fbpx
CulturaNewsTech

Le 7 tendenze dell’e-commerce per il 2017

L’e-commerce è un fattore non più trascurabile per aziende e retailer nella loro strategia di business. Nel 2015 questo settore in Italia ha registrato una crescita più che raddoppiata sull’anno precedente, arrivando ad un fatturato complessivo di quasi 29 miliardi di Euro. Per questo motivo Packlink, sito web per la comparazione e l’acquisto online di servizi di spedizione nazionali e internazionali, ha deciso di fare il punto sullo stato dell’arte del mercato e sulle sue prospettive future, delineando i 7 principali trend che caratterizzeranno l’e-commerce nel 2017.

Un ruolo importante verrà sicuramente assunto dai BOT, le chat automatizzate che si stanno progressivamente affermando in diversi settori, rivoluzionando le modalità di interazione tra brand e clienti. App come Facebook e Kik hanno reso questo processo ancora più facile per i retailer che stanno implementando queste tecnologie.

Troviamo poi l'Intelligenza Artificiale, di cui Siri, Alexa, Cortana e Google Assistant sono alcuni esempi famosi. Il 2017 vedrà l’impiego di questi servizi vocali per la ricerca e acquisto di beni all’interno di siti di e-commerce e questi ultimi dovranno essere ottimizzati per il commercio conversazionale.

Al terzo posto c'è la mobilità; tutto si svolge tramite un dispositivo connesso, che sia uno smartphone, un tablet, uno smartwatch o un PC portatile. Questa tendenza ha subito un’ulteriore accelerazione e non è destinata ad interrompersi per cui i business online non potranno più prescindere da questo canale, anzi dovranno dare la priorità al mobile nel design, nell’esperienza utente e nella definizione delle strategie di marketing.

Non meno importante è la velocità delle consegne, decisiva per il commercio elettronico ed è uno dei principali campi in cui si disputerà la partita. L’aspettativa per il 2017 è che le consegne in giornata diventino la norma per i siti di e-commerce e chi non si è ancora allineato dovrà farlo a ritmi sostenuti. Una gestione intelligente ed efficiente delle spedizioni diventerà un asset chiave per fare la differenza.

Si parla anche di pagamenti liquidi, effettuati tramite dispositivi mobili e personalizzabili, sempre più comuni. Per il 2017 si stima che verranno effettuate vendite per 60 miliardi di dollari attraverso pagamenti mobili. Diventerà un imperativo per i business online dotarsi di piattaforme tecnologiche per gestire anche questo tipo di transazioni al fine di rimanere competitivi.

Troviamo infine i famosi Big Data, poiché l’analisi e l’utilizzo delle informazioni diventerà cruciale grazie anche all’apprendimento automatico e a strumenti di analisi predittiva ancora più precisi, insieme all’uso e allo studio dei dati. Poter offrire a un utente ciò che realmente cerca o potrebbe volere, aumenta esponenzialmente il livello di fedeltà al brand e incrementa il tasso di conversione all’acquisto, migliorando al contempo la soddisfazione del cliente.

Da sempre guardiamo con attenzione al mercato dell’e-commerce, in quanto le spedizioni giocano un ruolo fondamentale all’interno della filiera. Ci sono tante leve che nel corso dell’anno risulteranno decisive per l’ulteriore sviluppo di questo business anche nel nostro Paese, in primis le tempistiche delle consegne. Crediamo fermamente che l’economia stia andando nella direzione della mobilità e dell’online e vediamo in quest’area ampi margini di crescita anche per le piccole imprese o start-up che si affacciano ora sul mercato,” afferma Javier Bravo, Co-Founder e COO di Packlink. “Il 2017 presenta tante sfide ma anche interessanti opportunità e poter contribuire al successo di un’azienda è il motore che ci muove ogni giorno per migliorare i nostri prodotti e servizi”.

Tags

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker