fbpx
NewsTech

È possibile minare bitcoin con un Game Boy?

La risposta è sì, ma dovrete avere molta pazienza

Per minare bitcoin serve un buon numero di schede video prestanti, ma vista la mancanza di disponibilità di GPU nell’ultimo periodo lo youtuber StackSmashing potrebbe aver trovato una soluzione. Tutto ciò che vi servirà sarà un Game Boy, un Raspberry Pi Pico e un computer normale. E… molta molta pazienza, poiché minare bitcoin con un Game Boy sarà 125 trilioni di volte più lento di una mining machine.

Come minare bitcoin con un Game Boy

Dopo la crescita esponenziale del valore del bitcoin, anche grazie all’investimento di Elon Musk, lo youtuber ha pensato di entrare nel settore del mining. Data la scarsità di schede video in commercio, però, ha dovuto arrangiarsi con ciò che aveva già in possesso: un Game Boy.

L’idea alla base del progetto è che tutto il mining, quindi l’estrazione del bitcoin, avvenga sul Game Boy, la console portatile rilasciata ben 20 anni prima che il bitcoin fosse inventato. Ovviamente serve anche qualche aiuto esterno: il Game Boy non è in grado di connettersi a Internet e non può contenere l’intera blockchain. Per far fronte a ciò, StackSmashing usa un Raspberry Pi Pico e un cavo Link per connettersi al computer. Una volta connesso, il Game Boy esegue il programma di hashing da una cartuccia programmabile e riproduce perfino un’animazione divertente durante il mining.

Il Game Boy è leggermente più lento delle macchine dedicate a minare bitcoin odierne, 0,8 hash al secondo contro una media di 500 megahash per un computer di medie prestazioni e fino a 100 terahash per le macchine più prestanti. Di conseguenza è improbabile che qualcuno sia in grado effettivamente di minare bitcoin con un Game Boy. Tuttavia, nonostante la lentezza, la console è tecnicamente in grado di minare cryptovalute e magari dopo questo video di successo potrebbe nascere una valuta dedicata, ad esempio il GameCoin.

Raspberry Pi Pico Board with Pre-soldered Header Flexible...
  • RP2040 microcontroller chip designed by Raspberry Pi in the United Kingdom;Castellated module allows soldering direct to...
  • USB 1.1 with device and host support;Accelerated floating-point libraries on-chip
  • Dual-core Arm Cortex M0+ processor, flexible clock running up to 133 MHz; 264KB of SRAM, and 2MB of on-board Flash...
Source
The Verge

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button