fbpx
NewsTech

Revolut elimina le commissioni per sostenere la lotta al Covid-19 in India

Per l'occasione invita anche gli utenti a inviare donazioni agli enti di beneficenza locali

Revolut ha annunciato la temporanea eliminazione delle commissioni sugli invii di denaro transfrontalieri effettuati verso l’India. L’obiettivo è quello di aiutare i clienti a sostenere le loro famiglie e amici in India, dopo l’ultima ondata di casi di Covid-19 nel Paese.

Revolut sostiene la lotta al Covid-19 in India

Revolut covid-19 india

La rinuncia temporanea – per 30 giorni – alle commissioni sui bonifici bancari ha lo scopo di aiutare le persone che stanno inviando denaro in India per supportare le comunità che stanno affrontando costi medici crescenti. O chiunque non sia in grado di procurarsi attrezzature mediche adeguate come i concentratori di ossigeno, in questa seconda ondata di Covid-19 nel Paese.

C’è anche urgente bisogno di aiuti umanitari poiché il conteggio ufficiale di casi di coronavirus nel Paese ha superato i 20 milioni la scorsa settimana. Oltre a rinunciare alle commissioni sui bonifici, Revolut incoraggia i suoi clienti in tutto il mondo a inviare donazioni agli enti di beneficenza locali che in questo momento stanno indirizzando supporto e assistenza per l’approvvigionamento di attrezzature mediche per l’India.

Le donazioni possono essere effettuate tramite l’app Revolut, che invia il 100% delle donazioni dei clienti all’ente di beneficenza scelto. I partner di beneficenza selezionati da Revolut per gestire l’assistenza in India includono la Croce Rossa e il Disasters Emergency Committee.

Revolut si impegna a offrire tutto il supporto possibile

“Sono profondamente rattristata dall’impatto devastante che il COVID-19 sta avendo nel mio Paese.” afferma Paroma Chatterjee, CEO di Revolut India. “Noi di Revolut ci impegniamo a offrire tutto il supporto possibile al popolo indiano in questo momento di bisogno. Invito tutti a spargere la voce per sostenere questa causa facendo una donazione grande o piccola, tutto può fare la differenza”.

“Abbiamo tutti visto le immagini devastanti dell’India che mostrano gli ospedali sovraccarichi e scorte di ossigeno che non soddisfano la domanda, con migliaia di persone incapaci di ricevere cure potenzialmente salvavita.” afferma Saleh Saeed, DEC Chief Executive. “Diverse città hanno imposto blocchi e coprifuoco, che avranno un effetto a catena sui mezzi di sostentamento delle persone. Le comunità più povere ed emarginate verranno colpite duramente. Gli enti di beneficenza membri del DEC hanno una lunga storia di collaborazione con queste comunità e stanno supportando un sistema sanitario allo stremo offrendo forniture mediche, trattamenti e assistenza logistica. Con il generoso supporto dei clienti di Revolut possiamo fare ancora di più per aiutare le comunità più vulnerabili nell’affrontare questa grave situazione”.

I-CLIP ® Original | Portafoglio Uomo Donna in Pelle | Mini...
  • ✔️LEGGERO E COMPATTO: I-CLIP è il portacarte più leggero e piccolo in commercio. Grazie alle sue ridotte...
  • ✔️CAPIENZA E UTILIZZO: I-CLIP è l'unico portacarte che ti consente di conservare contemporaneamente da 1 a 12...
  • ✔️MADE IN GERMANY: I-CLIP è stato ideato e sviluppato in Germania. Ogni singolo componente del nostro mini wallet...

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮 Xbox Games Showcase 2024: tantissimi annunci, tra grandi ritorni e novità
💻A Taiwan per toccare con mano i nuovi AI PC di ASUSEd è solo l’inizio
💬Google lancia l’app Gemini in Italia: ecco come provare l’AI su Android e iOS
🧩La strategia di Jansen Huang, il CEO-rockstar: mi ha offerto da bere e chiesto del turismo in Italia
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button