotti biomedicali. Le pareti sono particolarmente spesse e garantiscono il massimo isolamento. Questo permette di limitare il consumo energetico mantenendo precisione ed affidabilità nel controllo della temperatura.

L’impiego della Defender durante l’emergenza Covid-19

Il veicolo è stato, fin dall’inizio della pandemia, utilizzato della Croce Rossa su tutti i fronti. Oltre all’enorme attività a contrasto del Coronavirus, la CRI ha dato e continua a dare risposta alle conseguenze economiche del virus attraverso un sostegno diretto e concreto alle famiglie.

Sono mesi che i mezzi Land Rover testimoniano sulle strade di tutto il Paese – sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana l’impegno della Croce Rossa Italiana nella lotta al Covid-19. Siamo grati a Land Rover Italia per questo nuovo mezzo, attrezzato per fornire in sicurezza e rapidità gli approvvigionamenti presso i nostri hub vaccinali. Grazie a questa nuova Defender potremo essere ancora di più ‘un’Italia che aiuta’’”.

“Siamo davvero orgogliosi di essere, ancora una volta al fianco di CRI in questa loro importante attivazione a sostegno della collettività” commenta Daniele Maver, Presidente Jaguar Land Rover Italia  che prosegue – “Con l’occasione, mi fa molto piacere presentare il Progetto Defender forWorks che vede protagonista la Defender Hard Top in un’iniziativa Land Rover mirata al consolidamento e al rafforzamento di uno stretto connubio con i nostri partner, per  offrire loro un’esperienza sempre più tailor-made, unica ed esclusiva. Il rapporto tra Land Rover e i suoi partner trova nuova  forma in una fusione di elementi condivisi, espressi attraverso il design, le performance, la tecnologia, ma soprattutto i valori rappresentati dall’iconica Defender.“ 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button