fbpx
NewsVideogiochi

Come cambia il motore di gioco di The Elder Scrolls VI?

Ce lo racconta Todd Howard di Bethesda

Bethesda sta lavorando su un nuovo motore di gioco per alimentare i suoi prossimi giochi next-gen, The Elder Scrolls VI e Starfield, e ora Todd Howard ha rivelato quanto possa essere significativo l’aggiornamento del motore.

The Elder Scrolls VI, il team al lavoro

Ha detto durante un recente evento online che la revisione del motore è “probabilmente la più grande che abbiamo mai avuto, forse anche maggiore di Morrowind to Oblivion”. Per aiutare in questo, Bethesda sta investendo molto nel team che sta dietro a tutto questo; Howard ha detto che a Bethesda ci sono più persone che lavorano sul motore “di un fattore cinque” di quante ne abbiano mai lavorate prima.

È probabile che il nuovo motore di gioco di Bethesda conservi alcune delle cose che la gente sa e ama dei giochi dello studio, tra cui il supporto per i mod e l’approccio generale ai mondi aperti, ha suggerito Howard. Tuttavia, al di fuori di questo, i fan possono aspettarsi grandi cambiamenti.

“Dal rendering all’animazione, dal percorso alla generazione procedurale… Non voglio dire tutto, ma è una revisione significativa”, ha detto Howard. “Ci è voluto più tempo di quanto avremmo voluto, ma alimenterà tutto quello che stiamo facendo con Starfield e Elder Scrolls 6″. Quando la gente vedrà i risultati, si spera che sarà felice come noi con quello che c’è sullo schermo e anche come possiamo fare i nostri giochi”.

A quando il rilascio delle novità?

Per quanto riguarda quando potremo vedere i frutti di questo lavoro, Howard ha detto che i fan dovrebbero sentirsi a proprio agio. Lo sviluppatore ha sottolineato che personalmente si diverte ad annunciare un gioco e a rilasciarlo in un ordine relativamente breve, come ha fatto Bethesda con Fallout 4 quando è stato annunciato all’E3 a giugno e rilasciato pochi mesi dopo a novembre. Non esiste ancora un piano preciso per l’annuncio o la tempistica di rilascio di The Elder Scrolls VI e Starfield, ma Howard ha condiviso il suo approccio di alto livello per tenere i fan all’erta.

“È solo che non si vuole farli aspettare troppo a lungo. Ci si stanca un po’”, ha detto Howard. “Bisogna bilanciare la fatica di volere qualcosa con l’entusiasmo dei consumatori. Inoltre ci vuole tempo, ad essere sinceri. La preparazione di trailers, demo e asset richiede tempo per lo sviluppo. Ricordo i giochi che abbiamo fatto in cui lo fai per diversi anni ed è come se dovessi superare te stesso. Devi superare la tua demo precedente. Preferisco passare tutto quel tempo a concentrarmi sul gioco e preparare una grande demo”.

The Elder Scrolls: Online - Edizione Gold - PlayStation 4
  • 4 pacchetti di gioco DLC: Imperial City, Orsinium, Thieves Guild, and Dark Brotherhood
  • Sviluppatore: ZeniMax Online Studios
  • Sviluppatore: Zenimax Online Studios

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button